L’Associazione Salerno 1943 incontra i turisti americani in crociera e racconta loro l’Operazione Avalanche

Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin

Continua l’attività dell’Associazione Salerno 1943 finalizzata a sensibilizzare l’attenzione su quanto accadde 80 anni fa a Salerno ed in tutta la Provincia nei giorni dello sbarco.

Anche nella giornata di oggi, il sodalizio salernitano ha tenuto una conferenza in lingua
inglese sulla nave da crociera ARTEMIS della Grand Circle ormeggiata nel porto cittadino.

Un’attività che l’associazione svolge ormai da tempo e che le consente di confrontarsi settimanalmente con i numerosi turisti americani che approdano a Salerno.

“Come accade ormai da anni ci facciamo portatori di un messaggio di pace raccontando ciò che accadde nel settembre del 1943 in Provincia di Salerno. I crocieristi statunitensi che incontriamo settimanalmente sono sempre molto propensi all’ascolto di quanto accadde durante la Seconda Guerra mondiale nel sud Italia. Non di rado ci è capitato di incontrare figli o nipoti di soldati impiegati proprio durante lo sbarco a Salerno. Per loro è toccante apprendere quello che hanno vissuto i loro familiari durante quei drammatici giorni e cosa accadde alla popolazione civile della nostra città. Per noi è un onore poter rappresentare la storia della nostra terra”, le parole del presidente Vincenzo Pellegrino, che insieme agli altri membri dell’Associazione, è impegnato nell’attività di sensibilizzazione su ciò che accadde nel settembre del 1943.

A cura di Thomas Incontri