La forza delle donne nel nome della Principessa Sichelgaita. Al Castello di Arechi la XVII Edizione del “Premio Principessa Sichelgaita” organizzato dai Lions.

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

La ricercatrice  Selene Silvestri, la fisica  Speranza Falciano, l’imprenditrice Giovanna Laudisio,  la pittrice Filomena Daraio, la scrittrice Antonietta D’Episcopo,  la giovane  atleta Marta Piccininno,  sono le donne di talento, vere eccellenze salernitane, che sono state  premiate durante  la XVII edizione del” Premio Sichelgaita”, il prestigioso premio internazionale che gode dell’Alto Patrocinio della Camera dei Deputati, del Senato e della Presidenza della Repubblica, assegnato ogni anno, dal  “Lions Club Salerno Principessa Sichelgaita”, durante un’ elegante ed emozionante cerimonia che, dal 2003 , si svolge nella suggestiva e storica Corte delle Armi del Castello Arechi. ” Il Premio ha  lo scopo di premiare le  donne salernitane di talento che si sono distinte e sono diventate punto di riferimento, nella loro categoria, a livello nazionale ed internazionale”, ha spiegato l’ideatrice, curatrice  e anima del  prestigioso Premio, la Past President Emma Ferrante Milanese,  che, dopo la lettura della mission dei Lions, ad opera della cerimoniera Rita Mazza Laurenzi,  ha ricordato il grande impegno profuso da tutte le componenti del comitato organizzatore da lei presieduto: Rita Mazza Laurenzi, Roberta Musella, Dora Cuccurullo Vuolo e la Presidente del “Lions Club Principessa Sichelgaita”, la dottoressa   Grazia Cioffi Sica che ha spiegato le motivazioni del premio:” Quest’anno abbiamo voluto dare un abbraccio più ampio: di genere e di inclusione Vogliamo valorizzare il femminile ”.  La dottoressa Emma Ferrante Milanese ha spiegato che quest’anno il premio ha voluto seguire la strategia 2020-2025 dell’UE per la parità di genere nella ricerca e l’innovazione:” Abbiamo voluto premiare tre donne che sono delle eccellenze, tre punti di riferimento nel campo della scienza e della tecnologia”.  Il Consigliere provinciale con delega alla Cultura e alla valorizzazione dei beni museali, il dottor Francesco Morra, ha portato i saluti del Presidente della Provincia Franco Alfieri e sottolineato l’importanza del Premio:” Mira a valorizzare le donne della nostra città e della nostra provincia, distintesi nel mondo dell’arte, della cultura, delle professioni e dell’economia. È un onore per noi ospitare questa manifestazione in questa storica location”.  Il Senatore Alfonso Andria, che ha consegnato la medaglia della “Principessa Sichelgaita” alla musicista Giada Campanile, ha ricordato di quando, nel 2003, è nato il “Premio Sichelgaita”:” È ormai un premio molto ambito che viene consegnato in questo Castello dove il poeta Alfonso Gatto ha trovato l’ispirazione per scrivere dei versi meravigliosi”. A ricordare la storia della Principessa Sichelgaita è stata la scrittrice e sociologa dell’educazione, Rosa Tiziana Bruno, autrice del romanzo storico “Sichelgaita”.” È una donna, di cui non si parla mai abbastanza, che ha fatto la storia d’Italia e d’Europa e ha contribuito alla storia della conoscenza. Nel mio libro ho parlato della sua adolescenza cercando di restituire tutti i pezzi mancanti della sua figura”. La scrittrice salernitana è stata premiata, con la medaglia della “Principessa Sichelgaita” dalla madrina della manifestazione:  l’avvocato napoletano Valentina Mazza Martusciello,  laureata in diritto internazionale, appassionata di geopolitica, Console Onorario del Kazakhstan per Napoli e la Campania che ha spiegato come sta cercando, con determinazione, di  implementare le relazioni economiche, culturali e umanitarie fra il Paese dell’Asia Centrale e la Regione Campania:” Il  Kazakhstan è un paese  che in questo momento sta vivendo un periodo di stabilità e di  avanzamento economico e sociale grazie anche alle sue risorse energetiche. È un mercato molto interessante e attraente che offre molte possibilità di investimento”. Durante la serata è stata consegnata una targa alla memoria di una giovane, eclettica e brillante giornalista cavese, Giovanna Ferrara, che lavorava all’AGCOM, prematuramente scomparsa, a causa di una malattia, a soli 45 anni. A ritirare la targa, consegnata dal Procuratore Capo della Repubblica di Salerno Giuseppe Borrelli, è stata la madre, l’avvocato dello Stato Annamaria Armenante che, commossa, ha ricordato:” Giovanna era una persona straordinaria che non si è mai arresa. Vorrei portare avanti il suo messaggio”.

