Arrestato Sindaco di Praiano, intascata mazzeta di 250€ in flagranza di reato.

Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
Salerno Immobiliare è un’agenzia immobiliare che fornisce supporto e strumenti ai clienti in cerca di immobili in affitto e in vendita
Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Gioielleria Juliano a Salerno, scegli il regalo perfetto per te o per chi ami tra i gioielli di Giovanni Raspini, Mirko Visconti, Marcello Pane, Donna Oro, gli orologi Philip Watch, Seiko
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com

E’ stato arrestato Giovanni Di Martino, sindaco di Praiano (Salerno), ritenuto responsabile di concussione ai danni di un libero professionista. Gli agenti della squadra mobile di Salerno lo hanno fermato vicino a un bar del capoluogo “dopo aver intascato la dazione di danaro richiesta”: si tratterebbe di 250 euro.

Il sindaco, 46 anni, terminate le formalità di rito, sarà sottoposto agli arresti domiciliari.

Le indagini che hanno portato all’arresto del sindaco, che è anche presidente della Conferenza dei sindaci della Costa d’Amalfi, sono scaturite da una denuncia fatta nella serata di ieri da un amministratore di un condominio di Praiano che aveva fatto riferimento a una presunta richiesta concussiva nei suoi confronti.

L’uomo sarebbe stato contattato direttamente dal sindaco e in un colloquio, stando alla denuncia, gli avrebbe chiesto 250 euro in contanti per regolarizzare una pratica ed evitare possibili ripercussioni amministrative e pecuniarie e lungaggini burocratiche. (ANSA)