I CASTELLI DELLA CAMPANIA RACCONTATI ALLA FONDAZIONE MENNA GRAZIE ALLA FIDAPA E AL FAI. L’11 E IL 12 MAGGIO LE GIORNATE DEI CASTELLI.

0
863

Il castello è riflessione saggia per i contemporanei. Quello dei castelli è un mondo lontanissimo da noi, ma legittimo: un mondo che ci può insegnare oggi a guardare noi stessi con coraggio, ma anche con umiltà”. A raccontare il mondo fantastico e magico dei castelli e ciò che rappresentano per il mondo contemporaneo è stato l’Antropologo Paolo Apolito durante il convegno:” I Castelli raccontano con le voci e le immagini dei luoghi” organizzato, presso le sede della Fondazione Menna di Salerno, dalle Sezioni Fidapa di: Salerno, presieduta da Rita Mazza Laurenzi; Maddaloni, presieduta da Giulia Carbone; Agropoli, presieduta da Luciana Capo Capano, e dal FAI , Delegazione di Salerno, presieduta dall’avvocato Michelangelo De Leo, che ha moderato la serata. L’evento, ideato dalla Consigliera della Sezione Fidapa di Salerno, Rita Vitale Simbolo, in collaborazione con la Vicepresidente del FAI Campania Susy Camera D’Afflitto, prevede, nella giornata dell’11 maggio, anche un percorso itinerante con visite guidate ai castelli di Lauro, Agropoli e Riardo.

Del Castello di Agropoli ha parlato l’archeologo Antonio Capano: ” Questo castello è fondamentale non soltanto per il Cilento, ma per tutta l’Italia Meridionale in quanto ha rappresentato una roccaforte bizantina imprendibile”. Il professor Capano ha anche annunciato che sabato 11 e domenica 12 maggio, in 19 regioni d’Italia, si terranno le Giornate Nazionali dei Castelli:” Un’iniziativa giunta alla 21a edizione, dedicata alla valorizzazione dei castelli, che prevede visite guidate e numerose altre attività. In queste due giornate sarà possibile visitare anche i Castelli di Agropoli e di Sicignano, scelti dai membri dell’Istituto Italiano dei Castelli, presieduto dall’architetto Fabio Pignatelli della Leonessa. Il 12 maggio, inoltre, ad Agropoli, presenteremo il libro del professor Pasquale Natella dedicato alla famiglia Sanseverino di Marsico”. Il dottor Antonio Ferraro, Presidente della ProLauro ha parlato del Castello Lancellotti di Lauro (Avellino):”Sorse intorno all’anno 1000 ed è ancora oggi di proprietà della famiglia Lancellotti. Con la nostra associazione ci occupiamo anche della valorizzazione di questo monumento”. Del Castello di Gesualdo, situato nel cuore dell’Irpinia, ha parlato l’architetto Carmine Iannarone: ” In questo castello ha vissuto, per ben 17 anni, il Principe Carlo Gesualdo, uno dei più illustri madrigalisti di ogni tempo apprezzato in tutto il mondo, uno dei principali innovatori del linguaggio musicale”. L’avvocato Antonio Pepe, storico del territorio, ha parlato del castello di Riardo, in Provincia di Caserta: ” E’ uno dei castelli meglio conservati, ma che dovrebbe essere ulteriormente valorizzato” e raccontato che nell’agosto del 1463 tre riardesi tennero dapprima in scacco un intero esercito e poi beffato il re Ferrante d’Aragona. Il Presidente della Fondazione Menna, il dottor Claudio Tringali, ha lodato l’iniziativa:” Riscoprire i castelli del nostro territorio è importante: andrebbero maggiormente valorizzati per contribuire al rilancio turistico ed economico del territorio”. Il Vice Sindaco Eva Avossa ha ricordato che la Campania è uno dei territori più ricco di castelli:” E’ importante valorizzarli perché raccontano la storia di un Paese, di tante famiglie e del suo territorio. Il nostro Castello Arechi è ben conservato, ma non come vorremmo ”. Tra i tanti presenti c’erano il Sindaco di Gesualdo, il dottor Edgardo Pesiri che ha ricordato che i castelli conservano la memoria storica: ” Sono un punto di riferimento che ci fanno rivivere con gioia le nostre tradizioni” e la Vicepresidente della Sezione Fidapa di Maddaloni, Raffaella Carli Del Prete, che ha curato la realizzazione delle brochure esplicative dell’evento.

Aniello Palumbo

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here