P2P e Centro Sportivo San Lorenzo: la passione batte forte.

0
307

Due Principati Volley Baronissi e Centro Sportivo San Lorenzo di Mercato San Severino rinnovano per la stagione 2017/2018 la propria partnership pallavolistica per la crescita e il potenziamento del settore giovanile.

“Se la passione continua a battere forte, alimentando la sinergia pallavolistica P2P-Centro Sportivo San Lorenzo, significa che la Due Principati, oltre agli investimenti profusi per affrontare con la prima squadra il prossimo campionato di serie A2, continuerà a curare in maniera capillare il settore giovanile – dichiara Luca Castagna, vice presidente della Due Principati – Coach Vito Ferrara sarà un vero e proprio coordinatore tecnico del vivaio: strutturazione e organizzazione del settore giovanile sono state e continueranno ad essere le parole d’ordine per continuare a crescere insieme, con l’obiettivo di migliorarci sempre e di raggiungere, se sarà possibile, risultati ancora più lusinghieri di quelli fatti registrare nel primo anno di semina, terminato con la conquista dei primi titoli provinciali, final four di categoria e finali playoff. Coach Ferrara potrà avvalersi dell’entusiasmo e della voglia di crescere di Anna Pericolo – motivo di orgoglio per la P2P, oltre che di Annamaria Orefice e di quelle figure che si riterrà opportuno coinvolgere in base alle categorie da affrontare. Per quanto riguarda i campionati da disputare, la società non avrà remore di alcun tipo: dipenderà ovviamente da aspetti di carattere federale e dai gruppi che si andranno a comporre”.

Ecco il pensiero di coach Vito Ferrara: “E’ terminato il primo anno di semina e ci apprestiamo a vivere insieme la seconda stagione di sinergia pallavolistica. Nello sport non c’è mai limite al meglio: abbiamo raggiunto alcuni risultati, ad altri ci siamo avvicinati. Le riunioni con la società sono giornaliere: ci incontriamo e programmiamo per capire in che modo possiamo continuare a crescere e su quali aspetti intervenire. Il cantiere è aperto, stiamo valutando le categorie da affrontare. Il punto fermo è la formazione under 14: sono due anni che lavoriamo sulle ragazze del 2005 ed è tempo di vederle all’opera nel campionato di riferimento. A cascata ragioneremo sulle categorie under 16 e under 18”.

LASCIA UN COMMENTO