Quotazioni immobiliari di Costiera Amalfitana, Costa Cilentana e Golfo di Policastro.

0
314

Positano - Gruppo Tecnocasa okLe quotazioni immobiliari nella costiera amalfitana hanno evidenziato stabilità durante il secondo semestre 2014.

Ad Amalfi si registra un discreto dinamismo sul mercato della casa vacanza e, soprattutto, su quello della prima casa. Infatti il ribasso dei prezzi, verificatosi negli anni scorsi, permette ora anche ai residenti di poter acquistare. La maggioranza di chi cerca casa ad Amalfi difficilmente vuole spendere più di 400-500 mila €, ad eccezione di coloro che si muovono su un mercato top per tipologia immobiliare e per location. Si prediligono sempre più le soluzioni in buono stato e che non richiedono interventi di ristrutturazione. Tra coloro interessati ad acquistare la seconda casa prevalgono gli stranieri, (europei soprattutto) mentre sono in calo gli italiani che vogliono fare un investimento.

Ad Amalfi per gli immobili fronte mare, per quelli situati all’interno dei parchi immobiliari sul mare, per quelli ubicati nei pressi della centralissima piazza Duomo o comunque centrali e facilmente raggiungibili si raggiungono prezzi di 7000 € al mq: punte di 10 mila € al mq si toccano per il momento solo nel centro di Positano, grazie ad un mercato prettamente turistico d’elite e alla bassa offerta presente sul territorio. Per le soluzioni più popolari si registrano valori medi di 4000 € al mq, stesse quotazioni anche per le abitazioni presenti nella vicina località di Ravello e nel centro storco di Amalfi, dal momento che gli immobili sono poco luminosi e non sempre godono della vista mare a causa della conformazione urbanistica medioevale. Nelle zone più collinari, maggiormente decentrate ma al contempo panoramiche e servite, si registrano prezzi medi di 3000 € al mq che scendono a 2000 € al mq per le soluzioni con accesso più scomodo. Sul mercato delle locazioni turistiche si registra una domanda alimentata soprattutto da stranieri e aumentano sempre di più coloro che cercano affitti settimanali.

Non lontano sorgono Maiori, Minori e Cetara.
Cetara, che vanta anche un porto turistico, ha un mercato più d’elite dove acquistano soprattutto professionisti residenti nel Nocerino-Sarnese. Parliamo di un piccolo borgo che offre case arroccate, con bellissima vista panoramica sul golfo di Salerno che possono toccare valori di 6000 € al mq quando sono in buono stato e posizionate fronte mare. Se ci si allontana dal mare i valori possono scendere a 3000 € al mq. Nel Centro storico di Cetara ci sono anche soluzioni con volte a croce e camere allineate che piacciono soprattutto ad appassionati del genere. Minori è un comune molto piccolo, racchiuso quasi interamente nel suo centro storico. Le soluzioni presenti sono tutte di epoca storica e sono particolarmente apprezzate quelle fronte mare, le cui valutazioni oscillano tra 2500 e 3000-3500 € al mq a seconda della vista. Le zone più interne presentano quotazioni di 2000 € al mq, che salgono a 2500 € al mq per le abitazioni ubicate in aree più collinari da cui si accede tramite scalinate.

Sul mercato immobiliare di Vietri sul Mare si registra un maggiore interesse per l’acquisto della prima casa da parte dei residenti locali: il ribasso dei valori li ha fatti riavvicinare al mercato. Comprano genitori per i figli oppure coppie giovani in procinto di sposarsi. Sul mercato delle seconde case si muovono soprattutto persone provenienti dalla provincia di Napoli e alla ricerca di abitazioni con due camere e cucina, preferibilmente già ristrutturate, con terrazzo con vista mare e su cui investire cifre medie di 150 – 250 mila €; si richiedono esclusivamente le zone vicine al mare oppure le aree periferiche ma caratteristiche. La Marina di Vietri piace perché offre immobili d’epoca con fronte mare o vista mare. Le quotazioni medie sono di 3500 € al mq, ma il valore può salire a 4000 € al mq se ci sono spazi esterni vivibili e vista mare. Piacciono anche i borghi di Albori e Raito sorti all’inizio del 1800 e caratterizzati da scalinate e soluzioni semindipendenti. Nonostante siano in posizione collinare e più distanti dal mare regalano immobili molto panoramici. Ad Albori una casa con vista mare costa 2400-2900 € al mq, se ne è sprovvista il valore scende a 1500-1600 € al mq, ma è comunque molto difficile collocarla sul mercato. Raito si trova in collina ed è caratterizzato da una buona esposizione e un’ottima vista su tutto il golfo di Salerno: i prezzi sono più bassi e si attestano a 2000-2400 € al mq per abitazioni con vista mare e 1200-1300 € al mq per quelle sprovviste. Immobili d’epoca sono disponibili nel centro di Vietri sul mare a prezzi che possono andare da 2000 a 3500 € al mq.

