Festa della Cipolla di Vatolla, musica popolare, mostre e libri sabato 6 e domenica 7.

0
169

Musica popolare, libri e appuntamenti culturali nel primo fine settimana di agosto con la terza edizione della Festa della Cipolla di Vatolla: sabato 6 agosto, dalle 20:00 presso il Castello Vichiano nel Borgo antico di Vatolla (Sa), avrà luogo il concerto del gruppo di musica popolare TarantaNobes. Domenica 7 agosto, alle 21:00, nella stessa location, presentazione del volume “Sud, l’altra faccia della medaglia. Il Mezzogiorno che ce la fa” di Dorina Bianchi, Sottosegretario al Ministero Beni Culturali, Ambientali e del Turismo. Interverranno, oltre al Sottosegretario Bianchi, Vincenzo Paolillo (Sindaco del Comune di Perdifumo), Vincenzo Pepe (Presidente Fondazione Giambattista Vico), Giancarlo Cianfrone (Università degli Studi di Roma La Sapienza), Corrado Matera (Assessore al Turismo Regione Campania). A seguire il concerto dei “Sibbenga sonamo”.

Durante gli eventi, nel Castello Vichiano, sarà in esposizione la Mostra “Il Cilento e la discoverta delle antiche ruine di Pesto” a cura della Fondazione Giambattista Vico, e lungo le vie del borgo la Mostra “Memento Deus Lux Aeterna” di Rosario Tedesco. Non mancheranno laboratori didattici, l’angolo della terra, danze popolari e spazi dedicati alla cucina cilentana tradizionale.

 

La Festa della Cipolla di Vatolla è organizzata dalla Fondazione Giambattista Vico, Istituto di Alta Cultura presieduto dal Prof. Vincenzo Pepe, docente di Diritto Ambientale presso la II Università degli Studi di Napoli, con il coinvolgimento del Comune di Perdifumo, dell’Associazione Produttori Cipolla di Vatolla, dell’Associazione culturale “Il mondo che vorrei” e dell’intera comunità locale. La Fondazione Vico ha restaurato il Castello Vichiano di Vatolla, sede del Museo Vichiano e della Biblioteca del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano; nei suoi vent’anni di attività ha organizzato e promosso attività culturali, laboratori di ricerca scientifica, corsi di formazione, convegni, mostre e pubblicazioni.

Gli incontri che annualmente organizziamo sulla cipolla di Vatolla e la Biodiversità locale ci arricchiranno non solo di nuovi eventi – ha detto il prof. Pepe – ma anche di una Borsa-Mercato che si terrà il 22 agosto nella corte del Castello. Saranno invitati 100 ristoratori per un Meeting con chef famosi che si cimenteranno nel preparare ricette a base di cipolla. Quest’anno la cipolla di Vatolla sarà portata al Columbus day di New York con un evento di promozione”. 

 

I percorsi degustativi includeranno ricette tradizionali della cucina cilentana, tra cui frittelle di cipolla, cipolla gratinata, zuppa di cipolle, pizza con la cipolla, frittata di cipolla, sosciello con la cipolla, tagliolini al ragù di cipolle, spezzatino di carne con cipolla, dolci della zita.

La manifestazione proseguirà con altri due appuntamenti (20-21 agosto e un evento di chiusura a settembre), durante i quali, accanto alle immancabili degustazioni, si alterneranno musica, poesia, teatro, mostre, convegni, arte e racconti, oltre ad interessanti laboratori didattici.

La “Cipolla di Vatolla” è un ecotipo coltivato in un ristretto territorio del Comune di Perdifumo, frazione Vatolla (SA), ricadente nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. La produzione riguarda un limitato numero di aziende e quantità stimabili in qualche centinaia di quintali l’anno; il prodotto, apprezzato per il sapore delicato e la bassa “pungenza”, viene commercializzato solo localmente, e la coltivazione è praticata con criteri tecnici tradizionali. L’introduzione nella dieta di questo prodotto favorisce il mantenimento di un buono stato di salute e previene l’insorgenza di diverse malattie grazie alla presenza di sostanze come flavonoidi e polifenoli. La cipolla di Vatolla possiede proprietà antibiotiche, antidiabetiche, antinfiammatorie, antisettiche, antimicrobiche, anticancerogene, depurative, digestive, diuretiche, mucolitiche, vermifughe e tonificanti, cosmetiche e afrodisiache.

LASCIA UN COMMENTO