Dal pane azzimo all’hamburger, ecco com’è nato il panino.

0
328

Il panino, farcito con salame, prosciutto, pomodoro, insalata o con nuovi e sfiziosi ripieni provenienti dalla tradizione culinaria americana, è uno tra i cibi più amati da grandi e piccini. Questa pietanza è infatti molto versatile e semplice da preparare, anche da chi non ha molta dimestichezza con il mondo della cucina. Il panino si adatta facilmente a ogni situazione, da un pranzo al volo a uno sfizioso spuntino pomeridiano, fino ad arrivare a una cena in compagnia di un buon film e della propria dolce metà.

Esso si conferma inoltre un piatto senza tempo, che affonda le sue radici nel primo secolo A.C. fino ad arrivare ai giorni nostri. Numerosi esperti di storia antica attribuiscono l’invenzione del panino al rabbino Hillel il Vecchio, vissuto a Gerusalemme tra il 60 A.C. e il 7 D.C., al tempo di Erode il Grande. Il sacerdote insaporì del pane azzimo, non lievitato, con mele e nocciole tritate, spezie e vino, da accompagnare a delle erbe amare per commemorare le grandi sofferenze del popolo ebraico in terra egizia. Furono però i Romani a rendere questa pietanza popolare in tutto l’Impero, consumando gustosi panini farciti con prosciutto cotto e mosto.

Il pane farcito è stato uno dei piatti più in voga anche nel Medioevo e nel Rinascimento, ma è solo nella seconda metà del Settecento che questa pietanza assume la connotazione attuale. Come riportano varie testimonianze, l’inatteso battesimo del panino avvenne a opera del quarto conte di Sandwich, John Montagu, grande appassionato del gioco di carte. Durante una delle sue interminabili partite al Beef Steak Club di Londra, il conte ordinò al cameriere della carne posta tra due fette di pane. I restanti giocatori seduti al tavolo del conte inglese furono talmente estasiati da quella pratica soluzione da ordinare “lo stesso di Sandwich” nei giorni a venire. Da qui, il nome della popolare pietanza ormai famosa in tutto il mondo.

Al giorno d’oggi panini, sandwich, hamburger e toast sono tra i piatti più amati in ogni parte del mondo, dalla nostra Italia fino al Messico. Ed è proprio qui che nasce una tra le più popolari e gustose ricette dedicate a questa pietanza: ci riferiamo ovviamente ai montaditos, piccoli panini imbottiti con ingredienti sfiziosi e creativi. Molto apprezzate, ad esempio, le varianti con formaggio, tortilla e rucola, ma non mancano ricette più audaci che includono anche calamari fritti, porchetta e salse piccanti. A ognuno il suo: vi sono montaditos adatti a tutti i gusti, da assaporare durante una cena informale con gli amici, o sul divano mentre si è intenti a guardare la propria serie TV preferita, concedendosi del meritato riposo dopo una lunga giornata di lavoro. Chi desidera assaporare gli sfiziosi e colorati piatti della cucina messicana senza tuttavia mettere mano ai fornelli, può affidarsi a una delle tante opzioni disponibili su Deliveroo, facendo una gradita sorpresa al proprio partner.

Non solo montaditos e hamburger: negli ultimi anni, diversi chef stellati hanno provato a reinventare la classica ricetta del panino imbottito, con condimenti ricercati e prezzi tutt’altro che popolari. Ciò ha posto un grande freno alla diffusione dei panini all’interno della cucina gourmet, poiché questa pietanza continua ancora oggi a essere democratica e popolare, amata da tutti indistintamente, perfetta per un pasto veloce e gustoso, da consumare in piena libertà.

LASCIA UN COMMENTO