La Scafatese sotto 2-0 riacciuffa il pari a Montesarchio.

0
43

scafatese-1922-montesarchioÈ una Scafatese Calcio 1922 guerriera quella che riesce a rimettere in piedi una partita nata storta a Montesarchio, reagendo con grinta al doppio svantaggio maturato nei primi minuti.

L’inizio è da incubo per la squadra gialloblu: dopo solo un minuto e 42 secondi il Montesarchio passa in vantaggio con un preciso colpo di testa di Befi. Potrebbe sembrare un episodio sporadico, ma i padroni di casa continuano a macinare gioco e, al minuto 7, confezionano il raddoppio con il solito Liccardi, lesto a scattare sul filo del fuorigioco e a depositare la sfera in rete con un preciso destro a incrociare. Gli uomini di Citarelli non si disuniscono e provano a rimettere in piedi una partita nata male: al 16′ su cross di sinistro di Sorrentino, il capitano Angelo Teta, di testa, prende in controtempo il portiere Campanico e riapre il match. Al 34′ lo stesso Teta, di sinistro, confeziona il cross per l’accorrente Guidelli che, in spaccata, ringrazia e sigla il 2-2. Raggiunto il pari grazie alla premiata ditta Teta-Guidelli, la Scafatese prova addirittura ad andare in vantaggio già nella prima frazione di gioco con un tiro a volo di destro del capitano, su assist di Sorrentino, che peró viene parato dall’estremo difensore locale.

Nella ripresa il Montesarchio alza prepotentemente il baricentro, nel tentativo di riprendersi il vantaggio perduto, ma tutte le sortite offensive della squadra di Mister Ferraro sbattono contro gli uomini di Citarelli, bravi a tenere alta l’attenzione e a non lasciare spazi in difesa, con Chiariello e De Bellis sugli scudi, e a centrocampo, con Aufiero e Vicinanza molto combattivi. Al 65′ l’occasione capita sui piedi di Fusco che peró non riesce a concretizzare, ma un minuto dopo è ancora Teta a far venire i brividi alla retroguardia del Montesarchio con un sinistro a giro che termina di poco a lato. Al 68′ altra occasione per Befi sugli sviluppi di calcio d’angolo, prima che Ferraro decida di sostituire l’autore del primo gol con Castiello. La Scafatese soffre ma non cede e al triplice fischio finale riesce a smuovere la propria classifica portando a casa un meritato punto.

“Il punteggio è giusto – sentenzia il mister gialloblu Mimmo Citarelli – in 7 minuti la gara sembrava compromessa, ma siamo stati bravi a reagire e, una volta raggiunto il pareggio, abbiamo giocato alla pari col Montesarchio, nonostante le enormi difficoltà dettate dal terreno di gioco, visto che siamo abituati a giocare sul sintetico. Il punto è ottimo perché, in un momento molto difficile per la squadra, almeno si rialza un po’ il morale in vista delle prossime sfide, anche se dobbiamo proiettare le attenzioni già alla gara di domenica”.

MONTESARCHIO: Campanico 96, Liguoro 97, Clemente, Maruggi, Noviello, Signore, Agata, Bongiovanni 98 (45′ Ferraro), Fusco (85′ Musto), Befi (75′ Castiello), Liccardi.
A disposizione: Cerbone 96, Perissinotto 97, Musto, Ferraro 98, Carfizi 98, Di Blasio 98, Castiello 97.
All: Ferraro

SCAFATESE CALCIO 1922: Amodio, Guarracino 96, Prisco (88′ Pelagione), Vicinanza 97, De Bellis, Chiariello, Guidelli, Aufiero, Esposito 98 (63′ Formisano 98), Teta, Sorrentino.
A disposizione: Testa 98, Gallo 97, Somma 97, De Simone 97, Formisano 98, Zucca 98, Pelagione.

RETI: 1′ Befi, 7′ Liccardi, 16′ Teta, 34’Guidelli

Arbitro: Freda di Avellino
Assistenti: Magliacane e Robello di Torre del Greco
NOTE: ammoniti: 30′ Esposito, 50′ Aufiero, 73′ Maruggi, 75′ Vicinanza. Calci d’angolo: 5-2.

LASCIA UN COMMENTO