Via Padre Carmelo Gentile a Pontecagnano cambia volto, stamattina la cerimonia di inizio lavori a Sant’Antonio.

0
512

Il maltempo non ferma la programmazione del Comune e l’entusiasmo dei cittadini. Nonostante la pioggia insistente, stamattina, in un clima di partecipazione e interesse, si è svolta la cerimonia di inizio lavori in via Padre Carmelo Gentile.

L’intervento predisposto dall’Amministrazione, su impulso del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessore ai Lavori pubblici Mario Vivone, prevede la manutenzione e riqualificazione complessiva dell’area antistante all’ufficio postale con la realizzazione di un parcheggio per cinquanta auto, nuovo arredo urbano e l’adeguamento degli impianti di pubblica illuminazione e smaltimento delle acque meteoriche.

Verrà, inoltre, risistemata, con pavimentazione in asfalto colorato, la zona per la sosta tra la Villa Comunale e il Palazzetto dello Sport.

Al contempo è stata già pianificata la creazione di nuovi posti per la sosta e uno spazio pedonale adiacenti al nuovo complesso parrocchiale.

 

Ad aprire l’iniziativa di stamane, alla presenza del parroco Don Gerardo Bacco, l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte del coro dell’Istituto Comprensivo “Pontecagnano Sant’Antonio” diretto dal maestro Maria Rita Natella.

 

A seguire le parole del Primo Cittadino Ernesto Sica che, dopo aver salutato e ringraziato alunni e docenti, auspicando “che siano i primi difensori del nostro patrimonio”, si è subito soffermato “su un intervento di straordinaria importanza, frutto di un’intensa programmazione, che si inserisce pienamente nel progetto di riqualificazione già avviato da tempo per quest’area nevralgica del territorio”.

 

“E’ un’opera – ha aggiunto – al servizio dei residenti, delle attività commerciali e di tutti i cittadini ed è strettamente connessa al continuo sviluppo di una zona che vanta straordinari centri di aggregazione quali la Villa Comunale, il Palazzetto dello Sport e, tra poco, il nuovo complesso parrocchiale”.

 

“Noi manteniamo gli impegni – ha concluso il Primo Cittadino – e il processo di rigenerazione urbanistica va avanti senza sosta, più forte di vincoli burocratici e finanziari sempre più stringenti e delle solite cattiverie e speculazioni volgari di chi non ama questa Città. L’intervento che inauguriamo oggi si ricongiunge alla sistemazione di via Pompei, con una nuova viabilità nei pressi del cimitero comunale, e all’ultimazione della relativa arteria alternativa alla SS18”.

 

Spazio, quindi, alla benedizione dell’opera da parte di Don Gerardo Bacco. “Ringrazio il Sindaco e l’Amministrazione Comunale – ha detto il parroco della Chiesa di Sant’Antonio – perché l’apertura di un cantiere suscita sempre sentimenti di gratitudine e speranza. L’inizio di una nuova opera è testimonianza di un impegno che ognuno di noi è chiamato a profondere fino in fondo e questi lavori assumono un significato ancora più rilevante in quanto collegati alla realizzazione del nuovo complesso parrocchiale che sarà una perla per la comunità ecclesiale e civile”.

 

Chiusura della cerimonia con la posa della prima pietra da parte del Primo Cittadino Ernesto Sica e l’Inno alla Gioia eseguito dagli alunni.

LASCIA UN COMMENTO