Al via il nuovo piano di UniCredit per la Campania: circa 1 miliardo di nuova finanza per favorire la crescita della provincia di Salerno.

0
113

elena goitini unicreditUniCredit guarda alla crescita del territorio e presenta oggi il suo piano triennale di sviluppo per la Campania. Un piano ambizioso e, al tempo stesso, serio e rigoroso, basato su cambiamenti strutturali e su strumenti innovativi.

Sul versante della crescita in Campania l’azione della banca si focalizzerà sul riattivare in modo sostenibile il ciclo del credito. Il Piano si propone infatti di erogare nella Regione 5 miliardi di nuova finanza nel prossimo triennio, di cui 1,7 per le famiglie e 3,3 per le imprese. A Salerno e provincia, la banca si impegna ad erogare circa 1 miliardo nel prossimo triennio, di cui più di 300 milioni per le famiglie e oltre 600 per le imprese. Inoltre UniCredit si propone per i prossimi 3 anni di accompagnare oltre 1.350 imprese campane sui mercati esteri.

“Dopo la presentazione al mercato del piano industriale di UniCredit, avvenuta lo scorso novembre, vogliamo ora prendere impegni concreti con le famiglie e le imprese dei territori nei quali operiamo, con un occhio particolare alle regioni del Sud, nella convinzione che il Mezzogiorno è una opportunità per consolidare il recupero dell’attività economica in atto in tutto Paese – ha affermato Elena Goitini, Direttore Regionale Sud di UniCredit. L’impegno di UniCredit non nasce da oggi: negli ultimi due anni UniCredit ha erogato in Campania oltre 1,4 miliardi, di cui 300 a Salerno, a testimonianza del fatto che la banca, anche in un contesto congiunturale difficile, ha sempre garantito un’ampia disponibilità di liquidità a famiglie ed imprese. Oggi vogliamo imprimere una accelerata al nostro percorso di supporto all’economia reale della regione e ci proponiamo anche a Salerno di erogare nel prossimo triennio circa 1 miliardo di nuova finanza per le famiglie e le imprese, al fine di creare redditività, allargare l’accesso al credito e favorire una più robusta ripartenza della domanda di credito per investimenti, che è condizione fondamentale affinchè anche in provincia di Salerno si possano cogliere i timidi segnali di ripresa che intravediamo e agganciare così il treno di una crescita sostenuta e duratura nel tempo”

Il piano commerciale di UniCredit per la provincia di Salerno è caratterizzato da una forte “spinta” al sostengo agli investimenti delle imprese e ai consumi delle famiglie. Il piano si articola in 4 filoni strategici:

SOSTEGNO AGLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE: UniCredit investe sulle imprese per rilanciare l’economia con un primo obiettivo di allargare l’accesso al credito facendo leva sul Bond Italia, un finanziamento in cui la Banca anticipa l’intervento del Fondo Centrale di Garanzia, con benefici per le imprese sia sul versante del prezzo che dell’accesso al credito. In provincia di Salerno, solo grazie a questo strumento, sono stati erogati 17 milioni di euro a circa 70 imprese dal lancio dell’iniziativa nell’ottobre 2014 ad oggi. Secondo obiettivo è la diversificazione delle fonti di finanziamento, per il quale, soprattutto per le piccole Imprese, UniCredit metterà sul mercato il Minibond Italia, un’iniziativa volta a favorire, con la sottoscrizione della Banca e l’intervento di garanzia del Fondo Centrale, l’emissione di titoli obbligazionari da parte delle Piccole e Medie imprese, solitamente escluse da tale tipologia di transazioni.
In Campania inoltre UniCredit negli ultimi anni ha lanciato alcune iniziative di finanza agevolata, finalizzate ad allargare l’accesso al credito delle imprese della Regione a condizioni agevolate. Dopo il successo dell’iniziativa “Jeremie Campania”, lo strumento lanciato congiuntamente da Commissione europea e Fondo europeo per gli investimenti, grazie al quale UniCredit ha già erogato 155 milioni di euro sui 170 totali, recentemente UniCredit ha inoltre aderito al Bando Regionale Fondo Rotativo per lo sviluppo delle PMI Campane – Misura “Tranched Cover”, gestito da Sviluppo Campania, per la realizzazione di un portafoglio di finanziamenti da erogare a micro, piccole e medie imprese. L’importo complessivo del portafoglio aggiudicato da UniCredit è pari a 20 milioni di euro. Tale misura consente alle imprese con sede legale/operativa in Campania, attive nel settore manifatturiero, costruzioni e dei servizi, di poter richiedere finanziamenti di importo compreso tra 50.000 euro e 1.500.000 euro, con finalità legate a “nuovi investimenti”, “al circolante”, “alla capitalizzazione aziendale”, con durata massima di 5 anni, ridotta a 2 anni per il circolante. Da inizio anno sono state già presentare ad UniCredit domande per oltre 5 milioni di euro in corso di delibera.

