Indomita, ragazzi sconfitti da Pompei, le ragazze battono in trasferta l’Oplonti.

0
182

Si apre con una sconfitta il 2018 dell’Indomita maschile. Alla Senatore capitan Morriello e compagni cedono 3-1 contro il Pompei Volley al termine di una partita dai due volti, caratterizzata da una partenza super con un primo set vicino alla perfezione e poi da un netto calo che ha consentito agli ospiti di conquistare i tre punti e di scavalcare in classifica proprio l’Indomita. Senza Pagano e Polisciano, in campo con Morriello in regia, ci sono Manzo opposto, Citro e Rainone centrali, Capriolo libero e Sabatino con Senatore di banda. Proprio da posto quattro l’Indomita trova il varco per partire alla grande, subito 7-1. Il Pompei accusa il colpo e i biancoblu giocano in scioltezza trovando diverse soluzioni per fare male agli avversari. Un muro di Senatore vale il 19-7, poi il Pompei prova a tornare nel set e recupera fino al -6, 21-15, prima che salga in cattedra Michele Citro che con tre punti consecutivi chiude il set 25-17. Nel secondo set, invece, si registra maggior equilibrio; le squadre giocano punto a punto. Con Senatore l’Indomita prova l’allungo e va 12-9. Il Pompei resta lì attaccato. L’Indomita non scappa via e l’allungo finale premia gli ospiti 23-25. Il terzo set si apre con un punto di Senatore poi i ragazzi dei coach Vitale e Capriolo grazie all’apporto dei due centrali, Citro e Rainone, riesce a portarsi avanti di 3, 11-8. Il Pompei ne infila cinque di fila, l’Indomita reagisce con Manzo, 13-14, ma gli ospiti allungano nuovamente e vanno a chiudere 17-25. Nel quarto set l’Indomita prova a reagire, ma forza e brillantezza non sembrano esserci. Il Pompei, sulle ali dell’entusiasmo, parte subito forte, 5-10. Entrano in campo i giovani Barbato e Brancaleone e proprio quest’ultimo con tre punti sembra poter dare la scossa, riportando l’Indomita a -3, 11-14. I padroni di casa, però non riescono a ridurre il gap che varia da 3 a 6 punti, nonostante la carica di capitan Morriello e così il Pompei chiude 20-25. “Ci tenevamo a partire con il piede giusto” – ha dichiarato coach Vitale al termine della partita – “ed effettivamente nel primo set siamo partiti davvero bene, poi la partita è girata male. Siamo venuti meno fisicamente, non siamo stati a bravi a gestire le nostre forze. Non mi aspettavo un calo così netto. Ora abbiamo due trasferte insidiose contro Colli Aminei e Pianura; c’è solo da lavorare, mettere benzina nelle gambe perché a livello di gioco ci siamo, come dimostrato nel primo set in cui si è vista la vera Indomita, quella che tutti vorremo vedere sempre in campo”. Soddisfatto per i suoi tre punti, meno per il risultato, il giovane under 18 dell’Indomita Riccardo Brancaleone: “È una sconfitta dovuta soprattutto alla condizione fisica, noi abbiamo dato il massimo su ogni pallone ma abbiamo trovato una squadra messa meglio fisicamente. Nel primo set siamo partiti al 100%, poi purtroppo, nonostante l’impegno, ci sono mancate le forze a differenza dei nostri avversari che hanno gestito meglio le proprie energie. I miei punti? Quando sono stato chiamato in causa ho fatto il possibile per aiutare la squadra, purtroppo non è andata come speravamo. Io sono sempre pronto a dare il mio contributo. Ora ci aspettano due trasferte importanti, dobbiamo reagire subito, a partire dal match di domenica prossima in casa del Colli Aminei”. Da ricordare, infine, che la differita del match Indomita-Pompei, con la telecronaca di Fabio Setta e il commento tecnico di Enzo Nicolao sarà trasmessa su Lirasport e inoltre sarà disponibile sul canale youtube di LiraTv.

INDOMITA SALERNO- POMPEI VOLLEY 1-3

(25-17, 23-25, 17-25, 20-25)

INDOMITA: Morriello 4, Barbato, Brancaleone 3, Carratù, Citro 13, Manzo 9, Memoli, Rainone 9, Sabatino 6, Senatore 16, Zucchi, Capriolo (L), Petrosino (L2). All. Vitale

POMPEI: De Falco, Frecentese, Girardi, Libraro, Longobardi, Malafronte, Moric, Passetti, Scebi, Tucci, Varone, D’Auria (L), Manzi (L2). All. Torella