Le quotazioni immobiliari nella costiera cilentana hanno evidenziato un calo dell’1,2% durante il secondo semestre 2014.
Lieve ribasso (-1,2%) per le quotazioni delle abitazioni di Agropoli, soprattutto per quelle posizionate più distanti dal mare.
Nel centro di Agropoli la richiesta di immobili è orientata soprattutto sulla prima casa, in particolare da quando c’è un più facile accesso al credito. A muoversi sul mercato sono soprattutto famiglie residenti e, negli ultimi tempi, si registra un rientro nella cittadina da parte di giovani coppie che in passato, a causa dei prezzi troppo alti, avevano acquistato nei paesini limitrofi dove le nuove costruzioni avevano prezzi più accessibili. Molto apprezzata la zona Centro-Porto, dove prevalgono le costruzioni degli anni ’80: i prezzi oscillano, tra 2000-2300 € al mq per un buon usato, con un massimo di € 3000 per abitazioni signorili ristrutturate con vista mare. Anche se più decentrata e distante dai negozi di prima necessità, piace la zona Selva, che si affaccia sul Porto e sul Castello, dove l’offerta immobiliare consiste in piccoli condomini e villette singole degli anni ’70-’80, che attualmente si valutano intorno a 2000 € al mq. I prezzi scendono a 1000-1200 € al mq nella zona più vecchia, quella del Castello e delle Mura. Di altrettanto interesse per l’acquisto della prima casa, ma a prezzi più contenuti rispetto al Centro, sono le zone a ridosso della stazione ferroviaria e dei giardini pubblici. Ultimamente si registra una buona richiesta per la zona di Madonna del Carmine, a circa 2 km dal centro, con un’offerta di villette a schiera e piccoli condomini acquistabili a prezzi medi di 1500 € al mq per un buon usato.

La domanda di casa vacanza arriva prevalentemente da persone residenti nella regione (dalla provincia di Salerno, Napoli ed Avellino), ma ci sono anche investitori che cercano per mettere a reddito l’immobile oppure per avviare un B&B. Questi ultimi si orientano spesso su palazzine, ma a causa dei costi elevati ripiegano verso i paesi più interni dove i prezzi sono più contenuti (Torchiara ad esempio). Chi cerca la seconda casa si orienta prevalentemente sulla zona costiera. Nei desideri degli acquirenti la casa vacanza deve essere prevalentemente a piano terra, con spazio esterno oppure al primo piano con terrazzo a ridosso della fascia costiera. Una delle zone che piace maggiormente è il lungomare di San Marco caratterizzata da numerosi edifici degli anni ’70-’80 che si scambiano a prezzi medi di 2000 € al mq, con punte di 3000 € al mq se posizionati fronte mare. Chi desiderasse delle villette a schiera o delle soluzioni indipendenti deve optare per la zona della collina di San Marco, dove se ne trovano a 2000 € al mq. Prezzi di 2500 € al mq anche per le soluzioni che sorgono nel Lido Azzurro, area prettamente turistica ubicata tra il centro e la costa con meno servizi e attività commerciali, di recente costruzione un porto turistico per le piccole imbarcazioni.

A fronte delle poche nuove costruzioni presenti ad Agropoli, sono molti gli interventi di recupero urbanistico del patrimonio immobiliare risalente agli anni ’60-‘70, ottenuto con l’attuazione della “Legge Piano Casa”. Gli ultimi complessi di nuova costruzione situati nelle aree più periferiche risalgono a circa una decina di anni fa, i prezzi in media sono di 1500 € al mq.