SOSTEGNO AI PROGETTI DI VITA E AI CONSUMI DELLE FAMIGLIE: Nel 2015 UniCredit ha erogato in provincia di Salerno per mutui e prestiti personali oltre 43 milioni, accompagnando circa 400 famiglie nell’acquista casa. L’obiettivo al 2018 è quello di accompagnare 2.500 famiglie salernitane all’acquisto casa, facendo leva su una macchina digitale e paperless per la concessione del credito e su un’offerta distintiva ed innovativa come il finanziamento per acquisto casa reso disponibile prima di aver realizzato la vendita (Mutuo Cambio Casa), il mutuo finanziabile fino al 100% dell’immobile per i giovani fino a 40 anni (Mutuo Giovani) ed il mutuo destinato a chi oggi è in affitto e si impegna ad acquistare l’immobile ad un prezzo pattuito (Rent2Buy).

UniCredit, al fine di dare massimo supporto ai clienti che intendono acquistare una nuova abitazione, ha investito nuove risorse nello sviluppo dell’intermediazione immobiliare e, con la nuova società UniCredit Subito Casa, avviata oltre un anno fa, ha già raccolto incarichi alla mediazione per circa 500 immobili in Campania.

Sul fronte della riattivazione e sostegno ai consumi delle famiglie, UniCredit sta puntando su una estrema semplificazione del processo creditizio con strumenti di “prestito istantaneo”, sia dentro la filiale che fuori.

LA CONSULENZA A TUTTO IL PATRIMONIO DEL CLIENTE: UniCredit è già andata oltre la consulenza sugli investimenti con la consulenza al patrimonio immobiliare, che rappresenta il 60% della ricchezza totale delle famiglie italiane. In Campania, nel 2015 sono state richieste 16 mila Carte di Identità del patrimonio immobiliare, che UniCredit fornisce come mappatura completa del valore immobiliare in mano ai propri clienti, e oltre 430 Fascicoli Casa, in cui vengono riportate tutte le caratteristiche dell’immobile, certificate da un perito terzo.

Oggi UniCredit punta a coprire a 360° i bisogni delle famiglie italiane sia legati al patrimonio aziendale, quando famiglia e azienda coincidono, sia legati alla riserva pensionistica, per dare maggiore sicurezza al futuro.

LA DIGITALIZZAZIONE AL SERVIZIO DEI CLIENTI: UniCredit destina 1,2 miliardi di euro agli investimenti in trasformazione e digitalizzazione dell’offerta ai clienti.

Il progetto sta già ottenendo significativi risultati anche a Salerno: UniCredit nella provincia ha infatti registrato nel 2015 tassi di accesso ai canali alternativi rispetto allo sportello tradizionale decisamente elevati: attraverso ATM, chioschi e internet banking, infatti, sono stati effettuati il 92 % dei prelievi, oltre il 75% dei versamenti di assegni e contanti sul conto corrente e il 58% dei pagamenti. Se a ciò si aggiungono i dati dello stesso periodo relativi alle operazioni di pagamento delle imposte (73%) e delle disposizioni di bonifico (92%) effettuate tramite canali evoluti si può avere un quadro completo della tendenza in atto. In provincia di Salerno sono oltre 50mila i clienti aderenti ai servizi di Banca diretta multicanale, di cui circa 13mila mobile

«La tecnologia sta cambiando rapidamente le abitudini dei nostri clienti, che vogliono poter entrare in banca 24 ore su 24 e senza fare file – ha concluso Elena Goitini, Direttore Regionale Sud di UniCredit. Le Agenzie tradizionali continuano ad essere un pilastro del modello distributivo di UniCredit, ma contemporaneamente stiamo ampliando l’offerta digitale e stiamo facilitando una maggiore integrazione tra tutti i canali di accesso alla banca: dall’online banking con personal computer e tablet, agli smartphone, fino ad arrivare a mail, chat e “video interaction”, utili per consentire al cliente un accesso in remoto al proprio conto e ai propri investimenti e finanziamenti. In questo modo vogliamo assecondare i nuovi bisogni della clientela e porci al passo con il futuro. A questo scopo abbiamo infine inaugurato lo scorso maggio a Napoli “UniCredit Direct”, il primo polo di consulenza remota e online per il Sud Italia. Entro il 2018 saranno oltre 120 i nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato previsti in questa struttura, che vedranno impegnati quasi esclusivamente giovani del territorio, principalmente laureati in ambito economico e giuridico, con la previsione di selezionare risorse provenienti anche dalle altre Regioni del Sud»

LASCIA UN COMMENTO