Arbitro: Risi di Salerno

L’Indomita Salerno c’è e lo dimostra andando a vincere lo scontro d’alta classifica in casa dell’Oplonti. 3-2 il risultato finale a favore di Lanari e compagne che superano in classifica le oplontine e restano lì in agguato a ridosso dalla zona play off, quando manca solo una giornata al termine del girone di andata. Grandi emozioni e grande spettacolo a Boscoreale sin dal primo set con l’Indomita che, dopo una partenza lenta, 5-1 Oplonti, reagisce a con un ace di Valdes trova il più 2, 6-8. Il parziale è molto equilibrato, le padrone di casa provano a scappare ma Valdes prima e Losasso poi tengono l’Indomita nel set. L’Oplonti allunga sul 22-18 e, nonostante il tentativo di recupero delle ragazze di coach Tescione, chiude 25-21. Prese le misure, però nel secondo set c’è un’altra Indomita. Sale in cattedra con Valdes, anche Roberta Losasso, 17punti per lei a fine a gara. L’Indomita dà spettacolo. Perfetta in ricezione con Truono su tutti i palloni, efficace in attacco con capitan Lanari ben azionata da Scoppetta, preziose Sacco e Grimaldi: il risultato del parziale parla chiaro 25-15 per un’Indomita davvero entusiasmante. Nel terzo set arriva la reazione delle padrone di casa ma l’Indomita c’è e si gioca praticamente punto a punto. Nessuna delle due squadre riesce a scappare via nel punteggio. Due muri di Valdes e Losasso portano l’Indomita a più due, 20-18; poi la cubana con un attacco da zona due e due ace di fila trascina le biancoblu sul 24-20. L’Oplonti annulla tre set point ma nulla può sull’attacco da posto sei di Valdes, top scorer dell’incontro con trenta punti, che chiude il set 25-23. Nel quarto dopo il 5-1 iniziale per l’Oplonti, l’Indomita piazza un break di otto punti consecutivi, 5-9. Il set sembra ben indirizzato ma un improvviso black out rilancia le padrone di casa che vanno a chiudere con un netto 25-13. Al tie break parte bene l’Indomita, subito 4-1 ma l’Oplonti è lì. Al cambio campo le ragazze di coach Tescione girano avanti 8-5 e sembrano avere qualcosa in più. Così è, fino all’ultimo muro che vale il 15-11 e un successo che può davvero segnare la svolta in positivo della stagione. Tra le protagoniste dell’incontro la centrale Roberta Losasso: “Siamo arrivate con l’obiettivo di vincere la partita. Non sono arrivati i tre punti, ma questi due che portiamo a casa sono pesantissimi perché ci consentono comunque di superare in classifica l‘Oplonti e di restare sole al quinto posto”. Resta un po’ di rammarico per il quarto set, praticamente non giocato: “Nel quarto c’è stato un black out, siamo entrate in campo con la convinzione di aver già vinto, poi un po’ la stanchezza un po’ qualche errore di troppo, abbiamo lasciato troppo spazio alle avversarie; poi nel quinto abbiamo avuto una reazione di squadra, giocando tutte insieme: è la prima volta che dopo mesi la squadra dimostra di essere presente e unita. I 17 punti? Ci tenevo tanto a dare il mio contributo, sono contenta ma soprattutto sono contenta per il successo”. Dopo questo successo l’Indomita tornerà in campo domenica prossima alla Senatore, alle 19, contro il Cava Volley.

VESUVIO OPLONTI – INDOMITA SALERNO 2-3

(25-21, 15-25, 23-25, 25-13, 11-15)

OPLONTI: Cariello, Esposito B., Esposito F., Inserra, la Mura, Morra, Prete, Rendina, Savarese, Scala, Sorrentino, lamberti (L), De Santis (L2). All. Carotenuto

INDOMITA: Scoppetta 3, Morea, Losasso 17, Grimaldi 1, Sole, Lanari 13, Valdes 30, Sacco 3, De Rosa, Rossin, Verdoliva, Truono (L). All. Tescione

Arbitro: Zunico di Napoli

I risultati della dodicesima giornata: Nola Città dei Gigli-Volare Benevento 3-0, Alma Volley-Cs Pastena 3-1, Ribellina-Phoenix Caivano 0-3, Stabia-Pontecagnano 0-3, Arzano-Mp Auto Cava 3-0, Vesuvio Oplonti-Indomita Salerno 2-3, Cava Volley-Pallavolo Pozzuoli 0-3
La classifica: Nola 36, Phoenix Caivano 30, Pontecagnano e Pozzuoli 28, Indomita 24, Oplonti 23, Arzano 18, Ribellina 13, MpAuto Cava, Cava Volley 12, Alma Volley 11, Volare Benevento 9, Cs Pastena e Volley Ball Stabia 4

LASCIA UN COMMENTO