Consorzio Asi, approvati progetti per la zona industriale di Salerno e gli agglomerati provinciali. Cassandra: “Così riqualifichiamo e valorizziamo le nostre aree di sviluppo”

0
113

consorzioasisalernoNel corso dell’ultima riunione del comitato direttivo del Consorzio Asi Salerno sono stati approvati, tra i vari punti all’ordine del giorno, numerosi progetti, redatti dall’Ufficio Tecnico, relativi all’area industriale di Salerno e ad alcuni agglomerati industriali presenti nel territorio provinciale.

Quattro i progetti relativi al capoluogo (i primi due sono stati approvati in maniera definitiva dopo la presentazione preliminare avvenuta in precedenza).

Il primo progetto riguarda la realizzazione di una rotatoria all’uscita della tangenziale con relativa strada di collegamento con via Brun.

Allo stato attuale, infatti, i mezzi in uscita dalla tangenziale, in direzione sud, per poter dirigersi verso Fuorni sono costretti a percorrere via Wenner in direzione opposta, fino a raggiungere la rotatoria all’incrocio con via De Luca, ossia circa 1400 mt tra andata e ritorno. Tale situazione crea ogni giorno una concentrazione di traffico sulla rotatoria già esistente, che peraltro ha un raggio di curvatura piuttosto stretto che provoca difficoltà di percorrenza soprattutto per i mezzi più grandi.

Per questo il Consorzio Asi Salerno ha progettato la costruzione di una rotatoria all’uscita della tangenziale, di raggio più ampio, che avrebbe il duplice vantaggio di facilitare l’uscita dei mezzi provenienti dalla tangenziale e al contempo evitare l’inutile e gravosa circolazione dei mezzi verso la rotatoria all’altezza del centro commerciale “Siniscalchi”. Non solo. Nell’ambito della stessa progettazione è prevista la realizzazione di una strada che collega la rotatoria stessa con via Brun, in modo da ottenere un’arteria stradale di penetrazione verso la zona interna dell’area industriale lungo il lato sud della tangenziale. Tale situazione ridurrebbe di molto la circolazione nel sottopasso che unisce via Brun con via delle Terre Risaie, che rappresenta da sempre un’altra criticità nell’area industriale di Salerno.

Il secondo progetto riguarda via Cioffi, che attualmente non è incanalata nella rotatoria situata all’uscita della tangenziale di Salerno, in direzione sud. Ciò, di fatto, comporta che i mezzi diretti verso il mare sono costretti a percorrere via Wenner in direzione opposta fino alla rotatoria all’incrocio con via delle Risaie creando code di traffico quotidiane. Di qui la proposta di prevedere la deviazione di via Cioffi all’interno dell’area del depuratore di Salerno, in una zona verde priva di costruzioni, con l’obiettivo di incanalarla nella rotatoria esistente.

Il terzo progetto, invece, si concentra sull’ampliamento del sistema di illuminazione e videosorveglianza, in particolare nell’area nord della zona industriale di Salerno, che attualmente ne è priva. I tecnici Asi hanno già effettuato uno studio di fattibilità per l’istallazione di un moderno impianto di videosorveglianza, che potrebbe essere progettato chiedendo la collaborazione dei vigili urbani, la cui sede peraltro ricade proprio in questa parte della città. Per quanto riguarda, infine, la possibilità di dar vita ad un Polo Fieristico (quarto progetto) all’interno della zona industriale di Salerno è stata già individuata un’area che potenzialmente potrebbe essere in grado di ospitarlo, in particolare attraverso alcune deroghe previste dalla legge sulla riconversione delle aree industriali dismesse. Ma l’azione amministrativa del Consorzio Asi Salerno si allarga anche al territorio provinciale.

Per l’agglomerato industriale Mercato San Severino – Fisciano è prevista la realizzazione di tre aree di sosta a servizio dei mezzi pesanti: la prima di circa 6 mila mq, con la possibilità di installare in loco anche un punto di ristoro all’altezza del vecchio insediamento Alvi; la seconda, di circa 2 mila mq, in via Cervito; la terza, di circa 1000 mq, sulla Sp 24a con la realizzazione, sempre in loco, di un Info Poit. Anche per l’agglomerato industriale di Cava de’ Tirreni i tecnici del Consorzio Asi hanno progettato la nascita di un’area di sosta per i mezzi pesanti all’altezza del vecchio mattatoio, di circa 3 mila mq, con la costruzione di un tratto di strada già previsto nel Prtc vigente e di una rotatoria all’incontro con la nuova strada e via Arti e Mestieri. Infine è in cantiere l’istallazione di un impianto di pubblica illuminazione e di videosorveglianza per l’area industriale di Contursi “C”.

pres.cassandra“Si tratta – spiega il presidente del Consorzio Asi Salerno avv. Gianluigi Cassandra – di progetti concreti volti a valorizzare la zona industriale di Salerno, che da anni vive quotidianamente una serie di problematiche, ma anche agglomerati industriali situati in alcuni comuni della provincia che devono essere riqualificati per essere anche più appetibili sul mercato. Come Ente, quindi, dopo esserci confrontati con diversi imprenditori, abbiamo deciso di mettere nero su bianco delle possibili soluzioni. Ora auspichiamo – conclude il presidente Cassandra – che possano essere presi in seria considerazione dagli altri enti a cui li sottoporremo nei prossimi giorni” .

LASCIA UN COMMENTO