Bando primari ff all'Ospedale, la Cisl: non comprendiamo l'urgenza.

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame

ENZAPALUMBOCISLUNIVERSITA'«Sentiamo la necessità come rappresentanti sindacali dell’Ateneo di Salerno di stigmatizzare le dichiarazioni rese dal direttore generale dell’Azienda ospedaliera universitaria del “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona”, Vincenzo Viggiani, in merito al bando per primari facenti funzioni». Così Enza Palumbo, segretaria provinciale della Cisl Università di Salerno e componente del Senato Accademico d’Ateneo, e Gerardo Pintozzi, responsabile aziendale Cisl dell’Università di Salerno, prendono posizione sulla questione.

«Se l’Aran, come lui stesso ha più volte dichiarato, non ha ancora fatto pervenire il parere in merito, risulta davvero difficile capire la necessità di emanare il bando così rapidamente e in un momento comunque impegnativo come quello elettorale», hanno spiegato.

«Non solo ma riteniamo di dover presidiare la posizione dei docenti universitari interessati che hanno partecipato poiché nel caso che il Tar o l’Aran o entrambi dessero parere negativo risulterebbero inutilmente esposti, col rischio che questa presunta apertura si trasformi in un boomerang sui livelli di integrazione e delle relazioni, che invece andavano salvaguardati con maggiore attenzione al fine di garantire il futuro della Facoltà di Medicina. Come parti sociali resteremo vigili sugli sviluppi della questione, che avrebbe sicuramente meritato un approccio più responsabile e condiviso».