Torna il Mojoca Festival, la X edizione dal 5 al 7 agosto a Moio della Civitella.

0
289

Mojoca fotoPuntuale sulle ali della fantasia dall’5 al 7 agosto 2016 torna Mojoca Festival, la festa dedicata alle arti di strada, i cui interpreti sono pronti a riempire e colorare piazze e vicoli dell’antico borgo salernitano.

Dieci anni fa la voglia di giovani di far diventare un piccolo comune di 1400 abitanti come Moio della Civitella, simbolo del divertimento e delle tradizioni. Nasce così Mojoca dalla fusione di Moio e Joca (gioca in dialetto). Un evento unico tra i più grandi del Sud Italia, questi i numeri di Mojoca: 35.000 spettatori; più di 100 artisti; 50 spettacoli in contemporanea; 40 artigiani; 10 associazioni; 40.000 accessi al sito. Un Festival di respiro internazionale che quest’anno festeggia il suo decimo anniversario. «Il festival è nato quando da ragazzi abbiamo deciso che per divertirsi invece di andare in altri comuni la gente venisse a Moio per divertirsi – spiega il presidente dell’associazione Mojoca, Giovanni Bertone­  – oggi è grazie alla determinazione di tanti ragazzi che il Festival è diventato un palcoscenico per gli artisti di strada che arrivano da tutto il mondo». Mojoca è uno spettacolo itinerante di grande coinvolgimento dove protagonista è il teatro di strada con saltimbanchi, giocolieri, mimi, maghi, fachiri, acrobati, musicisti e ballerini, arcieri e alchimisti. Laboratori per ragazzi e bambini si terranno a partire dalle 17.00.

Il cartellone degli artisti è suddiviso in due sezioni: PRINCIPALE, con 18 postazioni e SEZIONE OFF con 8 postazioni. Oltre 100 artisti in 50 spettacoli che si svolgeranno in contemporanea ogni giorno fino alle 2 del mattino. Il decimo anno il Mojoca Festival lo festeggia con il botto: dieci artisti internazionali provenienti persino dall’Argentina, animeranno il borgo di Moio davanti ad installazioni scenografiche. Numerosi gli eventi collaterali al festival. Tanti spettacoli ma anche artigianato ed enogastronomia l’Associazione ha previsto  in contemporanea e dentro al Festival, una fiera dedicata ai prodotti e manufatti artigianali allestendo l’area Street Food, l’area camping: «l’amministrazione comunale con entusiasmo sostiene il Festival diventato il simbolo di Moio ma soprattutto attrattore turistico – ha spiegato il sindaco Enrico Gnarra – per tre giorni Moio, grazie all’entusiasmo di giovani diventa il cuore dell’arte di strada». Sabato 6 agosto ci sarà il gemellaggio tra Mojoca Festival ed Eboli Buskers Festival ideato dall’associazione Weboli: «fare rete territoriale è lo strumento per lo sviluppo economico – ha dichiarato il sindaco di Eboli, Massimo Cariello – grazie a Giovanni Bertone, al collega sindaco Gnarra, il gemellaggio tra Mojoca Festival e l’Ebf, voluto da Vito, Leso saranno il filo conduttore tra i duo comuni». Per agevolare gli spostamenti e consentire il rispetto dell’isola pedonale, è stato previsto anche un accurato servizio navetta. Novità 2016 del Mojoca Festival è #scattamojoca,  il concorso fotografico legato al Mojoca – Festival Artisti di Strada ideato e organizzato in collaborazione con SalernoFotografia.it, in palio un premio di 500 euro. Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito e a divertimento obbligato; avranno inizio per la maggior parte alle ore 18,00 Altri dettagli sugli spettacoli e sulle possibilità di pernottamento si possono avere consultando il sito T, nonché alla pagina Facebook della manifestazione e su Twitter @mojocafestival

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here