Palazzo De Falco di proprietà del Comune di Fisciano affidato alla Fondazione Lista per farne uno dei maggiori attrattori culturali della Valle dell’Irno.

0
69

ILCAVALLO_DI_SABBIA__MIMMO_PALADINO_PALAZZO_DE_FALCO_FISCIANOIl Palazzo De Falco, storico edificio di proprietà del Comune di Fisciano, è stato affidato dalla locale amministrazione comunale alla “Fondazione Pietro Lista”.

L’antico complesso – fabbricato padronale di circa millecinquecento mq coperti distribuiti su quattro piani e mille mq di giardino, oltre ad una splendida corte interna – è ubicato a breve distanza dall’attuale sede comunale e dall’Università degli Studi di Salerno. Ha subito diverse trasformazioni e rimaneggiamenti fino alla realizzazione del “nuovo” edificio datata 1873.

«Da pochi giorni i locali di Palazzo De Falco sono stati destinati alla Fondazione Pietro Lista che si occuperà di gestire l’eredità culturale del MMMAC (Museo Materiali Minimi d’Arte Contemporanea), il Museo dell’Artigianato e della Civiltà Contadina, collocato nei locali del seminterrato, e della Biblioteca Comunale. Infatti, è stato siglato un contratto di comodato d’uso gratuito della durata di dodici anni tra il Comune di Fisciano e la Fondazione Pietro Lista con l’obiettivo di realizzare nella Valle dell’Irno un polo museale regionale, in via di riconoscimento da parte dell’Ente, fruibile dai cittadini», ha dichiarato l’avvocato Tommaso Amabile, ex sindaco di Fisciano, nel corso della conferenza stampa di presentazione della Fondazione.

Il Cavallo di sabbia di Mimmo Paladino, collocato lungo le mura perimetrali del giardino del Palazzo, diventa il simbolo del Polo Museale (la scultura di proprietà del MMMAC è stata concessa al Comune di Fisciano in comodato d’uso gratuito).

L’obiettivo della ʺFondazione Pietro Listaʺ è duplice: da un lato organizzare corsi di ceramica, di scrittura creativa e di musica, seminari, gruppi di studio, mostre ed eventi legati all’arte contemporanea, iniziative che rientrano nell’eredità culturale del MMMAC (Museo materiali minimi di arte contemporanea) già fondato da Lista nel 1992; dall’altro valorizzare l’attività di ricerca artistica cinquantennale del maestro istituendo l’archivio Pietro Lista, organizzando corsi di grafica e ceramica che mirano a catalogare ed archiviare il patrimonio iconografico dell’artista.
ComunicatoIl consiglio di amministrazione della ˮFondazione Pietro Listaʺ è costituito dal designer Ferdinando Basile, presidente della Fondazione, dall’artista Pietro Lista, che ne è anche il fondatore, da Nuvola Lista, presidente del Museo materiali minimi d’arte contemporanea.

Tra i soci fondatori l’avvocato Tommaso Amabile e il dott. Mimmo Sessa, presidente della BCC di Fisciano, da sempre convinti sostenitori della Fondazione.

LASCIA UN COMMENTO