In lieve ribasso (-2,6% nella seconda parte del 2014) le quotazioni immobiliari a Capaccio dove però si registra un mercato abbastanza rallentato a causa di una bassa presenza di servizi. Ciò però non impedisce a famiglie con bambini e persone anziane, alla ricerca di tranquillità e di ampie spiagge, di cercare casa in zona. Arrivano prevalentemente dall’area di Napoli. La domanda immobiliare esprime un budget medio di 100-120 mila € per acquistare soluzioni indipendenti con giardino, (villette a schiera, ville singole e soluzioni bifamiliari) quanto più possibile vicino al mare. Una delle zone prescelte da chi cerca la seconda casa è Laura, in particolare la parte dove si concentrano le strutture alberghiere e si trovano locali commerciali e ristoranti. Per un buon usato si spendono mediamente intorno a 1300 € al mq. L’offerta è costituita prevalentemente da soluzioni indipendenti immerse nella pineta che le separa dal mare. A seguire, tra le zone che piacciono c’è Licinella dove è possibile trovare anche degli appartamenti e una buona presenza di servizi. Le quotazioni sono simili. Poco il nuovo realizzato non oltre un anno fa (anche perché la presenza dei templi di Paestum comporta vincoli archeologici). Le richieste dei costruttori sono intorno a 2000 € al mq, ma non incontrano la capacità di spesa dei potenziali acquirenti e di conseguenza il mercato appare fortemente rallentato, con alte percentuali di invenduto.

Nel secondo semestre del 2014 a Castellabate le quotazioni immobiliari sono diminuite del 2,8%, in particolare nelle zone periferiche. La ricerca della seconda casa arriva prevalentemente da persone residenti nel napoletano e, in parte, da Avellino e provincia. In particolare si cercano abitazioni nuove e ristrutturate che, in zona, si ricavano prevalentemente da interventi di riqualificazione urbanistica grazie all’attuazione del “Piano Casa”. La domanda si orienta su bilocali di circa 50-60 mq con spazio esterno e situati nei pressi del mare. In genere si tende ad utilizzare l’abitazione non solo durante il periodo estivo ma anche durante il weekend. La maggioranza delle richieste si inserisce in una fascia di spesa compresa tra 140 e 150 mila €.

La zona dove si realizza il maggior numero di compravendite è Santa Maria, tra il centro e il lungomare, dove si concentrano il passaggio pedonale e gli esercizi commerciali. In questa zona le quotazioni per un immobile di circa 50-60 mq nuovo o ristrutturato e posizionato fronte mare possono arrivare a 3200 € al mq. La restante offerta abitativa risale agli anni ’70-’80 e ha prezzi medi di 2500-2900 € al mq. Apprezzata anche la località Lago, preferita soprattutto da famiglie con bambini perché più tranquilla e con spiagge ampie. Qui è possibile acquistare abitazioni semindipendenti con giardino inserite in parchi privati, i prezzi medi del ristrutturato si aggirano intorno a 3000 € al mq con punte di 3500-4000 € al mq per le soluzioni con accesso diretto al mare. Negli ultimi tempi i potenziali acquirenti apprezzano anche la zona di San Marco, caratteristico borgo sorto intorno ai resti del porto greco-romano, dove si trova il porticciolo e un centro benessere di talassoterapia: un buon usato costa 2500-2700 € al mq, un appartamento a ridosso del mare già ristrutturato o di nuova costruzione 3000-3200 € al mq. Un mercato di nicchia è quello delle ville singole ubicate nelle aree collinari con vista mare e tra la Baia di Ogliastro Marina e Punta Licosa, dove i prezzi per tali soluzioni sono di almeno 500-600 mila €.

In collina sorge il paese di Castellabate, borgo medievale da cui si può godere della vista panoramica su Capri e sulla costiera amalfitana. Parliamo di edifici d’epoca che piacciono soprattutto agli stranieri o agli amanti del genere. Si sta procedendo alla riqualificazione di vecchi immobili ma al momento il mercato non sembra particolarmente dinamico. Per un buon usato si registrano valori che possono andare da 2100 a 2200 € al mq. Allontanandosi oltre i 2 km dal mare sorge una zona più periferica dove i prezzi hanno subito un importante ribasso e le quotazioni, soprattutto per soluzioni indipendenti, si aggirano intorno a 2000 € al mq.

