Confcommercio Nocera, continua il dialogo con il Comune.

0
687

cantarelladal Presidente di Confcommercio Nocera Inferiore Alfonso Cantarella riceviamo e pubblichiamo

“Tra  Amministrazione comunale e la nuova Confcommercio di Nocera Inferiore prosegue il dialogo, il confronto orientato alla costruzione di proposte e soluzioni condivise su diversi temi che riguardano lo sviluppo della città.

Dopo un periodo di sperimentazione della nuova ZTL (Zona a Traffico Limitato) durato sessanta giorni,  l’Amministrazione comunale  ha dato ascolto anche al forte disagio manifestato dai commercianti della zona interessata dal provvedimento di limitazione del traffico, apportando, a partire dai primi giorni di Aprile, delle modifiche agli orari che consentono il transito veicolare al Corso Vittorio Emanuele II, Via Papa Giovanni XXIII, Piazza del Corso, in pieno centro storico.

In merito alla nuova ZTL si è espressa Confcommercio Nocera Inferiore, costituitasi ad inizio Marzo anche grazie all’adesione di numerosi commercianti del centro città.  Alfonso Cantarella, neopresidente Confcommercio di Nocera Inferiore, ha riposto da subito fiducia nel dialogo con l’Amministrazione, sicuro che la reciproca capacità di ascolto e di proposta avrebbe trovato una giusta sintesi ed espresso la migliore soluzione possibile alla gestione della ZTL.

La sinergia messa in campo tra Amministrazione e la nuova Confcommercio È un’opportunità che la città di Nocera Inferiore non deve sprecare. I temi da affrontare sono molteplici. Alcuni esigono specifiche strategie e soluzioni di rapida applicazione.

Il Piano Urbano della Mobilità (PUM), adottato in Giunta Comunale dall’Amministrazione nel marzo 2015, rappresenta certamente il quadro conoscitivo e programmatico “strutturale” al quale riferirsi per pianificare, ad esempio, il traffico veicolare e la sosta. La formulazione di nuove regole per sensi di marcia, aree e servizi di carico e scarico, sosta, segnaletica, distribuzione e tipologie dei parcheggi, per tutto quello che riguarda un nuovo piano della viabilità,  dovrà tenere conto dei suggerimenti e delle esigenze dei diversi rappresentanti di categoria, per definire insieme soluzioni innovative e interventi orientati allo sviluppo economico e alla sostenibilità ambientale.

Altro tema in evidenza, che pure attende nuove regole di governo a scala comunale, È la nuova disciplina in materia di distribuzione commerciale, contenuta nella Legge Regionale N.1 del 9 gennaio 2014, che stabilisce i principi e le norme generali sull’esercizio delle attività commerciali nella Regione Campania. A tal proposito, la Consulta delle Attività Produttive ed Economiche, dotata di un proprio regolamento adottato in Consiglio Comunale nell’ottobre del 2013, rappresenta per tutti gli attori interessati il luogo pi˘ idoneo dove confrontarsi per aggiornare ed adeguare alle nuove esigenze degli operatori del settore commercio e attività produttive.

Per altri temi, così come successo per la nuova ZTL, la sperimentazione potrà essere una delle strade da percorrere per rilanciare le attività commerciali in città (cfr. accordo Anci-Confcommercio), per il rilanciare il commercio di vicinato che si articola per le vie centrali della città, per l’individuazione e calibrazione di nuove strategie da mettere in atto per rivitalizzare lí importante asse commerciale e produttivo della nostra città.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here