Premio Best Practices, all’hackathon di Sellalab gli studenti disegnano i servizi del futuro.

0
509
Babazar.it le grandi marche abbigliamento donna con il 60% di sconto

Oltre sessanta giovani studenti provenienti dall’Università di Salerno hanno partecipato all’“Hack for Innovation” organizzata nell’ambito della dodicesima edizione del Premio Best Practices per l’Innovazione di Confindustria Salerno e gestito da Sellalab, la piattaforma di innovazione per imprese nata dal gruppo Sella.

I partecipanti, nel corso dell´hackathon, hanno lavorato su tre differenti temi proposti da imprese del territorio. La società Softlab ha richiesto lo sviluppo di applicazioni in grado di fornire servizi innovativi ad imprese e privati attraverso la geolocalizzazione indoor in ambienti dove non c’è segnale gps come i grandi centri commerciali, gli aeroporti e luoghi simili; per l’azienda Mecar la sfida era sviluppare un progetto che digitalizzasse l’attuale processo di prenotazione di veicoli ad uso commerciale, mentre Renzullo Centro di Riabilitazione ha chiesto ai ragazzi partecipanti di ideare soluzioni che migliorassero l’esperienza dei pazienti, dei loro famigliari e dei dipendenti anche attraverso nuovi strumenti di comunicazione interna ed esterna.

Tra le numerose idee presentate Softlab ha premiato la soluzione ShoPath che consente, da un lato, alle persone di orientarsi meglio all’interno di centri commerciali e, dall’altro, ai gestori dei centri di ottimizzare i flussi di persone e, di conseguenza, le vendite. Mecar ha assegnato il premio al team MovingFast Mobile, che ha sviluppato una soluzione che permette di reperire in maniera facile e veloce, grazie a domande ad hoc, soluzioni personalizzate per noleggiare un furgone commerciale in maniera completamente digitale oltre ad accedere a un ecosistema di servizi convenzionati utili a chi viaggia per lavoro. Il riconoscimento di Renzullo Centro di riabilitazione è andato infine al team SocialHealth che ha sviluppato una soluzione che consente una comunicazione tra medico e paziente interattiva, come in un social network, dando valore anche ai pazienti più piccoli grazie ad un’interfaccia semplice e divertente.

Raggruppati in team di lavoro i ragazzi, provenienti dalle facoltà di informatica, ingegneria, economia aziendale, comunicazione e management di impresa, hanno sviluppato la loro idea seguiti da alcuni mentor ed esperti che li hanno supportati nel dare forma al loro progetto. La competizione, che mette alla prova i livelli di creatività e problem solving dei partecipanti, permette anche alle aziende di conoscere i profili di studenti di maggiore interesse e, come già accaduto nel corso della precedenti edizioni, di valutare un possibile percorso di inserimento e crescita all´interno delle stesse.

Il gruppo Sella è partner del Premio Best Practices per l´Innovazione dal 2013 e durante l’ultima edizione, che si è svolta lo scorso 6 e 7 dicembre, ha anche assegnato due premi legati a progetti innovativi basati entrambe sulle potenzialità dell’intelligenza artificiale. Per la categoria “startup” è stata premiata Riatlas, attiva nel settore della salute digitale, che sviluppa strumenti avanzati di analisi dei dati per applicazioni cliniche a valore aggiunto, mentre nella categoria “imprese” è stata premiata Citel Group che ha realizzato un chatbot intelligente dedicato al mondo delle Utility particolarmente innovativo volto a migliorare i servizi di customer care.

LASCIA UN COMMENTO