Acli e Libera insieme martedì 21.

0
214

Nel primo giorno di primavera, stagione della rinascita, del risveglio della natura quest’anno al
ricordo delle vittime delle mafie in cui Libera dal 1996 sollecita a risvegliare le coscienze per
abbattere i muri del silenzio, dell’omertà e della violenza che scaturisce dall’illegalità e dalle mafie, si uniscono le Acli che con uno sguardo all’Europa dei popoli, vogliono lanciare l’appello a tenere vivo il messaggio e lo spirito di Ventotene che unisce la prospettiva dello stato federale alla democrazia europea, alla pace e alla lotta alle diseguaglianze.

Appello che il 26 marzo, a distanza di sessant’anni dalla firma dei trattati di Roma, che sancivano la nascita della Comunità economica europea culminerà in un evento nazionale per scongiurare il processo di disgregazione dell’ideale di Altiero Spinelli, padre fondatore dell’Europa dei Popoli!

Da allora, sono stati costruiti muri con i mattoni degli egoismi nazionali soffocando l’idea d’Europa che sanciva la libertà di circolazione delle persone, rischiando di annullare il processo di costruzione della comune casa europea!

Per scongiurare questo pericolo e sottolineare l’importanza della ricorrenza, le ACLI dichiara
Gianluca Mastrovito – Presidente provinciale delle Acli salernitane – hanno aderito a due appelli: promossi rispettivamente dal Consiglio Italiano del Movimento Europeo (Cime) e dalla Coalizione “La nostra Europa” attraverso i quali si chiede un’Europa unita, solidale, democratica ed autorevole!

Per tale ragione le Acli promuovono una mobilitazione che avrà luogo il #21marzo, giorno in cui, con una azione molto semplice ma significativa, nei luoghi simbolici di ogni città italiana e nelle capitali europee, gli aclisti sventoleranno le bandiere della pace e dell’Europa.

L’obiettivo, è quello di ribadire quanto siano stati fondamentali il dialogo e la cooperazione tra gli Stati europei nella costruzione di una convivenza di pace salda e duratura.

Le Acli provinciali di Salerno grazie alla collaborazione con il presidio di Libera di Battipaglia, il
prossimo #21marzo, a partire dalle ore 16.30 hanno inteso organizzare in un luogo simbolo della comunità (il caffè 21marzo) un momento comune per testimoniare la bellezza dei luoghi in cui abitano la pace, la legalità, l’accoglienza, l’integrazione dei popoli, la cura dei beni comuni!

Hanno aderito all’iniziativa, curata dai ragazzi del Servizio Civile delle Acli, le Associazioni Con le Mani e San Filippo Neri.

L’esito di questa mobilitazione sarà condiviso attraverso i profili social ed i siti dell’associazione, con l’hashtag #piùeuropa #piùlegalità

LASCIA UN COMMENTO