Gabriele Zerbola di Biella vince la VI edizione del “Premio Poesis  Vietri Sul Mare “ organizzato da “La Congrega Letteraria”.

0
1258

Il giovane Gabriele Zerbola, di Biella, con la sua ironica poesia “Goliardici appunti di un pisolino all’ultimo banco” ha vinto la VI edizione del Concorso Internazionale di Poesia ”Poesis Vietri sul Mare”, riservato agli studenti degli istituti superiori, ideato e curato dai due direttori artistici de “La Congrega Letteraria”, Antonio Gazia e Alfonso  Vincenzo Mauro, e dal compianto Francesco Citarella, anima della Congrega Letteraria, a cui è stato  intitolato il premio del pubblico vinto da Valentina Merlo, di Agerola,  con la sua poesia  “Una Mina vagante”.  Seconda classificata Margherita  Angela Proverbio, di Milano, con “Passion d’amore”. Terzo posto per Giulia Pecoraio, di Reggio Emilia, con la poesia  “Una ragazza”. Menzione di merito per Elisa Maffeis, di Bolbeno (TN), con “Lebannen”.  A incoronare virtualmente il vincitore è stato il Sindaco del Comune di Vietri, Giovanni De Simone, che insieme all’Assessore alla Cultura, Antonello Capozzolo, sostiene la manifestazione realizzata anche con l’aiuto di tanti partner e sponsor.  La poesia di Gabriele Zerbola, ricca d’immagini ironico-satiriche, è caratterizzata da una vivacità briosa, come ha spiegato nella motivazione del premio, la Presidente della giuria, la professoressa Rossella Nicolò, che ha avuto l’arduo compito di selezionare i venti finalisti, poi ridotti a otto, e i vincitori, tra gli oltre duecento elaborati provenienti da tutta l’Italia, insieme agli altri componenti della giuria: Antonio Gazia, Antonio Avallone, Rosa Viscito, Letizia Pizzarelli e Alfonso Vincenzo Mauro ”.

Dopo la lettura delle poesie degli altri tre   finalisti:  Matteo Angelo Lauria  di Susa (Torino), Teresa Vercelli di Roma e  Francesca Borla di  San Maurizio Canavese (Torino), il  Sindaco Giovanni De Simone ha sottolineato l’importanza del premio ed apprezzato le poesie scelte:” Il livello delle poesie  è veramente altissimo come lo è la preparazione culturale di questi ragazzi”. De Simone ha anche annunciato che a breve sarà restaurata la storica sede dell’Arciconfraternita del S.S. Rosario di Vietri sul Mare dove abitualmente vengono organizzati gli eventi della Congrega Letteraria. L’Assessore alla Cultura Antonello Capozzolo ha  ricordato le tante iniziative culturali promosse sul territorio vietrese:” Con il “Premio  Poesis” , in particolare, cerchiamo di trasmette  ai giovani i giusti valori e la sana competizione” Il Presidente del Consiglio Comunale Daniele Benincasa ha ricordato che il Premio Poesis è una delle manifestazioni di punta del Comune di Vietri Sul Mare e annunciato che a Vietri sarà aperta a breve una scuola di ceramica:” Riservata ai giovani del territorio”. Il professor Antonio Gazia ha spiegato che, soprattutto in questo  momento, c’è bisogno di poesia: ” E’ un linguaggio privilegiato che consente di esprimere, con passione e sincerità, riflessioni ed emozioni”. La professoressa Rossella Nicolò ha approfondito il senso e l’attualità della poesia: ” E’ sicuramente un raffinato esercizio d’intelletto, ma anche strumento di comprensione del sé e degli altri e di condivisione, soprattutto in questo momento storico”. La presidente della giuria ha ricordato i temi trattati nelle poesie presentate: ” La dignità umana, la violenza sulle donne, la guerra, la pace, il dialogo tra i popoli, l’amore e l’ambiente”.   Il Direttore Artistico Alfonso Vincenzo Mauro ha letto le motivazioni dei premi e annunciato che: ” Tutte le poesie hanno ricevuto oltre 3500 visualizzazioni sui social”.  I premi vinti dai finalisti, consistenti in una bellissima cetra in ceramica realizzata da , un diploma e un premio in denaro, saranno ritirati in occasione della cerimonia di premiazione della prossima edizione del “Premio Poesis”.

Aniello Palumbo

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here