L’intramontabile magia del Gusta Minori al servizio del turismo culturale ed enogastronomico. Un’occasione per riflettere sulla fruizione e gestione dei Beni Culturali.

0
43

locandinagustaminori2013dal Sindaco di Minori Andrea reale riceviamo e pubblichiamo.

Dedicare alla Roma antica le vie dell’arte 2013 del GustaMinori, significa portare all’attenzione generale la Villa Archeologica Romana del I secolo d. C., reperto che racchiude in sé l’origine e l’identità di tutto un popolo, quello dell’intera Costa d’Amalfi.

L’impegno serrato e costante dell’amministrazione comunale di Minori insieme alle associazioni, ai cittadini, agli enti competenti per la valorizzazione della Villa consegue a una scelta, precisa ma quasi naturale, in direzione del turismo culturale. Ad essa si congiunge un appello alle istituzioni nazionali e regionali perché non cessino di attribuire ai beni culturali la dovuta considerazione, quali risorse fondamentali e insostituibili per un’offerta turistica di qualità. Occorre, in una logica di gestione moderna, sostenere concretamente gli enti deputati alla gestione dei beni archeologici e monumentali, i quali, messi in rete e fatti oggetto di attenta organizzazione, creano allo stesso tempo cultura ed economia per le nostre comunità.

Soggetti culturali privati, associazioni ed imprese vanno attratti ed incentivati ad operare in questo settore carico di potenzialità, al di là di una burocrazia spesso logora e anacronistica, e che a volte frena gli entusiasmi ed i sogni di tanti possibili operatori. Invece bisogna volare alto, credere nella capacità innovativa di persone appassionate e capaci, alle quali vanno demandati con fiducia l’utilizzo e la promozione di queste incomparabili ricchezze collettive.

Si potrebbe pensare al GustaMinori come ad una formula ormai stanca, un format ormai logoro dopo più di un decennio di successi. Si potrebbe giudicare che esso ha fatto il suo tempo, specie in momenti di ristrettezze economiche. Invece il GustaMinori non solo sopravvive, ma appare ogni volta diverso, ogni anno sorprende per la novità delle proposte.

Nuovi sono ogni volta i contenuti, le scene, le ricostruzioni, le musiche, i testi e le atmosfere. Nuova pare ogni volta, paradossalmente, Minori: un’inquadratura sbilenca, un’illuminazione obliqua, un raro scorcio, bastano a ricreare la magia di un’epoca, di una fase diversa della storia. In questo può dirsi una manifestazione riuscita: nell’averci in questi anni fatto attraversare e rivivere l’intensità di una storia anche antica, ma non perciò meno nostra.

L’edizione 2013 celebra in particolare le origini romane del paese, la sua latinitas, la sua vocazione alla riflessione e alla creazione speculativa, che i latini chiamavano otium e avevano in gran conto. Del resto, una location come la Villa Marittima del I° secolo sembra riemergere apposta dal passato per evocare la Minori di un tempo, la dimensione umana, le vicende che l’hanno forgiata come noi la viviamo nel presente. 

Merito, dunque, all’organizzazione e a chi ha voluto con determinazione dare continuità a questo evento, ormai fiore all’occhiello e simbolo dell’intraprendenza e dell’ospitalità di un intero territorio. Merito alla cittadinanza, che ancora una volta collaborerà e farà sua l’iniziativa. Merito agli operatori economici e particolarmente ai ristoratori, chiamati a rinnovare col richiamo di finezze culinarie impareggiabili un fascino che include i sapori ed il gusto.

Un grazie di cuore alla Sovrintendente Adele Campanelli che pur subendo tagli di risorse assicura la gestione della villa Romana e la concede per eventi importanti. Un grazie al Presidente Caldoro, all’Assessorato al Turismo e alla Giunta Regionale della Campania che con il sostegno economico hanno reso possibile l’evento.

Da parte dell’Amministrazione Comunale il sostegno è stato ancora una volta pieno, nella consapevolezza che il GustaMinori, oltre che manifestazione spettacolare e culturale di qualità, rappresenta un investimento per tutti, destinato a rinsaldare e approfondire i rapporti di Minori col resto d’Italia e col mondo. Anche per questo non mancherà il patrocinio comunale al Premio Internazionale di Letteratura Enogastronomica, evento tradizionalmente associato al GustaMinori e che ne completa l’ambito prospettico.

Lo sforzo è stato grande, da parte di tutti. Mi auguro che tutti ne siano ampiamente ripagati.

 

Il Sindaco di Minori

Andrea Reale

LASCIA UN COMMENTO