La Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno perde a Latina, ma mantiene il primato.

0
188

Esce sconfitta la Campolongo Hospital Rari Nantes Salerno dal big match giocato ad Anzio sabato pomeriggio contro il Latina Pallanuoto. 9-5 il risultato finale di una gara che ha visto i padroni di casa subito aggressivi e reattivi. Il Latina è una formazione costruita per il salto di categoria e le difficoltà di questa gara si conoscevano già dalla vigilia. Sulla prestazione della Rari Nantes ha probabilmente inciso anche la sosta forzata di una settimana che ha potuto influire sul ritmo gara.

La partita si mette subito in salita per i ragazzi di mister Citro, che nel primo quarto vanno sotto per 3-1. In gol per i giallorossi il capitano Scotti Galletta. Nella seconda frazione il trend non cambia, il Latina riesce a incanalare la gara a suo favore, e il punteggio è di 3-2. In gol Spatuzzo e Luongo. A inizio secondo tempo ci si aspettava una reazione che non c’è stata e laziali sono stati bravi a congelare la gara e ad allungare ancora, con un nuovo 3-1 di parziale. Per la Rari a segno ancora Luongo, che almeno conquista la testa della classifica cannonieri. Nell’ultimo si registra il solo gol di Parrilli, che fissa il punteggio finale sul 9-5.

Nonostante la sconfitta la Rari Nantes Salerno mantiene la vetta della classifica con un punto di vantaggio proprio sul Latina, ma con una partita giocata in meno (in casa contro il Messina si recupererà il 15 maggio). Adesso Scotti Galletta e compagni dovranno subito mettersi alle spalle la sconfitta, consapevoli della propria forza e del fatto che in un campionato un passo falso può capitare, e concentrarsi sulla prossima gara, che si giocherà sabato 27 aprile dopo le vacanze pasquali, e che vedrà i giallorossi affrontare la Studio Senese Cesport Italia.

Il commento a caldo di mister Matteo Citro: “Abbiamo sbagliato tanto in fase conclusiva, molte situazioni favorevoli e questo ci ha innervosito molto. Inoltre abbiamo commesso diversi errori in fase difensiva, che solitamente non commettiamo. È una sconfitta che ci deve far crescere sotto l’aspetto della tenuta mentale, quando le partite non girano bene”.

LASCIA UN COMMENTO