La prima ad essere premiata è stata la dottoressa di Nocera Inferiore, Selene Silvestri, laureatasi all’Università di Salerno, dove ha conseguito un dottorato di ricerca in Informatica, ricercatrice presso il Center for Transportation & Logistic del MIT di Boston e componente del Megacity Logistic Lab. Attualmente vive a Boston. La sua ricerca è svolta nel campo della logistica, dei trasporti e sull’ottimizzazione delle reti di approvvigionamento:” Sviluppiamo modelli matematici che rispondano a problemi specifici delle aziende con le quali collaboriamo”. La dottoressa Silvestri è stata premiata con la medaglia del Presidente della “Camera dei Deputati” consegnatale dall’Onorevole Guido Milanese che ha ricordato la forza della Principessa Sichelgaita:” Forza che è dentro ogni donna! Per ogni uomo è una fortuna avere una donna accanto, La speranza del nostro futuro è in queste storie di donne”.  Seconda premiata la professoressa   Speranza Falciano, di Sarno, fisico sperimentale, che ha lavorato al Cern di Ginevra: la prima donna a ricoprire la carica di Vicepresidente dell’Istituto di Fisica Nucleare, attualmente componente della collaborazione Atlas: “Mi sono sempre occupata di Fisica subnucleare, dei costituenti della materia, dell’infinitamente piccolo, presso il Cern di Ginevra dove ci sono degli acceleratori di particelle. La mia ricerca ha portato alla scoperta del “Bosone di Higgs” che si cercava da cinquant’anni”.  La professoressa Falciano è stata premiata con la Medaglia del Presidente del Senato dal Vicepresidente del “Panathlon International” il professor Francesco Schillirò.  Terza premiata la dottoressa salernitana Giovanna Laudisio, CEO di “Naturbeads”, una startup pluripremiata, che commercializza una piattaforma di prodotti a base di cellulosa per prevenire l’inquinamento da microplastiche:” Stiamo progettando di costruire il nostro primo impianto produttivo in Puglia che già dal prossimo anno dovrebbe cominciare a funzionare”. La dottoressa Laudisio è stata premiata con la Medaglia del Presidente della Repubblica dal Governatore del “Distretto Lions 108YA” Pasquale Bruscino. Premiata per la sua ultima silloge di poesie intitolata “Briciole di vita”, la professoressa Antonietta D’Episcopo, scrittrice, Referente Nazionale per la Formazione e di Presidente Regionale per la Campania dell’Associazione Maestri Cattolici.  La professoressa D’Episcopo ha invitato ad ascoltare il mondo dell’infanzia” Loro, i bambini, ci potranno dire come sarà il mondo futuro.  C’è un vento di cambiamento del presente che passa anche attraverso la scuola che va valorizzata ogni giorno”. A consegnare la targa alla professoressa D’Episcopo è stato il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno il Colonnello Filippo Merchiorre.  Menzione speciale dedicata all’arte è stata consegnata dal Generale Oriol De Luca, Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno, all’architetto, pittrice e ceramista salernitana Filomena Daraio che ha anche esposto alcune sue opere raffiguranti i paesaggi lucani” Sono i miei paesaggi dell’anima” e alcune sue creazioni in ceramica riproducenti nei dettagli le fontane storiche monumentali di Salerno:” Alcune sono in edifici privati e non sono visibili al pubblico”.    Menzione Speciale assegnata all’atleta Marta Piccininno del “Circolo Canottieri Irno”, campionessa mondiale nella categoria PR3 -II che vogando con il remoergometro, collegata in diretta dal “Circolo Canottieri Irno” di Salerno con la O2Universum Hall di Praga, ha stabilito un nuovo record mondiale nella sua categoria. “Grazie per avermi consentito di seguire questo percorso” ha affermato Marta ringraziando il presidente del Circolo Canottieri Irno, il dottor Giovanni Ricco, che le ha consegnato la targa:” Marta è la punta di diamante del nostro Circolo”. Diversi i momenti musicali affidati a due brave e professionali arpiste: Giada Campanile e Giuditta Elena Parisi, del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli che, coordinate dal Maestro Viviana Desiderio, hanno eseguito brani di Tournier e Conant; e all’Orchestra Vocale del “Conservatorio Giuseppe Martucci” di Salerno, diretta dal Maestro Alessandro Tino che hanno eseguito, a cappella, il famoso brano “Iris” di Biagio Antonacci. A consegnare la medaglia alla musicista Giuditta Elena Parisi è stato il Comandante della Capitaneria di Porto di Salerno, il Capitano di Vascello Attilio Maria  Daconto.    A consegnare la medaglia al Maestro Alessandro Tino è stato il Consigliere Provinciale Francesco Morra.   A consegnare i guidoncini del Club Lions sono stati: il Past Governatore   Vittorio Del Vecchio; la Presidente della VI Circoscrizione Lions, la dottoressa Lea D’Agostino; il Presidente di Zona Antonio Luciano; il dottor Gianfranco Ucci, Coordinatore Global Service Team dei Lions; il dottor Aldo Cobianchi, Cerimoniere del Distretto 108 Y/a; il Presidente di Zona Pasquale Ferrante; il secondo Vicegovernatore Eletto Bruno Zanetti; il Governatore Eletto Tommaso Di Napoli.  Le conclusioni sono state affidate al Governatore Pasquale Bruscino.

Aniello Palumbo