Il terrorista non è sempre uno psicopatico, la tesi di un laureando all'Università di Salerno.

Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia

logounivcenterIl terrorista è sempre uno psicopatico? “Direi di no. Nel tracciare il profilo del terrorista e nell’esaminare i principali aspetti del fenomeno si può esprimere un ragionevole dubbio circa l’influenza e l’incisività di disturbi psicopatologici e della personalità nel determinare la scelta terroristica”.

E’ quanto dice Alessandro Bilancia, un giovane di Potenza autore di una tesi di laurea dal titolo “Il terrorista: aspetti psicopatologici forensi e criminologici”, relatore il prof. Antonello Crisci, con la quale ha conseguito alcuni giorni fa la laurea magistrale in Giurisprudenza all’Università di Salerno.

Anche la psichiatria forense – spiega Bilancia – “non riconosce più come dato costante un legame fra genetica e comportamento aggressivo, ma gli studiosi propendono per l’analisi, caso per caso, dei fattori socio-culturali che, affiancandosi a quelli biologici rilevati dalle neuroscienze, possono determinare l’azione violenta, potendo essere questa, anche nello psicopatico, solo eventuale”. (ANSA)