Polito Viticoltori, un’eccellenza cilentana ricca di tradizioni ad Agropoli.

0
330

a cura della D.ssa Patrizia Zinno

L’Azienda Polito Viticoltori nasce negli anni ’60 grazie a Vito Polito che impiantò i suoi primi vigneti sulle colline fertili di Agropoli, di fronte al mare. Grazie a questi doni che ci offre la nostra terra e alla tradizione della famiglia, che nasce la passione per il vino, che si tramanda di generazione in generazione. Oggi l’azienda ha circa 10 ettari  di vigneti, terra in produzione, con i nuovi vigneti che sono stati impiantati. La vecchia cantina di famiglia ha lasciato il posto ad una ampia e funzionale struttura dotata di spazi sia per la lavorazione che per l’invecchiamento in rovere, ove sono messe in atto moderne tecniche di vinificazione che esaltano la qualità del prodotto finale senza nulla togliere alla tradizione, e si è così arrivati ad una produzione di circa 50.000 bottiglie.

Le pigne di uva profumate e saporite un tempo venivano vendute  e solo una piccola parte vinificata. Ma solo nel 2000 dopo il reimpianto di parte dei vigneti per opera del figlio Vincenzo, fitopatologo specializzato in viticoltura, si ebbe un cambiamento produttivo  nell’azienda.

Oggi il  team Polito Viticoltori è formato da diversi esperti  professionisti, appassionati  della coltivazione delle uve e della produzione di vini di qualità, tutto grazie ad un grande  lavoro e tanta passione con l’obiettivo di produrre una eccellenza del Cilento. La tipologia del territorio, l’esposizione, il clima influenzano l’dentità sensoriale del  vino, conferendo delle caratteristiche uniche e specifiche. Ricordiamo che i vitigni cilentani locali traggono la propria origine dall’antica Grecia,  introdotti ad Elea ed a Paestum dagli antichi colonizzatori greci. Questi capirono che la natura argillosa-calcarea del terreno e nel clima temperato della zona erano protagoniste della bontà della frutta,  condizioni per esprimere al meglio la propria personalità nella trasformazione in vino.
ù

I Vigneti dell’Azienda Polito  sono curati amorevolmente dal fondatore Vincenzo Polito e da suo figlio Carlo che  hanno saputo esaltare con una vinificazione semplice e genuina, i vari vitigni autoctoni e dare origine a vini eccellenti tra le varietà coltivate. E’ una zona che sente molto l’influenza del Tirreno e del clima solare, con le vigne distribuite tra il livello del mare  e i 200-250 metri di altitudine. Da queste pregiate uve prendono vita “il nettare degli dei”

Delle tipologie autoctone il vino rosso più noto è l’Aglianico DOP del Cilento, di ottima struttura e di buona complessità aromatica, ottenuto da uve Aglianico. Di colore rosso rubino, di gusto sapido e corposo, ed una gradazione alcolica di 14 % vol.                                                                                    

Tra i vitigni a bacca bianca il Fiano DOP Cilento è  il più importante, che conferisce al vino spiccata tipicità e toni di classe elevata.

In cantina si produce  una Linea Paes: Rosato Igp, Falanghina Igp, Fiano Igp e Aglianico Igp.                                                                                                             

La linea Classica: Don Vito Cilento Aglianico DOP;  Saracè Fiano Dop; Roccaventa Bianco Dop; Emblema: Aglianici Igp; Corsaro: Aglianico Dop; Prime Rose: Rosato Igp.                                                                   

Prestigiosa è la linea Elisir. Il famosissimo Elisir di Bacco, color rosso rubino aroma esclusivo nato dal connubio tra il Cilento Aglianico Dop e succo di amarene una bevanda esclusiva che esalta in maniera innovativa i vini del nostro territorio. Elisir di Venere aperitivo a base di  Fiano e agrumi. A questa si uniscono le varie tipologie di creme liquorose alla frutta, limoncello e profumati babà al rum. Recentemente ampliato anche  la varietà di vini rossi e bianchi, affiancando ai già conosciuti, la nuova linea Castelpatri, Saracè e Corsaro, in omaggio all’antica tenuta di Agropoli.  

La filosofia di Vincenzo e del figlio Carlo che dopo essersi specializzato in enologia, oggi conduce l’azienda, è quella di avvicinare sempre più persone al gusto del buon bere. Per gli appassionati la cantina in alcuni momenti della settimana si trasforma in un Club del Gusto, con dei percorsi  degustativi ed anche visite delle cantine e delle vigne. Il poter andare direttamente dal produttore, assaggiare le etichette prestigiose di ottima annata abbinati magari ad altri prodotti locali sarà certamente una esperienza eccezionale, che oltre a deliziare il palato, permettera di conoscere le eccellenze gastronomiche del territorio. La nuova cantina ospita una mostra permanente di quadri del pittore napoletano Nicola Liegi.  

 

LASCIA UN COMMENTO