Come possiamo  difenderci dal caro bollette: il dottor Giuseppe Dell’Acqua Brunone al “Rotary Club Salerno Nord dei Due Principati”.

0
4
Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture

A che punto siamo nella transizione energetica? Possiamo essere autonomi dal gas russo? Come possiamo difenderci dal caro bollette? A queste domande ha risposto l’imprenditore Giuseppe Dell’Acqua Brunone, Amministratore Delegato della “Revoluce SRL, Presidente dell’Associazione Energia Sospesa contro la povertà energetica,  da lui fondata; socio del “ Rotary  Club Salerno Nord dei Due Principati”,  presieduto da Antonella Cocurullo  che,  presso l’Hotel Due Principati  di Baronissi,   ha organizzato un interessante incontro in interclub con il “Rotary Club Campagna- Valle del Sele ”, presieduto da Enrico Montera,  e “Rotary Club Vallo Della Lucania – Cilento”,  presieduto da Maria La Gloria. Il dottor Dell’Acqua ha spiegato che la transizione energetica è il passaggio dall’utilizzo di fonti energetiche non rinnovabili a fonti energetiche rinnovabili e che lo scenario dell’Italia a riguardo non è tragico:”  I fondi del PNRR ci stanno aiutando: siamo in linea con gli obiettivi  e  stiamo raggiungendo degli  investimenti importanti per quanto attiene la parte della transizione ecologica”.  L’imprenditore salernitano ha spiegato che  non possiamo non dipendere dal gas che arriva dalla Russia:” Nel 2021 il fabbisogno di gas naturale dell’Italia è stato di circa 76,1 miliardi di metri cubi, di cui 72,7 importati dall’estero ( il 95,7%): il 36 % è usato per produrre energia elettrica, il 44 % per riscaldamento degli edifici e il 20% nei processi industriali. Il 38% del gas che importiamo arriva dalla Russia, perché lì costa meno. Il  29% dall’Algeria, il  10% dall’Azerbaijan e il resto da: Libia, Norvegia, Qatar, Stati Uniti e da altri paesi.  La produzione nazionale è del 4,3% “. Dell’Acqua ha spiegato che per  porre fine alla dipendenza dal gas russo,  entro il 2024,  il nuovo piano di sicurezza energetica nazionale del MISE prevede  di riuscire a coprire almeno il 50% dei 29 miliardi importati da Mosca:” Aumentando la produzione interna per 2-4 miliardi di mc circa: Basilicata e Marche hanno giacimenti che possono essere lavorati,  anche se non a breve;  possiamo ampliare l’importazione di gas da altri paesi:  Algeria, Congo, Libia, Mozambico, e Qatar, coprendo  circa 10-15 miliardi di mc. Stiamo riattivando le centrali a  carbone,  per recuperare un altro miliardo e mezzo di mc,  e  stiamo sbloccando  i cantieri per lo sviluppo da fonti rinnovabili”. Il dottor Dell’Acqua ha anche spiegato  come difendersi dal caro bollette:” Bisogna capire quanto e come si consuma: oggi la bolletta è triplicata ed  è importante  cominciare a pensare al kilowattora come se fosse una moneta. Per conoscere i nostri consumi possiamo collegarci sul “Portale dei consumi”,  che è gratuito , e al quale si accede con  lo SPID andando sul sito  : www.consumienergia.it . Anche attraverso i nuovi contatori 2G possiamo verificare i nostri consumi giornalieri, capire in quali periodi della giornata raggiungiamo i picchi di consumo e quindi cercare di porre rimedio, ottimizzandoli. Una delle cose che incide maggiormente nel consumo di energia è lo stato degli elettrodomestici che devono essere di classe A+. Bisogna verificare anche  l’utilizzo dei condizionatori il cui uso  incide moltissimo”. Importante per Dell’Acqua è  comprendere la bolletta:” E’ composta da una quota fissa, una quota  che dipende dalla potenza del contatore  e una quota energia che si paga in base al consumo. Bisogna inoltre analizzare qual è la tipologia del contratto che abbiamo: può essere in Tutela, fornito dalle condizioni ARERA, o Libero, con condizioni economiche stabilite dal  fornitore di energia. Bisogna   valutare proattivamente le migliori opportunità per il proprio caso specifico: dobbiamo attivarci noi per risparmiare andando sul sito www.ilportaleofferte.it   e scegliere le migliori offerte del momento”. Il dottor Dell’Acqua ha consigliato di fare attenzione ai “truffavendoli” dell’energia: ” Non utilizzando portali di confronto offerte privati; non accettando offerte al telefono; non accettando offerte da venditori “porta a porta”;  non fornendo mai i propri dati sensibili, anche se l’interlocutore ha già parte dei nostri”. Dell’Acqua possiede oltre 150 bollette  storiche dell’energia elettrica :” Prima la bolletta era  un terzo  di una pagina A4: oggi sono  composte da decine di  pagine.  La bolletta più importante che conservo nel mio “museo” è quella del 1940 di Fortunato De Pero, lo storico designer italiano ideatore della bottiglina del “Campari Soda”.  Presente l’Assistente del Governatore del “Distretto Rotary 2101”, Ciro Senatore, che ha portato i saluti del Governatore Costantino Astarita.

Aniello Palumbo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here