La gioventù cilentana in preghiera nell'Anno Giubilare della Misericordia.

Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.

19062015_convegno-vescovo-vallo_03“…Al Giubileo dei Giovani, riferiscono i Vicari Foranei, celebratosi a Vallo della Lucania, sabato pomeriggio 5 marzo scorso, i giovani, per un primo momento di riflessione, si sono ritrovati con Mons. Vescovo nella Chiesa di S. Maria delle Grazie e dopo la preghiera comune del Salmo 62 e l’ascolto della canzone di Battiato “ E ti vengo a cercare”, in processione si sono incamminati verso la Chiesa Cattedrale, portando la Croce.

Giunti dinanzi alla Cattedrale, dopo la lettura del significato della Porta Santa, seguendo il Vescovo, hanno varcato la Porta della Misericordia. Dopo l’ascolto del Vangelo di San Giovanni circa la domanda di Gesù ai due discepoli “ che cercate?”, il Vescovo Miniero ha tenuto una profonda e toccante meditazione. L’appuntamento è stato animato dal Gruppo “Sale della Terra”.

Altrettanto numerosa è stata la partecipazione dei ragazzi alla data del 12 marzo presso il Santuario del Granato in Capaccio-Paestum. I giovani delle Foranie di “Paestum-Tresino”, “Castellabate-Cilento” e “Cervati-Calore” dopo aver attraversato la Porta Santa hanno preso parte alla Liturgia penitenziale presieduta dallo stesso Vescovo”.

Il 5 e il 12 marzo rispettivamente a Vallo della Lucania e a Capaccio/Paestum si è voluto celebrare il “Giubileo dei Giovani”. Località e date diverse per consentire alla gioventù cilentana una più facile e diffusa partecipazione. La celebrazione del 5 marzo si è tenuta nella Chiesa Cattedrale di Vallo della Lucania, mentre quella del 12 marzo nel Santuario della Madonna del Granato a Capaccio/Paestum. I due momenti hanno registrato l’azione pastorale delle Foranie “Velia-Mingardo” e “Gelbison-Alento”. Il Giubileo dei Giovani nel Cilento ha visto il fattivo contributo pastorale dei vicari foranei Don Aniello Carinci, Don Marco Torraca, Don Donato Orlando, Don Cosimo Cerullo, Don Giovanni Di Napoli.

Il Giubileo della Misericordia voluto da Papa Francesco sarà lo scenario della GMG del 2016. Roma per la circostanza, meta del Pellegrinaggio Giubilare, offrirà ben quattro diversi momenti da vivere in comunione: il Pellegrinaggio della Misericordia, la Festa allo Stadio Olimpico, la Messa in Piazza San Pietro con il Papa e le Sette Opere di Misericordia. La celebrazione del Giubileo dei Giovani nel Cilento è propedeutica a questo momento ancora più ampio e importante. Servirà a prepararsi agli eventi di Cracovia. “Il 2016 sarà in tutto e per tutto dedicato al tema della misericordia. Cracovia si prepara ad accogliere la GMG che diventerà anche il momento dedicato al grande Giubileo dei Giovani che oltrepasseranno la ‘porta santa’ nel campus misericordiae, luogo della veglia e messa finale. Quale meta migliore di Cracovia, città di Suor Faustina e di Giovanni Paolo II, per celebrare questo giubileo? Come ha sottolineato Mons. Rino Fisichella, impegnato nell’organizzazione dell’Anno Santo, “il Papa desidera che questo Giubileo sia vissuto a Roma così come nelle Chiese locali. Per la prima volta nella storia dei Giubilei, viene offerta la possibilità di aprire la Porta Santa -Porta della Misericordia- anche nelle singole diocesi, in particolare nella Cattedrale o in una chiesa particolarmente significativa o in un Santuario di particolare importanza per i pellegrini”. Da questo presupposto, afferma Fisichella, i giovani potranno “oltrepassare la Porta della Misericordia” proprio nella città di Cracovia nell’ultima decade del mese di luglio (dal 24 al 31 luglio p.v.).

Continui questa pacifica invasione di giovani. Ognuno nel proprio cammino spirituale si faccia toccare il cuore da Cristo. Viva un momento di Chiesa straordinario. Diventi testimone di Misericordia.

 

Emilio LA GRECA ROMANO