Microcredito: cos’è e a chi si rivolge

0
76

La crisi economica degli ultimi anni ha causato una prolungata recessione, che ha colpito e continua a colpire milioni di cittadini e imprese in Italia e in molti paesi dell’Unione Europea. Le conseguenze negative sono molte, non ultime le crescenti difficoltà nell’accesso al credito da parte di chi non è in grado di fornire sufficienti garanzie alle banche.

In questo quadro e in questo momento storico, nasce il progetto di Microcredito FSE della Regione Campania, che utilizza consistenti risorse finanziarie del POR FSE 2007-2013. Un finanziamento a tasso zero da 5.000 a 25.000 €, per favorire l’accesso al credito da parte delle microimprese, agevolare l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego da parte di soggetti svantaggiati.

Gazzetta di Salerno ha intervistato il Presidente del C.L.A.A.I., Dott. Gianfranco Ferrigno, per capire a chi si rivolge il microcredito, quali siano i requisiti necessari, quali siano i termini di scadenza ecc.

Per accedere al MIcrocredito FSE è necessario rispondere ad alcuni requisiti. Di seguito i settori e i soggetti a cui si rivolge il fondo:

1. Asse I – Ob. Op. c2 – Imprese, lavoratori occupati, lavoratori autonomi, liberi professionisti, lavoratori in CIGO e mobilità, lavoratori parasubordinati, lavoratori in CIGS e CIG in deroga. Attività imprenditoriali o di autoimpiego riconducibili alla gemmazione da imprese esistenti

2. Asse II – Ob. Op. e4 – Disoccupati, inoccupati, inattivi, lavoratori in CIGS e mobilità, con una specifica attenzione ai giovani, disoccupati di lunga durata, donne e immigrati, gli studenti Attività imprenditoriali o di auto-impiego secondo quanto previsto dalla Strategia e dalle Direttive di attuazione

3. Asse III – Ob. Op. g3 – Popolazione immigrata, persone diversamente abili, gruppi a rischio di esclusione sociale, studenti e popolazione disoccupata, imprese, scuole, operatori dei sistemi, giovani e donne. Attività imprenditoriali o di auto-impiego secondo quanto previsto dalla Strategia e dalle Direttive di Attuazione

Sono ammessi tutti i settori di attività economica, eccetto quelli esclusi dai Regolamenti Comunitari vigenti. Le imprese beneficiarie devono avere sede legale, operativa e amministrativa nella Regione Campania.

Sviluppo Campania promuove la collaborazione con enti e associazioni che metteranno a disposizione sportelli informativi e personale da dedicare alle attività di informazione relative all’utilizzo del Microcredito FSE. L’obiettivo è garantire la conoscenza e la diffusione trasparente, capillare e puntuale delle informazioni. Con il Microcredito FSE, la Regione Campania lancia un’iniezione di fiducia nell’intero tessuto regionale, la prospettiva di nuove attività che valorizzino la produttività e le menti del territorio, la prospettiva di nuove opportunità di lavoro. In virtù della fiducia, è necessario fornire ai cittadini informazioni trasparenti e in maniera capillare, in modo da convincere chi ha un’idea imprenditoriale ad accedere al fondo di Microcredito.