Premio Charlot, dal 25 luglio al 6 agosto all'Arena del Mare, al Teatro dei Barbuti ed a Pellezzano.

0
80

23628“Un giorno vissuto senza sorriso è un giorno perso” è uno degli aforismi più celebri di Charlie Chaplin ed è anche la frase che per Claudio Tortora, patron del Premio Charlot, rappresenta la strada maestra da seguire per ricordare la figura del grande attore, regista, sceneggiatore, comico, compositore e produttore inglese, l’uomo che ha profondamente segnato la storia del cinema, del teatro e della cultura del secolo scorso.

Il Premio Charlot giunge quest’anno alla XXVII edizione. Un vero e proprio record per una manifestazione che nel coso di questi anni ha lanciato dal proprio palcoscenico artisti appena debuttanti, in molti casi del tutto sconosciuti, che si sono poi affermati a livello nazionale. Attraverso il Premio Charlot sono passati Joele Dix, Dario Vergassola, Luciana Littizzetto, Ficarra e Picone, Beppe Braida, Paolo Caiazzo, Alessandro Siani, molti comici di Made in Sud, per citarne soltanto alcuni. Il Premio Charlot è diventato negli anni una importante vetrina per presentare i volti di personaggi che si sono distinti nel cinema, nel teatro, nella televisione e nella musica. Ma non solo. La rassegna continua infatti, ancora oggi, attraverso il ‘Progetto Charlot giovani’, nell’ opera di ricerca di nuovi talenti che, in una ideale staffetta con gli artisti già arrivati al successo, conferisce al Premio Charlot l’etichetta di manifestazione qualificata dalla sperimentazione di nuove proposte e dal costante e proficuo lavoro di analisi delle giovani risorse artistiche emergenti.

La XXVII edizione della rassegna si svolgerà all’Arena del Mare di Salerno e, per alcune esibizioni, si sposterà al Teatro Dei Barbuti ed al Cinema Teatro Delle Arti, a Pellezzano, gemellato con il Comune di Salerno. Tra le novità di quest’anno, una rassegna di cinque film restaurati dalla cineteca di Bologna, veri e propri cult, divisi per decenni nella fascia anni ’20-’70, che saranno proiettati al Cinema delle Arti dal 10 al 19 luglio, con ingresso gratuito.

Dal 25 luglio, all’Arena del Mare, il via alla rassegna live di spettacoli, con la gara dello ‘Charlot giovani’ ed uno spettacolo internazionale di illusionismo con Gaetano Triggiano e Raoul Cremona. A seguire, nei giorni successivi, l’esibizione dei protagonisti di Made in Sud e la commedia musicale ‘Stelle a metà’ con Sal Da Vinci, per la regia di Alessandro Siani. Il Premio Charlot dedica anche quest’anno uno spazio alla musica di qualità con il progetto ‘Ieri e Oggi’: si esibiranno Gino Paoli, accompagnato al piano dal maestro Danilo Rea (31 luglio), e Sergio Cammariere con la sua orchestra (28 luglio).

La serata di gala, affidata alla conduzione di Max Giusti, vedrà sfilare sul palco il 30 luglio numerosi volti noti del cinema, del teatro e della televisione, i quali riceveranno l’ambita statuetta raffigurante Charlot, assegnata da una giuria composta da nomi illustri del mondo dello spettacolo e del giornalismo. Nel corso della serata è previsto anche l’intervento di due artisti provenienti da Colorado, altro importante contenitore televisivo di successo. Il gran finale l’1 agosto (ingresso gratuito) con Teresa Mannino che con il suo show concluderà le manifestazioni all’Arena del Mare.

La rassegna continua poi nel cuore della città, presso il Teatro Barbuti, con un momento intitolato ‘Charlot il Monello’ e con un laboratorio sulla fiaba, preparato appositamente per l’evento, dalla Compagnia dell’Arte composta da giovani che, a seguire, rappresenteranno la fiaba musicale Gli Aristogatti. Il 5 agosto lo spettacolo di Angelo Di Gennaro, artista ‘storico’ dello Charlot, considerato il padre nobile del cabaret campano degli ultimi anni.

La conclusione della manifestazione, il 6 agosto all’Auditorium di Pellezzano, con lo spettacolo ‘Ti ricordi quella sera’, la favole degli anni ’60 raccontata con un’orchestra di dieci elementi e con la partecipazione di un cabarettista tra i vincitori del Premio.

“Il senso di questa programmazione – osserva il patron del ‘Premio Charlot’, Claudio Tortora – è quello di presentare un programma variegato, che tocchi il mondo dello spettacolo in tutte le sue espressioni, come era solito fare il maestro Chaplin, il quale ha affascinato il mondo con le sue ineguagliabili capacità di mimo, attore, regista, produttore e musicista”.

Il progetto beneficia dei contributi della Regione Campania intervento co-finanziato dal Piano di Azione e Coesione del sostegno del Comune di Salerno e dell’Autorità portuale.

LASCIA UN COMMENTO