Le Giornate della Scuola Medica Salernitana, dal 23 al 26 ottobre al Teatro Verdi

0
45

PROGRAMMA 23-24 OTTDa dopodomani, mercoledì 23 ottobre a sabato 26 ottobre prenderà il via la XIV Edizione de Le Giornate Scuola Medica Salernitana, un appuntamento annuale  organizzato dall’Ordine dei Medici ed Odontoiatri della Provincia di Salerno.

 

Mercoledì 23 (ore 8.30 – 16.35) e giovedì 24 ottobre (ore 9 – 14), al Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno si svolgerà il Simposio Internazionale Understanding and Trating Inflammation” organizzato con il Prof. Alessio Fasano, Chief of Pediatric Gastroenterology and Nutrition MassGeneral Hospital for Children in Boston, Director of the Center for Celiac Research and Director of the Mucosal Immunology and Biology Research Center. L’evento, di livello internazionale, mira a focalizzare i rapporti tra Medicina tradizionale e Medicine alternative sul ruolo dell’infiammazione in alcune importanti manifestazioni patologiche cerebrali, muscolari e intestinali.

 

Mercoledì 23 , al Teatro Municipale Giuseppe Verdi di Salerno, dopo i saluti del Sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, dei prof. Alessio Fasano, Mario Maj, Brian Berman, del Presidente dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri  Bruno Ravera, del Magnifico Rettore Raimondo Pasquino, interverranno: Enrico De Divitiis (La Scuola Medica Salernitana: Il ponte tra  medicina  tradizionale e moderna), Vincenzo De Feo (Rimedi erboristici ed officinali per il trattamento dell’infiammazione: una prospettiva storica). Seguirà (ore 10-11.30) la prima sessione dal tema “Il Ruolo della nutrizione nella Infiammazione” (Moderatori  Ronald Kleinamn, Brian Berman). Interverranno: W. Allan Walker (Nutrizione, microbioma, e infiammazione: la lezione acquisita dalle malattie infiammatorie intestinali), Chris D’Adamo (Il potere curativo della nutrizione). Dalle 12 alle 13.30 si procederà alla Seconda Sessione “Come l’Infiammazione Influisce sul Cervello” (Moderatori Renato Spaziante, Maurizio Mazzeo). Relazioneranno sul tema:  Francesco Di Salle (Infiammazione celebrale nella medicina moderna: lezione acquisita dai prioni), Jan Schroen (Il punto di vista della medicina cinese sui disturbi mentali). La terza sessione riprenderà alle ore 14.30 con la Presentazione dei Casi Clinici (Moderatori e Presentatori dei Casi: Jo Ann Mackinson – Alessio Fasano).

 

Caso n° 1:  Un’epidemia di IBD (malattie infiammatorie intestinali) nei bambini: come lo stress ti porta oltre il limite (Presentazione del caso:  Jo Ann Mackinson). Seguiranno le relazioni di Salvatore Cucchiara (Approccio al trattamento biomedico), Kathy Kemper (Medicina mente – corpo) e la tavola rotonda con Gian Gennaro Coppola, Gerardo Iuliano, Pietro Vairo.

 

Caso n° 2: Un caso di dolori articolari finito male: come un maratoneta finisce su una sedia a rotelle (Presentazione del caso: Alessio Fasano). A seguire:  Carlo Catassi (Approccio al trattamento biomedico), Patrick Hannaway (Approccio terapeutico alla Medicina Funzionale). La giornata si concluderà con la discussione di Enrico Coscioni, Attilio Maurano, Cristiana Stellato.

 

Giovedì 24 ottobre, oltre al simposio al Teatro G. Verdi, la Sala Convegni dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri di Salerno (via SS. Martiri Salernitani, 31) ospiterà il Convegno di Storia della Medicina dal titolo Medicina e Arte (dalle ore 9 alle 19), tradizionale appuntamento nella riscoperta del valore umanistico della Medicina attraverso le diverse espressioni della cultura e dell’arte.

Venerdì 25 ottobre (ore 10.30 – 18) i lavori si svolgeranno nell’Aula Magna dell’Università agli Studi di Salerno (Aula Magna Vincenzo Buonocore). Alle ore 10.30, avrà luogo la cerimonia di conferimento della Laurea Honoris Causa in Medicina e Chirurgia al Prof. E. Braunwald, uno dei più prestigiosi studiosi di Medicina Cardiovascolare nel mondo; alle ore 15.30, si terrà la cerimonia di consegna dei Premi Internazionali “Scuola Medica Salernitana” di cui saranno insigniti eminenti rappresentanti del panorama medico e scientifico tra cui, oltre il Prof. Eugene Braunwald cui sarà conferito il Premio Magister, il Prof. Roberto Ferrari, già Presidente Eletto della Società Europea di Cardiologia (Premio alla carriera), il Prof. Alessio Fasano (Premio Ricerca Scientifica), la Prof.ssa Margherita De Bac (Premio Giornalismo Scientifico), il Dr. Pier Giorgio Turco (Premio Medico dell’Anno), il Prof. Sergio Matarasso (Premio alla Carriera in Odontoiatria), il Prof. Sandro Palla (Premio per la Ricerca in Odontoiatria). Seguirà la cerimonia del giuramento dei neo-iscritti Medici ed Odontoiatri all’Ordine dei Medici e Odontoiatri della Provincia di Salerno.

 

Sabato 26 ottobre (dalle ore 08.30 alle ore 17.30), al Grand Hotel Salerno, si terrà il Convegno Internazionale “Heart Failure 2013”, momento culturale unico in campo cardiologico. Si parlerà della patologia cardiaca ritenuta oggi la più rilevante per gli aspetti assistenziali, organizzativi ed economici collegati. Tra i relatori, il Prof. Baunwald che parlerà di “Scompenso Cardiaco: un lungo viaggio”.

 

“L’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Salerno, – spiega il Presidente dell’Ordine Medici Salerno, Bruno Ravera – rinnova il tradizionale appuntamento con Le Giornate della Scuola Medica Salernitana per un confronto permanente tra passato e futuro, rileggendo la pratica medica odierna anche alla luce dei suoi fondamenti storici, delle metodologie didattiche, dei contesti storico politici attraverso cui si è tracciata la storia della scienza medica. Il Campus dell’Università di Salerno, anche quest’anno sede della prestigiosa Cerimonia di Consegna dei Premi Internazionali e del Giuramento di Ippocrate, diviene luogo e metafora della trasmissione di un sapere che nell´innovazione cerca il suo linguaggio per essere pronto alle sfide che il tempo presenta, rappresentando una rassicurante continuità nel solco di una tradizione importante per quell’aspirazione all’integrazione scientifica e sociale tra popoli e tradizioni diverse. Il conferimento della Laurea Honoris Causa in Medicina e Chirurgia al Prof. Eugène BRAUNWALD – aggiunge il dott. Ravera – diviene il momento solenne di condivisione dei principi etici della professione medica nella convinzione che essa ben si inserisce nella tradizione di eccellenza scientifica e culturale che da sempre caratterizza l’Ateneo salernitano. Il Giuramento di Ippocrate dei Neolaureati, nel suo ripetersi, ripropone oggi come ieri, la necessità di un’intima e pubblica adesione ai principi del rispetto della vita e della dignità del malato, e dell’obbligo di un esercizio diligente e prudente della Professione”.

LASCIA UN COMMENTO