La rappresentanza studentesca è responsabilità, così i rappresentanti degli studenti all'Università di Salerno.

0
48

La rappresentanza studentesca è RESPONSABILITA’! Responsabilità nei confronti della tutela dei diritti degli studenti, dei loro doveri, della Governance di ateneo intesa come partecipazione alle decisioni negli organi accademici, dell’implementazione stessa del modello UNISA.

Non solo responsabilità, ma anche dovere nel migliorare la vita dello studente e fornirgli i mezzi per poter entrare con semplicità nel mondo del lavoro, presentando come biglietto da visita un percorso conseguito nel nostro campus, è nostro compito preservare questo biglietto da visita per renderlo sempre più appetibile, è nostro compito essere dei buoni studenti e impegnare tutte le nostre migliori abilità per migliorare il nostro campus.

Ed è per tutti questi motivi e tanti altri ancora, relativi ad esempio a quel senso di appartenenza che è il motore propulsivo di qualunque comunità, che noi abbiamo scelto di prenderci questo onere e questo onore ed è per questo motivo che vorremmo essere messi in condizioni di poter svolgere il nostro “lavoro”.

L’Università ha da poco subito un rinnovamento e nonostante questo purtroppo alcune criticità del sistema continuano a persistere, senza alcuna sorpresa da parte nostra. Ultima ma non meno importante la questione relativa al bando per l’assegnazione degli spazi dedicati alle associazioni studentesche. Bando a cui moltissime realtà associative dell’Ateneo Salernitano hanno partecipato. Alcune altre realtà hanno invece ritenuto opportuno presentare presentare un ricorso al TAR, ritenendo il bando illegittimo e non presentando domanda. Tutto questo sembra essersi tradotto in un vero tormentone, noi alla luce di due richieste di sospensione del bando, da parte dei firmatari del ricorso, rigettate dal TAR in fase cautelativa, aspettiamo la sentenza per esprimerci in merito. Intanto la domanda che ci poniamo è: come sia possibile pensare di dover mettere i bastoni tra le ruote ad alcuni processi propri degli Studenti che cercano di rimarcare quei principi che sono alla base dei nostri fondamenti democratici e che oggi purtroppo sembrano solo delle utopie.

Il nostro percorso è cominciato un anno fa e in questo periodo tutti i risultati ottenuti da questo gruppo di rappresentanza sono stati guidati da principi quali il merito, la partecipazione, la responsabilità, il rispetto delle regole, tutto improntato a voler lasciare il segno non solo nelle mura del campus ma nella loro accezione più ampia della società tutta di cui ci sentiamo protagonisti.

 Il merito da tutti predicato in questi ultimi tempi significa valorizzare le eccellenze sapendo di dover rinunciare alle posizioni più ambite lasciandole a chi potrebbe essere più bravo di noi a governarle.

La partecipazione è il dovere di coinvolgere quanto più possibile la comunità e contemporaneamente la responsabilità di prendere delle decisioni, a volte anche non accettate da tutti, nell’ ottica del bene comune, ma responsabilità intesa anche come presenza e attenzione quotidiana a tutte le problematiche.

Il rispetto delle regole, questione imprescindibile di ogni società civile, postulato necessario e sufficiente affinché tutti abbiano le stesse possibilità di crescita e formazione.

Tutto quello che vi abbiamo raccontato in queste poche righe è il motivo principale del nostro impegno nella rappresentanza studentesca, è il motivo che ci continuerà a guidare fino alla fine del nostro mandato e la cosa che ci auguriamo è che sempre più studenti di questo Ateneo vogliano condividere con noi questo percorso per tradurre i nostri principi in ulteriori atti pratici a favore dei futuri professionisti di questo paese, NOI studenti.

 

Fisciano,21 Febbraio 2014                                                                       Il Presidente del Consiglio degli Studenti

I Rappresentanti in seno al Senato Accademico

I Rappresentanti in seno al Consiglio di Amministrazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO