Premio Charlot, Max Giusti venerdì 26 all’Arena del Mare.

0
265

Penultimo appuntamento con la XXXI edizione del Premio Charlot all’insegna del grande divertimento quello di domani, venerdì 26 luglio 2019, sempre ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, momento in cui, per motivi di sicurezza, saranno chiuse le porte.

Protagonista della serata sarà l’attore romano MAX GIUSTI, che con la sua band, porterà in scena lo spettacolo “Cattivissimo Max”, uno spettacolo più comico e irriverente che mai.

Essere “cattivissimi” per Giusti è l’unico modo per riuscire ad esorcizzare questa attualità che si presenta sempre più inestricabile e bislacca! Uno spettacolo pieno di personaggi che Max interpreta per prendere in giro l’assurda realtà che ci circonda: dalla “regina della TV” Maria De Filippi e i suoi successi televisivi, a Maradona (tornato in Italia per festeggiare i successi del Napoli) e Terence Hill/Don Matteo (trasferito da Gubbio a Spoleto) ad un mito della musica internazionale, Elton John! Max sarà “Cattivissimo” in primo luogo con la sua città: Roma! Una città in completa involuzione che Max, sempre con il sorriso sulle labbra, prende bonariamente in giro e alla quale offre una soluzione definitiva: Claudio Lotito sindaco. Ma prima dell’inizio dello spettacolo ci sarà anche la consegna dei Premi Charlot sezione Cinema che andranno al Produttore CLAUDIO BONIVENTO, pluripremiato ai David di Donatello, alla mostra di Venezia e Nastro d’Argento, con tanti film prodotti nella sua carriera, da Eccezzziunale Veramente a Sapore di Mare, Ultrà e tanti altri. Premio anche al regista NERI PARENTI, che ha firmato la regia di film come Vacanze di Natale, Paparazzi, Tifosi, Fracchia e Fantozzi. Con lui saranno presenti anche i figli di Villaggio, Paolo ed Elisabetta ed ancora Massimo Mescia e Daniele Liburdi, produttori del documentario “La voce di Fantozzi”. Sarà consegnato anche il Premio Charlot Giornalismo alla giornalista HELGA COSSU (SKY). La serata sarà condotta da Cinzia Ugatti e prevede l’intervento del giornalista Paolo Graldi.

LASCIA UN COMMENTO