A teatro per Titina, ricordo in scena di Titina De Filippo mercoledì 6 al Sabatini Menna.

Compro oro e argento usato, negozi Gold Metal Fusion a Salerno, Battipaglia, Nocera Superiore, Agropoli, Vallo della Lucania. Quotazioni dell'oro in tempo reale, pagamento in contanti immediato, oggetti inviati alla fusione.
MarketIervolino.it il negozio online di intimo donna e uomo, biancheria per la casa, prodotti per l'infanzia
CartolibreriaShop.it acquista online tutti i prodotti per la scuola e per l'ufficio. Zaini, astucci, colori, penne, quaderni, raccoglitori, evidenziatori, Stabilo, Legami Milano, Eastpack, Invicta, Pool Over, Panini, Seven
Deposito bagagli e valigie a Salerno a 200 metri dalla stazione di Salerno. Prenota il ritiro dei tuoi bagagli con SalernoBagagli.com
Università telematica Unicusano presso il learning center di Pagani sede di esame
Laurea online presso l'Università telematica Unicusano Salerno sede di esame
Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella gestione dei social network come Facebook, Instagram, Linkedin
Caliani, atelier di abiti da sposa e sposo a Salerno ed Avellino, Jesus Peiro, Nicole Milano, Thomas Pina, Tombolini

Ecommerce di successo è un programma di Kynetic agenzia web di Salerno specializzata nella consulenza e nella realizzazione di siti web di commercio elettronico integrate con Amazon, Ebay e i migliori marketplace

Si terrà  il 6  marzo alle ore 19,00 lo spettacolo “TITINA”  della compagnia degli “Amici di Titina”presso il Teatro del Liceo Artistico “Sabatini-Menna” di Salerno, con la regia  di Maurizio Ugo Parascandolo e molti attori salernitani in scena,  tra cui Margherita Rago, Roberto Quattrucci e Giovanni Caputo. La  supervisione generale della messa in scena è di Anna Rita Abbate.

Le coreografie sono di Romina Bordi e Massimiliano Scardacchi, voce  soprano di Rosa Spinelli e alla fisarmonica Ezio Testa del Liceo “Alfano I” di Salerno.

Lo spettacolo nasce grazie alla collaborazione di artisti salernitani e dei due licei che in una sinergia artistica hanno realizzato  questo  appuntamento teatrale dedicato alla grande artista napoletana Titina De Filippo e alle donne  artiste.

Attrice, ma non solo Titina  è stata un’interprete indimenticabile, ma anche insegnante di recitazione, scenografa, preziosa collaboratrice e “madre artistica” dei fratelli Eduardo e Peppino, pittrice, poetessa e anche autrice di commedie, sceneggiature e soggetti cinematografici.

I personaggi che ha interpretato sono stati spesso  caratterizzati e accumunati dalla “maternità” , una maternità amareggiata (Amalia in Napoli milionaria) a  volte  smarrita o sprovveduta (Concetta in Natale in casa Cupiello) o ancora  ribelle (Filumena in Filumena Marturano) se non addirittura  spinta al parossismo straziante e grottesco (Luisa in La paura numero uno). Storie di donne colpite dalla sventura e costrette a lottare per sopravvivere.

Talvolta mi piacerebbe essere soltanto una semplice donna”, ha confessato in più di un’occasione Titina. Era un’artista autentica e questa innata vocazione non l’abbandonò neanche negli ultimi anni di vita, quando il peso della malattia avrebbe dovuto obbligarla al riposo.

Annunziata detta Titina, nacque a Napoli il 27 marzo 1898, in via Ascensione a Chiaia, casa nella  quale nacquero, come si usava  allora,  anche  i suoi due fratelli, Eduardo il 24 maggio del 1900 e Peppino il 26 agosto del 1903 e poi la storia del Teatro è per gran parte scritta da questa famiglia  di attori, registi, scrittori , artisti con la “A” maiuscola che Salerno vuole omaggiare.

 

 

Gilda Ricci