Rutino, un sogno chiamato Seconda Categoria.

0
101

Il grande sogno del Rutino. Un paesino di 889 abitanti che si distende lungo il fiume Alento che sabato pomeriggio, con inizio alle 16,30, vivrà il suo momento più intenso sotto il profilo sportivo: lo spareggio per la promozione in Seconda Categoria in programma ad Omignano Scalo con inizio alle 16,30.

L’Asd Rutino Sport potrebbe far festa al secondo colpo visto che il club è stato fondato nella passata stagione. Archiviata il torneo con una tranquilla salvezza si è ripartiti con ben altre ambizioni. Il ds Mautone in collaborazione con il presidente Luigi Volpe e il vice-presidente Giuseppe Gallo, allestiscono una squadra competitiva integrando ai ragazzi dell’anno scorso con nuovi importanti innesti,alcuni dei quali con esperienze in campionati di categorie superiori. Viene puntellata meticolosamente anche la società. L’area comunicazione viene affidata a Maddalena Volpe che assume il ruolo di responsabile e addetto stampa.

La piccola società cilentana ha anche un cameraman personale che cura le riprese delle partite. Si tratta di Francesco Rotolo, originario di Rutino, che ha offerto il suo prezioso apporto appena è rientrato dall’esperienza in Inghilterra. L’organizzazione è degna di una squadra di categoria superiore. Nell’organigramma c’è anche la figura del preparatore atletico: si prova cosi’ a creare una rete basata sulla professionalità e sull’amicizia tra tutti i componenti che si sono cimentati in quest’avventura principalmente “per gioco”. Nasce così un gruppo unito e forte sul campo ed i risultati arrivano da subito. Il Rutino domina il girone di andata conquistando il titolo di “campioni d’inverno”. L’Elea Virtus, grande avversaria di stagione, non molla la presa. Il duello si accende e la squadra ci crede fino ad arrivare allo spareggio di sabato proprio contro la formazione di Ascea.

“Tu mi sfidasti… ed io la battaglia accettai” questo il grido di battaglia della compagine di Rutino ispirato al santo patron del paese, San Michele Arcangelo, che viene celebrato nella seconda domenica di maggio. Frase riportata su uno striscione che viene esposto la domenica al campo sportivo. La frase è tratta dal testo del dialogo tra l’angelo e il diavolo, che viene rappresentata durante la festa di San Michele. Striscione diventato portafortuna dopo la vittoria per 5 a 1 del derby con All Stars Lustra.

Il Rutino arriva alla supersfida con l’Elea forte della miglior difesa (nove gol) e trascinata dai gol del capocannoniere Vincenzo Volpe (12 gol all’attivo). Rosa Rutino Sport 2014/15: Falcione Diego, Criscuolo Davide,Abate Andrea,Infante Donato,Ferretti Antonio,Peluso Domenico,Dolce Alberico,Pizza Simone,Rotolo Stefano,Volpe Vincenzo,Nigro Marco,Mezzatesta Vincenzo,Gargione Antonio,Chirico Giuseppe,Vaccaro Danilo,Amabile Antonio,Amabile Francesco,Volpe Michele,Botti Marco,Rotolo Davide,Rubino Salvatore. Allenatori: Matarazzo Luigi, Perrotta Germano.

LASCIA UN COMMENTO