Eboli, eletto nuovo Forum dei Giovani, Francesco Squillante è il coordinatore.

0
449

Con Francesco Squillante eletto alla carica di coordinatore, il Forum dei Giovani di Eboli completa la sua compagine dopo le elezioni di giovedì 11 ottobre. «Più di ogni altra cosa, la soddisfazione arriva dal numero degli elettori, ben 811, a dimostrazione di quanto sia sentita la partecipazione dei giovani alla vita pubblica della città – ha commentato il sindaco, Massimo Cariello -. Sono certi che anche il nuovo Forum dei Giovani saprà interpretare, come nel passato, le esigenze delle giovani generazioni. Da parte nostra rimane fermo l’impegno in favore dei giovani, nella massima collaborazione e con tutto il supporto dell’Amministrazione comunale, come stiamo facendo da anni con tutte le iniziative in loro favore, da Garanzia Giovani al servizio civile ed alle borse di studio, che garantiscono formazione indispensabile per il futuro lavoro».

Tutte le liste presentate hanno ottenuto rappresentanti nel parlamentino dei giovani. La lista “Giovani Ebolitani” ha ottenuto 5 seggi, portando nel forum Anna Macellaro, Angelo Macellaro, Gerardo Martucciello, Chiara di Stefano, Nicolas Baldi; il gruppo “Proiettiamoci” conta su sette rappresentanti con Vito Maratea, Concetta Bianco, Elia La Torraca, Andrea Simeone, Serafina Siani, Nicholas Colella, Elisianne Oliva; la lista “Costruiamo il futuro” porta nel consiglio del Forum dei Giovani Jonhatan Coppola ed Anna Verdini. «Siamo soddisfatti perché le elezioni hanno avuto un ottimo riscontro, sia di qualità delle proposte, che di partecipazione e grazie ai funzionari Flavia Falcone, Vincenzo D’Ambrosio e Ciro Dominici si sono tenute nella massima trasparenza – sottolinea l’assessore con delega alle politiche giovanili, Carmine Busillo -. La presentazione avverrà in un Consiglio comunale monotematico sulle politiche giovanili. Con il nuovo coordinamento guidato da Francesco Squillante abbiamo un partner validissimo col quale disegnare insieme il presente e futuro delle politiche giovanili, con i giovani e per i giovani».

LASCIA UN COMMENTO