Segreti d'Autore, fino al 14 agosto in 8 località del Cilento.

0
144

13716081_759465680862480_8826127077090121093_nUn luogo di incontro tra il patrimonio e gli artisti che promuovono la sensibilizzazione del connubio uomo – territorio, coniugando il valore artistico all’impegno civile tra le bellezze dei borghi storici del Cilento: in 8 comuni (Sessa Cilento, Serramezzana, Stella Cilento, Castellabate, Omignano, S. Mauro Cilento, Montecorice, Torchiara), torna fino al 14 agosto Segreti d’Autore, il Festival della Legalità, dell’Ambiente, delle Scienze e delle Arti, giunto alla 6/a edizione.

In apertura del Festival, che quest’anno ospiterà ben 7 prime teatrali nazionali, l’incontro sul lavoro dell’attore che vedrà il direttore Ruggero Cappuccio dialogare con Luca Zingaretti, al quale sarà conferito il Premio Segreti d’Autore 2016, opera realizzata da Mimmo Paladino. Tra i concerti in programma nel corso della manifestazione, quelli di Peppe Servillo e i Solis String Quartet, di Enzo Avitabile e i Bottari, del Trio Servillo, Mangalavite, Girotto e di James Senese. ‘Il contrario della paura’ sarà invece il tema affrontato dal Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti.

Sabato 28 luglio alle ore 21.30 a Serramezzana, nel Cilento, nell’ambito del festival “Segreti d’autore” diretto da Ruggero Cappuccio verrà presentato il film documentario “I giorni della merla” di Andrea D’Ambrosio e Carla del Mese, prodotto da Associazione Leonia, Provincia di Salerno, Legambiente Campania.

 

Il film narra dell’esperienza degli orti urbani e della coltivazione biologica in città. Partendo dall’esperienza degli orti nel Parco Eco-archeologico di Pontecagnano, nati grazie a Legambiente, il film pone l’accento sulla necessità di un ritorno alla terra, attraverso il confronto tra le varie esperienze degli orti di Pontecagnano, Eboli ed Agropoli e luoghi in cui invece si vive ancora di sussistenza come Valle dell’Angelo nel Cilento profondo. In concorso al festival Cinemambiente di Torino e al San Diego film festival in California il documentario ha girato numerosi festival. Il film seguirà al dibattito e alla presentazione degli “Orti della dieta mediterranea”, nuovo progetto di Legambiente. Interverranno: il Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni Amilcare Troiano, il Presidente Legambiente Campania Michele Buonomo, il Presidente Coldiretti Salerno Pietro Caggiano, Valerio Calabrese per Guerrilla Gardening e Valentina Del Pizzo per Paestumanità.

“Questo film – dichiarano i registi – mostra come anche in una città cementificata totalmente come Pontecagnano, esistono ancora luoghi di aggregazione e di amore per la natura. Gli orti allontanano gli anziani dalla solitudine e li spingono ad una vita più serena.L’esperienza del parco archeologico di Pontecagnano ormai è nota a tutti e Legambiente, grazie ai suoi volontari, ha trasformato questo luogo in un villaggio della natura, allontanando le ruspe dei ninfomani del cemento che sono sempre dietro l’angolo. Le numerose attività che si svolgono e la forza del volontariato sono la vera linfa di un luogo che anni fa era una discarica, in un paese che rischia di precipitare ogni giorno nel degrado”.

 

LASCIA UN COMMENTO