La Tgroup Arechi perde al fotofinish il derby con la Rari Nantes Salerno, ma a vincere è la solidarietà.

0
53

Coreografia derby Tgroup Arechi vs Rari NantesDerby combattuto ed equilibrato ma, nel contempo corretto, quello della sesta giornata del campionato di serie A2 di pallanuoto maschile, tra la Tgroup Arechi e la Rari Nantes Salerno. Alla Piscina “Simone Vitale”, vincono i giallorossi per 6-5, con la formazione del presidente De Rosa che fallisce il gol del pareggio in extremis, colpendo una traversa a pochi secondi dalla fine. Il pareggio probabilmente sarebbe stato il risultato più giusto per come si è sviluppato il match in acqua.

L’equilibrio regna fin dal primo parziale quando, dopo il rigore fallito da Postiglione, ad un minuto dall’inizio della gara, al gol di Del Basso (che realizza in superiorità, portando in vantaggio la Tgroup) risponde Lupo con una rete da posizione 3. Il primo tempo finisce in parità 1-1.

Anche il secondo parziale termina con lo stesso parziale: D’Angelo concretizza per gli scudocrociati con uomo in più, ma Pica pareggia immediatamente i conti.
Si torna in vasca sul 2-2 e ad aprire le danze è nuovamente il sette di Citro con Mario Del Basso sempre in superiorità. La risposta della formazione di Grieco non si fa attendere e arriva con Donnabella, a segno anche lui con uomo in più. A 3’58 dalla fine del terzo periodo di gioco, la Rari Nantes Salerno passa per la prima volta in vantaggio con il gol di Postiglione, ma gli scudocrociati ristabiliscono l’equilibrio con una palomba di Barberisi. Il terzo tempo finisce comunque in parità (2-2).

Si riparte nel quarto periodo di gioco dal punteggio di 4-4. I giallorossi perdono Vuolo mentre gli scudocrociati restano senza Maccioni: entrambi raggiungono il limite falli consentito. La Tgroup Arechi si riporta per prima in vantaggio con Simonetti che va a segno allo scadere della sirena dei 30’’. La successiva doppietta di Sica blinda il successo dei giallorossi: il centroboa della Rari Nantes Salerno prima pareggia i conti in superiorità, poi segna il gol della vittoria a poco più di un minuto dal termine. La Tgroup Arechi reagisce ma il tiro di Del Basso a 40 secondi dalla fine della gara si stampa sulla traversa.

“E’ stata una bellissima partita, molto combattuta – commenta il presidente degli scudocrociati Gianluca De Rosa-, peccato per quella conclusione nel finale, il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, in ogni caso abbiamo dimostrato di poter giocare alla pari anche con squadre più forti”. “Abbiamo giocato una buona gara, soprattutto in difesa – commenta il tecnico Matteo Citro – ma abbiamo sprecato qualche occasione di troppo in attacco”.

A vincere il derby in ogni caso sono stati lo sport e la solidarietà. Bellissima la coreografia sugli spalti, con lo striscione “Siamo tutti salernitani” e non è mancata la solidarietà anche da parte degli appassionati di pallanuoto per il piccolo Armandino. In tanti hanno partecipato alla raccolta fondi per il leoncino salernitano, contribuendo all’iniziativa, effettuando donazioni nell’apposito spazio allestito dalla società scudocrociata. Prima della gara, inoltre, il presidente della Tgroup Arechi, Gianluca De Rosa ha consegnato il contributo della società scudocrociata al nonno di Armandino, Dino Maglio, intervenuto alla “Vitale”. Entrambe le squadre hanno poi donato gadgets destinati al piccolo guerriero salernitano. Da parte della Tgruop la maglietta degli invicti e la calottina N.1.

Tgroup Arechi-RN N Salerno 5-6
(parziali 1-1; 1-1; 2-2; 1-2)
Tgroup Arechi: Palermo, Del Basso 2, Sicignano, Ruocco, Baviera, Simonetti 1, Bonocore, Barberisi 1, Maccioni, D’Angelo 1, Spatuzzo, Cvetkovic, Gallo. All. Citro.
RN Nuoto Salerno: Noviello, Donnabella 1, Lupo 1, G. Parrilli, Pasca, Esposito, Bagnoli, Pica 3, Gallozzi, Vuolo, Siani, A. Parrilli, Postiglione 1. All. Grieco.
Arbitri: Castagnola e Petronilli.
Note: usciti per limite di falli Maccioni (A) e Vuolo (S) nel quarto tempo; superiorità numeriche Tgroup Arechi 3/11 e Rari Nantes Salerno 2/13 + un rigore fallito (fuori) da Postiglione nel primo tempo; spettatori 300 circa.

LASCIA UN COMMENTO