Festa del raccolto domenica 29 a Controne.

0
405

a cura di Agostino Marotta Il tempo promette clemenza, il comune ha organizzato tutto e la Pro loco è pronta per accogliere gli amanti della natura: ci sono, dunque, tutti gli ingredienti per una giornata imperdibile, da trascorrere a Controne, ad ammirare il paesaggio da cui ha origine l’oro vedere degli Alburni: l’olio, uno dei protagonisti della giornata di domani, dedicata alla “Festa del raccolto”, evento collegato alla Prima Giornata Nazionale della “Camminata tra gli Olivi” promosso dall’Associazione Nazionale “Città dell’Olio” con la partecipazione dell’Associazione “Slow Food Cilento”.

Sarà possibile calarsi nell’atmosfera rurale e per questo particolarmente affascinante di Controne, apprezzare gli ulivi secolari che contraddistinguono il suo paesaggio, assaporare il gusto di un olio di qualità, unitamente al rinomato fagiolo. Il tutto a partire dalle 10.30, quando i partecipanti si ritroveranno  in Piazza Umberto I, da dove partirà la “Camminata tra gli Olivi”, accompagnati dai volontari della Pro Loco di Controne e dell’Associazione Slow Food Cilento; e passeggiando tra gli ulivi si potrà assistere o anche partecipare alla raccolta delle olive, meccanica o tradizionale. Successivamente le olive che saranno state raccolte, saranno anche molite presso i frantoi di Controne e intorno alle 12.30, si potrà partecipare a degustazioni dedicate alla conoscenza ed alla valorizzazione dell’olio extravergine d’oliva. In seguito i partecipanti si recheranno tra i campi di fagioli dove si terrà il pranzo contadino, allietato dalla musica degli organetti del gruppo popolare “Lo Stiavucco”. La passeggiata, poi, proseguirà nei campi di fagioli, dove verranno fornite spiegazioni tecniche sulla produzione e sulle loro caratteristiche organolettiche. La partecipazione all’evento è gratuita.

A Controne, l’evento si inserisce nell’ambito del “Premio Extralburno”, progetto promosso dal Comune retto da Ettore Poti, con la direzione di Marisa Prearo, esperta in promozione turistica. Il progetto è finanziato dalla Regione Campania con risorse del POC 2014/2020 linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, politiche per il turismo e cultura”.

LASCIA UN COMMENTO