“Sport Salute e Benessere” il progetto del  “Rotary Club Salerno Est” presentato all’Istituto San Tommaso d’Aquino di Matierno.

0
921
Infissi a Salerno con lo sconto del 50% ecobonus - preventivi gratuiti



Atelier Caliani abiti da sposa a Salerno Jesus Peiro Nicole Milano Nicole Couture


 E’ stato presentato domenica mattina, presso la palestra dell’Istituto San Tommaso d’Aquino di Matierno, diretto dalla professoressa Maria Ida Chiumiento, il progetto “Sport Salute e Benessere”,  rivolto agli studenti delle scuole elementari e medie del territorio salernitano, fortemente voluto dalla  presidente del “Rotary Club Salerno Est”,  la dottoressa  Marilena Montera,  realizzato grazie alla collaborazione del “Rotaract  Club Salerno Est”, presieduto dal dottor  Mario Notaroberto, dell’ “Interact Club Salerno Est”, presieduto da Renato Moscati , della “Rotary Foundation”   e dai componenti della Commissione di Club della “ Rotary Foundation” presieduta dal socio Antonio Petroccione.  La  Presidente  Marilena Montera   ha spiegato le finalità del progetto:” Vogliamo sensibilizzare i giovani alla tutela della loro salute e a praticare un’attività sportiva” mentre la  Dirigente Scolastica Maria Ida Chiumiento ha sottolineato l’importanza di fare sport:”  E’ fondamentale per i giovani! Ha anche un valore educativo importantissimo”.

Il progetto è stato presentato in occasione delle celebrazioni della “Giornata Mondiale della Polio”,  come ha spiegato l’Assistente del Governatore Costantino Astarita, il dottor Antonio Brando, Past President del Club: “Partito nel 1985, il “Progetto Polio Plus” grazie alla campagna vaccinale mondiale attuata dal “Rotary International”, ha consentito di eradicare la polio in tutti i paesi del mondo, tranne due: Afghanistan e Pakistan”.  Il dottor Luigi Grieco, Medico  Internista e Specialista in Medicina dello Sport, ha spiegato che: ”Il principale obiettivo della preparazione sportiva giovanile dovrebbe essere quello di una costruzione di base delle capacità motorie, ovvero dello sviluppo armonico generale del fisico, in un contesto di educazione e formazione della personalità”. Il dottor Grieco ha anche spiegato  quando è meglio cominciare uno sport e quali sono i benefici e i rischi sport-correlati:” Le dosi di esercizio e l’impegno psico-fisico richiesto devono essere sempre correlate alle fasi di crescita ed alle capacità di risposta individuale. La conquista del movimento, se ben vissuta, è una conquista di realizzazione del bambino”.  Il professor Salvatore Gatto, specialista in Ortopedia e Traumatologia, ha sottolineato l’importanza di stimolare i giovani a fare attività sportiva:” Bisogna però stare attenti  alle lesioni traumatiche e alle tendinopatie che nei ragazzi sono molto frequenti e sono causate  prevalentemente da allenamenti non corretti”.  Il professor Gatto ha anche parlato delle patologie legate alla colonna vertebrale, degli interventi inerenti alla cura della scoliosi e di come l’apparato scheletrico viene sollecitato quando si praticano attività sportive. Il dottor Carmelo Orsi, specialista in Scienze della Nutrizione e Igiene Alimentare; ha spiegato che bisogna fare sport e mangiare bene:”   Bisogna evitare di mangiare merendine e patatine: è importante variare l’alimentazione, mangiare il più naturale possibile: consumare  legumi ,  pane , prodotto con farina zero o farina integrale, verdure, frutta. E’ importante anche mangiare lentamente e praticare attività motoria in modo moderato”. Il professor Alessandro Turchi, sociologo, Dirigente Scolastico dell’Istituto Profagri di Salerno, ha parlato del ruolo della scuola nell’educazione dei ragazzi  e  sottolineato l’importanza di mangiare sano:”  Nel nostro istituto  abbiamo un’azienda agraria con  tre ettari di terreno  dove produciamo ortaggi seguendo il ciclo biologico naturale, senza l’utilizzo di prodotti fitosanitari anche per la salvaguardia ambientale”. La dottoressa Assunta Vitale, Coordinatore di Educazione Fisica nell’Ambito Territoriale di Salerno per il Ministero dell’Istruzione, ha spiegato che si occupa, dal punto di vista tecnico, didattico, pedagogico, scientifico e metodologico, della pratica dell’Educazione Fisica in tutte le scuole del territorio salernitano: ” Bisogna far conoscere e sperimentare il più ampio ventaglio delle opportunità sportive a tutto il gruppo classe”. La dottoressa Vitale ha anche  parlato del valore educativo dello sport:  ” Possiamo educare,  far apprendere,  anche attraverso il movimento, il gioco, lo sport.  che può essere importante anche  per prevenire alcuni disagi psicologici degli studenti”. I dottori presenti hanno effettuato anche degli  screening medici ai ragazzi prenotati. Durante la mattinata i presidenti e i  responsabili di alcune associazioni sportive del territorio, con i loro atleti, hanno illustrato, anche grazie a delle dimostrazioni pratiche,    le peculiarità di varie  discipline sportive: Basket, con Aldo Russo, Direttore Tecnico della società “Hippobasket Salerno”, con il Presidente Josafat Frascino e il Responsabile del “Mini Basket” Michele Masturzo;  Scherma, con il Maestro Carlo Gallo della società “Nedo Nadi Salerno”; Judo e Kendo , con i Maestri Antonio Marotta  e Carmine Ragone della società “Yama Arashi” e  con il Delegato Provinciale FIJKAM Michele Lionti; Canottaggio, con il Consigliere al Canottaggio, il dottor Paolo Cardito, e l’allenatore degli atleti paraolimpici Gigi Galizia   del “Circolo Canottieri Irno”; Pallamano, con la presidente Graziana Mauro  della società “Handball 00” ; Pattinaggio, con il responsabile Ubaldo Toledo della società  “Salerno Guiscards”. (Foto Michele Landi)

Aniello Palumbo

 

 

 

 

 

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here