La nascita rubata, presentazione del libro venerdì 21 a Palazzo di Città.

0
519

invitonascitarubataVenerdì 21 ottobre 2016 alle ore 17,00 verrà presentato, presso la Sala del Gonfalone di Palazzo di Città a Salerno, il libro dal titolo “La nascita rubata. Le origini del pensiero violento sulla donna e sul bambino” edito da Liguori Editore e curato da Ludovica Costantino, psicoterapeuta e psichiatra. Saranno presenti, oltre a Ludovica Costantino, le altre due autrici del libro: Fina Rumore, logopedista, e Fulvia Cigala Fulgosi, storica e filosofa.

Introdurrà l’incontro il Dott. Carmine Pagano, Dirigente I Livello. Divisione Ostetricia e Ginecologia, Azienda Universitaria Salerno.

Presenterà il libro Vincenzo Pagano, laureando in Medicina e Chirurgia. Durante la presentazione verrà proiettato il video “Bambini vittime” di Giada Olivetti, Tommaso Sansonetti, Luciano Sacchetti e Antonino Scordo.

La nascita rubata è una accurata ricostruzione storica, filosofica e psichiatrica che fa luce sul pensiero violento che ha da sempre investito donna e bambino e che nasce dall’idea di una natura umana originariamente malata. Viene proposta la possibilità della cura basata sulla Teoria della nascita, che parla di una uguaglianza originaria degli esseri umani e una importante ricerca sull’origine del linguaggio. A partire dalla prima immagine della nascita, il primo anno di vita del bambino è caratterizzato da un pensiero per immagini fantasioso e creativo, che poi ritroviamo, di notte, nei nostri sogni.

Ludovica Costantino è medico, psichiatra e psicoterapeuta. Dopo una intensa attività nei servizi territoriali della Regione Lazio, attualmente vive e lavora a Roma dove svolge la sua attività professionale. Ha pubblicato numerosi articoli e recensioni su riviste specialistiche. Segue i seminari di formazione dell’Analisi collettiva fin dalle sue origini. È autrice di: La ricerca di un’immagine (Liguori 2003), L’anoressia. Storia, psicopatologia e clinica di un’epidemia moderna (Liguori 2008) e curatrice dei seguenti volumi: Un dibattito sull’anoressia (Liguori 2010), Bambini vittime (Liguori 2013).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here