Eboli, riqualificazione del Centro Storico.

0
104

eboli isola pedonaleUn’ampia riqualificazione del centro storico, utilizzando gli obblighi di miglioria contenuti nel contratto di affidamenti dei lavori per il Centro Polifunzionale Santi Cosma e Damiano. Si tratta dell’utilizzazione dell’offerta quantitativa che concerne 12mila metri quadri di asfaltatura. Risorse che il Comune di Eboli, attraverso la concertazione tra gli assessorati ai lavori pubblici ed al centro storico, d’intesa con la maggioranza amministrativa, ha indirizzato secondo un programma di riqualificazione globale.

«Una volta attivate le risorse per l’offerta quantitativa – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Matilde Saja – abbiamo predisposto l’intervento di risistemazione fino alla zona Ermice e nel resto dell’area del centro storico. Poi abbiamo voluto che la restante parte delle risorse, fino a raggiungere l’impegno per l’asfaltatura di 12mila metri quadri, fosse destinata alla riqualificazione del nostro borgo antico». Una riqualificazione che è passata per l’individuazione dei luoghi precisi su cui intervenire, attraverso l’impegno dell’assessore con delega al centro storico, Ennio Ginetti, che ha recepito i suggerimenti della maggioranza consiliare: «Abbiamo individuato alcune priorità, ma soprattutto abbiamo voluto garantire non asfaltatura, ma recupero dei luoghi e riqualificazione, anche attraverso la pavimentazione più consona per il  centro storico, utilizzando la pietra».

Approntato l’elenco degli interventi di manutenzione straordinaria previsti per via Giovanni Romano, Largo Putifredo, Scale via IV Rua, Slargo Santa Sofia, Slargo Salita Ripa, via Salita Ripa, Sagrato Santuario, via San Pietro alli Marmi, via Sant’Antonio da Paparone alla piazzetta Sant’Antonio all’ingresso del MOA, parcheggio Sant’Antonio. Per quanto riguarda via Salita Ripa e via San Pietro Alli Marmi, la risistemazione viaria riguarderà l’area fino all’Ermice.

«Un intervento significativo – è il commento del sindaco di Eboli, Massimo Cariello -, reso possibile dalla concertazione tra più assessorati che hanno recepito indicazioni e suggerimenti della nostra maggioranza consiliare. E’ anche la testimonianza della grande attenzione che fin dal primo giorno stiamo riservando al nostro centro storico, che non è solo il luogo della memoria condivisa, ma può e deve diventare un volano di promozione per la nostra storia, per la cultura di Eboli e per la sua economia, attraverso il turismo e gli appuntamenti capaci di calamitare l’attenzione».

LASCIA UN COMMENTO