Buona la prima giornata del Campionato Mondiale di Vela per non vedenti.

0
496

Buon vento da ieri, nello spazio acqueo antistante il Lungomare di Salerno tra la spiaggia di S.Teresa e il porto Masuccio Salernitano, per la II edizione del Campionato Mondiale di Vela per non vedenti, gare in barca a vela senza accompagnatori.

La manifestazione, organizzata dall’Azimut Salerno S.c.s.d (Società Cooperativa Sportiva Dilettantistica), affiliata FIV-CONI, in collaborazione con Homerus Onlus di Vobarno del Garda, patrocinata dal Comune di Salerno, dall’Autorità di Sistema Portuale Mar Tirreno Centrale, Uff. territoriale di Salerno e dal Coni di Salerno vede gareggiare fino a sabato 1 giugno 10 equipaggi (due inglesi, uno francese, uno americano e sei italiani).

La regata è aperta ad equipaggi di due atleti velisti non vedenti o ipovedenti, che si affrontano con le regole del match-race, cioè scontri diretti tra due equipaggi, fra atleti B1 (ciechi assoluti) e atleti B2 (ipovedenti). Per le regate si adottanp imbarcazioni a chiglia fissa Meteor, che saranno fornite dall’AO.

Gli skipper in totale autonomia navigano “pilotati” dai suoni emessi dalle boe posizionate lungo il percorso. Questa formula, ideata dal progetto Homerus, nato nel 1996 e riconosciuto a livello internazionale, consente ai disabili visivi di condurre una barca a vela in autonomia orientandosi con il vento e con i suoni emessi dalle boe di partenza e di bolina. 

Ma il Campionato Mondiale di Vela per non vedenti, non è solo la regata, perché anche per questa seconda edizione, grazie all’impeccabile organizzazione dell’Azimut, presieduta dall’l’avvocato Giovanni Carrella, le vele hanno lasciato spazio anche altre iniziative culturali e di divertimento.

Venerdì 31 maggio a partire dalle ore 10,00 sull’arenile di Santa Teresa, gli alunni dell’Istituto scolastico “T.Tasso“ di Salerno, in collaborazione con Azimut Salerno , saranno protagonisti dell’iniziativa “Puliamo il nostro mare e il litorale dalla plastica”, una giornata dedicata alla pulizia del nostro mare, della spiaggia e del litorale dalla plastica. Il giorno seguente sabato 1 giugno,invece gli alunni del Liceo artistico “Galizia” di Nocera Inferiore, daranno vita ad una Estemporanea di pittura in tempo reale presso la sede dell’Azimut.

La quattro giorni di gare, di rilevanza mondiale calendarizzata dalla FIV rientrante nelle manifestazioni del World Sailing (Ente che organizza l’America’s Cap), è anche accompagnata da un programma di sensibilizzazione per la tutela del mare e dell’ambiente, di intrattenimento, a titolo completamente gratuito, per gli atleti, gli ospiti e la cittadinanza.

E’ prevista anche una lotteria a premi, regolarmente autorizzata dal Monopoli di Stato.

Presso la sede dell’Azimut al Molo Manfredi del Porto di Salerno, tutte le sere alle ore 21,00 sono previsti intrattenimenti per gli atleti e per il pubblico, a titolo gratuito, come da programma.

Testimonial della II edizione del Campionato Mondiale di Vela per non Vedenti, il matematico ipovedente salernitano Michele Mele, che con un progetto pilota ha consentito di far conoscere e, soprattutto, rendere accessibile anche ai disabili la chiesa di Santa Maria de Lama, un gioiello d’epoca longobarda, del centro storico di Salerno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here