Istat, soddisfazione per la vita, Campania maglia nera.

Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

Nel 2022 la quota di soddisfatti è in decisa crescita tra i giovani di 14-19 anni (58,2%, +5,9 punti rispetto al 2021), mentre è sostanzialmente stabile nel complesso della popolazione.

Con il venir meno delle restrizioni nel contrasto alla pandemia, si osserva una ripresa forte e generalizzata della soddisfazione per il tempo libero trascorso e per le relazioni amicali, soprattutto tra i giovani, e cresce leggermente anche la soddisfazione per le relazioni familiari, in particolare tra le persone di 65 anni e più (dall’85,6% nel 2021 all’88,6% nel 2022).

Continua a calare invece la soddisfazione per lo stato di salute, soprattutto tra gli anziani (dal 59,1% al 55,3% tra gli individui di 75 anni e più).

“L’ennesimo record negativo per la Campania grazie all’inettitudine del governatore De Luca e alla sua disastrosa gestione di Palazzo Santa Lucia. Secondo i dati Istat, infatti, nel 2022 la Campania – dove si registra il calo più marcato rispetto all’anno precedente – risulta essere la regione con più basso livello di soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita (35,7%). Un dato inquietante che bene riassume la realtà dei fatti su un territorio, quello campano, dove per anni l’ipocrisia e l’opportunismo di De Luca – che intanto continua a fare di tutto, senza farsi scrupoli, pur di restare attaccato alla poltrona – hanno letteralmente distrutto la sanità pubblica e messo in ginocchio l’occupazione, offendendo profondamente e togliendo prestigio e credibilità a un’intera regione e ai suoi abitanti. De Luca dovrebbe vergognarsi per aver reso la Regione Campania la peggiore in Italia in termini di qualità della vita. Bocciato come governatore. Faccia altro. D’altronde, la fama della sua più totale incompetenza lo precede ormai. Non ha più scampo. Tutti i disastri – frutto di sue dissennate scelte politiche – stanno venendo a galla, giorno dopo giorno. I cittadini finalmente iniziano a conoscere la verità su come De Luca per anni ha mandato avanti, e tutt’oggi continua, una politica del tutto scriteriata con una sfacciataggine inaudita, attaccando di volta in volta personaggi diversi per non intestarsi mai le sconfitte. Dovrebbe fare un ‘mea culpa’ e chiedere immediatamente scusa ai campani”.  Lo dichiara il Senatore di Fratelli d’Italia Antonio Iannone, commissario regionale del partito in Campania.