In leggero ribasso le quotazioni di Palinuro (-2,6% nella seconda parte del 2014.) Si registra un buon interesse per la seconda casa da parte di acquirenti provenienti dalle altre province della Campania. La domanda si orienta su appartamenti con due camere da letto, dotati di spazio esterno e posto auto, per il quale il budget medio è intorno a 80-150 mila €. La vicinanza al mare è molto richiesta ma i prezzi elevati inducono i potenziali acquirenti ad allontanarsi dal mare per abbattere i costi. Ad acquistare sono prevalentemente famiglie, meno presenti gli investitori dal momento che la domanda di case in affitto a Palinuro si concentra soprattutto nei mesi di luglio ed agosto. Tra le zone più richieste ci sono le centrali via Indipendenza e corso Pisacane, dove si concentra il maggior numero di negozi e di attività commerciali. Per un buon usato si spendono mediamente 1700-2000 € al mq. Per la vicinanza al mare piace la zona Saline, con spiagge sabbiose e più accessibili alle famiglie: i prezzi sono di 2500-3000 € al mq. Più distanti dalla costa sorgono le zone Piana e Trivento il cui sviluppo edilizio si è avuto soprattutto negli anni ’80-’90, con soluzioni a schiera e appartamenti in residence, spesso sorti come strutture ricettive e convertite nel tempo. Per queste tipologie i prezzi sono di 800-1200 € al mq, ma scendono a 1000-1500 € al mq per le soluzioni indipendenti con vista mare ubicate nelle zone collinari. Piana e Trivento sono le località dove si realizzano maggiori compravendite dal momento che i prezzi sono più bassi. Un mercato simile si registra nella zona di Casaburi.

Le quotazioni degli immobili delle zone del Golfo di Policastro sono stabili. Si registra una buona domanda di seconda casa da parte di famiglie provenienti da Lazio, Basilicata e dalle altre province della Campania. La domanda si orienta su appartamenti costituiti da due camere con angolo cottura e giardino. Richieste anche per le villette e gli appartamenti a schiera. Ad eccezione di Sapri, dove si registra anche una discreta domanda di prima casa, in tutte le altre località la domanda è orientata sulle case vacanza. Poco presenti gli investitori.

Sapri, le cui quotazioni sono stabili nella seconda parte del 2014, è la località più grande e più apprezzata tra tutte quelle del Golfo, ma si apprezzano anche le spiagge di Scario e Policastro che si sviluppano verso Palinuro e Marina di Camerota. Sapri è la località dove si concentra il maggior numero di richieste grazie alla Stazione Ferroviaria e ai numerosi servizi. In particolare, si apprezzano corso Garibaldi e via Kennedy, dove le soluzioni degli anni ’90 con vista mare costano intorno a 1500-1700 € al mq. Leggermente più elevati i prezzi delle abitazioni su lungomare Italia, dove una tipologia vista mare costa intorno a 2000-2200 € al mq. Lungo la strada che conduce al porto ci sono ville sul mare che costano mediamente 3000 € al mq. Poche le nuove costruzioni essendo il territorio ormai saturo. I pochi cantieri presenti hanno quotazioni medie di 2000 € al mq. Valori più elevati si registrano per le abitazioni presenti a Villammare dal momento che sul mercato c’è poca offerta: la parte più richiesta è il lungomare con valori medi di 2000-2500 € al mq e punte di 3000 € al mq per le soluzioni posizionate in prima fila e quelle indipendenti, dalle quali si gode della vista panoramica. Una delle zone più apprezzate di Scario è quella del porto turistico-lungomare dove le abitazioni in vendita sono le più ambite. Le quotazioni in questa zona possono oscillare da 2000 a 3000 € al mq contro una media di 1500 € al mq che si registrano in centro.

Nella periferia di Scario ci sono parchi attrezzati e le soluzioni di 50-60 mq si scambiano a prezzi medi di 1200-1500 € al mq.

A Policastro sono sempre via Nazionale e le strade limitrofe al porto turistico a concentrare la maggioranza delle richieste: i prezzi raggiungono 1500-1800 € al mq e scendono a 1000 € al mq nella parte più collinare e più difficilmente accessibile.

LASCIA UN COMMENTO