L’ISTITUTO CALCEDONIA PRIMO A SALERNO AD USARE I SANIFICATORI “REFINEAIR” CHE ABBATTONO IL COVID FINO AL 99,7%  E UTILIZZANO LA  TECNOLOGIA USATA DALLA NASA PER SANIFICARE LE NAVICELLE SPAZIALI.

0
4243

Aria eccellente all’Istituto Comprensivo Calcedonia di Salerno, il primo  nella nostra città ad installare in tutte le aule del plesso di via Guglielmini i dispositivi di sanificazione attiva dell’aria della RefineAir:” Utilizzano la tecnologia  innovativa  della fotocatalisi, che normalmente avviene in natura,  abbinata alla ionizzazione bipolare: la stessa tecnologia utilizzata dalla NASA per sanificare le navicelle spaziali” –  ha spiegato il dottor Pasquale Sannini titolare della società “RefineAir” che dal 2014  si occupa di sanificazione degli ambienti nella sede di  Salerno e nelle filiali di Roma e Milano –  “Attraverso l’applicazione continua H24 di questi dispositivi, che generano perossido d ’idrogeno (acqua ossigenata), si eliminano: la carica microbica  e i composti organici volatili dall’ambiente e dalle superfici. Si abbattono i virus, si catturano le polveri sottili PM2,5 e PM10, si degradano i batteri, si decompongono le sostanze nocive quali formaldeide, benzene, alcoli, ammoniaca, detergenti chimici profumati, e anche le sostanze nocive per la salute dell’essere umano come le muffe, anche quelle che si creano lungo le pareti (lieviti). Si riducono anche i cattivi odori di cucina, di fumo di sigaretta e odori di animali domestici. I test di laboratorio dell’Ospedale “Luigi Sacco” di Milano, hanno dimostrato che i nostri prodotti, che utilizzano la tecnologia “Dust Free”, abbattono il Covid fino al 99,7% in 20 minuti. Questa tecnologia è utilizzabile anche sulle auto e su tutti i mezzi di trasporto che prevedono un ampio flusso di trasportati”. In ognuna delle  23 aule  dell’Istituto Calcedonia sono stati installati i silenziosi dispositivi della RefineAir come ha spiegato la Dirigente Scolastica Mirella Amato:” Abbiamo circa 500 alunni in questo plesso ed era importante tutelarli. Grazie a questi dispositivi, che sono stati comprati grazie ai finanziamenti previsti dal “Decreto Sostegni” per la scuola, non è necessario tenere sempre le finestre aperte per far circolare l’aria; possiamo anche far lasciare i libri in classe ai bambini che non sono costretti a portali a casa e poi di nuovo a scuola perché vengono sanificati  se lasciati sui banchi.  Ho notato  anche che non si deposita la polvere e per i soggetti allergici è molto importante”. Hanno partecipato alla presentazione ufficiale dei dispositivi le collaboratrici della Dirigente Scolastica: le professoresse Rossella Conte e Floriana Grisolia, la RSPP e Presidente del Consiglio d’Istituto Gioita Caiazzo, la Rappresentante della  Severina De Rosa, la Presidente di Interclasse Carmela Margiotta e le rappresentanti dei genitori nel Consiglio d’Istituto Michela Pagano e Maria Rosaria Milione.

Aniello Palumbo

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here