#nonrifiutiamoci – il baratto che aiuta l’ambiente e promuove la lettura. ACLI Salerno: puntiamo alla cultura per combattere le povertà!

0
1003
funshopping.it è il marketplace dedicato ai piccoli commercianti

Un libro in cambio di una lattina o una bottiglia di plastica da buttare. E’ questa l’iniziativa denominata #Nonrifiutiamoci che Michele Gentile, titolare della libreria “Ex Libris Cafè” di Polla, in provincia di Salerno, porta avanti senza sosta da ormai quattro anni.

Una sorta di baratto tra rifiuti e libri rivolto soprattutto agli under 14. Un sistema che, oltre ad aiutare l’ambiente e invogliare i ragazzi a leggere di più, è diventato anche un modo per salvare le librerie dalla grave crisi.

Il “book clochard” come ama chiamarsi Gentile, l’aveva pensata per attirare l’attenzione verso un tema che sta a cuore a tutti, la cura dell’ambiente ed insieme favorire l’ingresso dei più giovani in libreria per promuovere la lettura. A questi nobili gesti, Gentile ha dovuto prendere atto che si è rivelata una iniziativa economica importante e significativa, che ha inciso sul fatturato del 2020, nonostante la pandemia, con un incremento di circa il 50% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno passato. Un fatto non da poco per una piccola libreria di un piccolo Comune.

Ci è piaciuta subito l’iniziativa – dichiara Daniele Manzolillo, Presidente delle Acli provinciali di Salerno – perché tiene insieme aspetti sociali, culturali ed economici di grande respiro.

E’ straordinario a pensarci; nel consegnare un rifiuto possiamo regalarci un libro con tutti i suoi benefici, sostenere l’economia di un settore da anni in crisi e non da ultimo contribuire alla cura dell’ambiente, provando a lasciare questo mondo meglio di come lo abbiamo trovato.

Una iniziativa che aveva catturato la nostra attenzione – continua Manzolillo – già in occasione del lancio del progetto “Un livre pour le futur” promosso da Gentile, insieme alle ACLI Francia e destinataria dell’attenzione del Comune di Parigi.

Non potevamo restare indifferenti, provando così a disattendere l’adagio “nemo profeta in patria” ed aiutando il vulcanico e creativo libraio di Polla, a rilanciare in provincia l’idea del baratto sostenibile e riprendere iniziative di cui Gentile si è fatto promotore negli anni passati, dal Libro sospeso, che riprende l’antico gesto del più famoso caffè della tradizione napoletana al BookBus, che grazie all’accordo con la ditta trasporti Curcio, accompagnava il viaggio dei pendolari con una buona lettura.  Progetti ambiziosi con obiettivi importanti; dall’allestimento di biblioteche nei luoghi di reclusione, al progetto di ricostruzione della distrutta libreria di Mosul.

Michele, non può essere lasciato solo – aggiunge Manzolillo – e noi delle ACLI salernitane sentiamo il dovere di promuovere e sostenere tutte iniziative, che si prefiggono di migliorare la qualità della vita delle persone più esposte a fragilità materiali e non. Come Corpo intermedio dobbiamo favorire la rete e sinergia tra scuola, famiglie, parrocchie, istituzioni e tutti coloro, che a vario titolo, interagiscono con la comunità educante.

Per questi motivi abbiamo aderito, su invito della laboriosa Assessora Chiappardo, all’iniziativa Padula Città che legge, che realizzerà martedì 22 dicembre nell’atrio della suggestiva location offerta dalla Certosa a partire dalle ore 15.00, un baratto libri-rifiuti coinvolgendo bambini da 3 a 10 anni. Evento, promosso dall’amministrazione guidata da Paolo Imparato, nel più ampio programma di eventi per la candidatura di Padula a Città della Cultura 2021.

Le Acli provinciali di Salerno interverranno regalando dei Libri di racconti e fiabe “Storielle ebolitane” dell’autrice Vita Paesano, Presidente della struttura di base Acli Il Giardino Segreto APS di Eboli. Nel frattempo si lavorerà per portare l’iniziativa nella Città di Salerno.

compra mi piace facebook, follower instagram, follower tik tok, ed  aumenta la tua visibilità del 300% in soli 2 giorni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here