I talenti pianistici dell’oriente al Museo Diocesano di Amalfi giovedì 12.

0
282

Sarà il museo diocesano di Amalfi a fare da cornice al “Faculty Gala” dei pianisti chiamati dal “Center of Musical Studies” di Washington, giovedì 12 luglio (ore 21, ingresso libero). Di scena alcuni professori delle rinomate masterclass del festival che hanno raccolto l’adesione di musicisti da oltre venti nazioni. Ad esibirsi saranno i pianisti James Giles, Inna Faliks, Chi Wu, e Chun-Chieh Yen.

 

Già di scena su importanti palcoscenici mondiali, James Giles insegna alla Northwestern University di Chicago. Si è esibito recentemente in Francia, in Spagna, in Cina e a Firenze, ha registrato con la St. Petersburg Chamber Philharmonic in Russia, e, negli Usa, ha tenuto recital in Florida, California, North Carolina. Musicista eclettico, si trova a suo agio sia nei repertori classici che in quelli dei nostri tempi. Pianista di origine ucraina, lodata dalla critica internazionale, Inna Faliks (Università della California) ha suonato in molte delle più importanti sale da concerto del mondo, con orchestre, da solista, e sotto la direzione di maestri come Leonard Slatkin e Keith Lockhart.

 

Riconosciuto come uno dei più talentuosi pianisti cinesi, Chi Wu è professore e vicepresidente del Dipartimento di Pianoforte del Conservatorio di Musica di Sichuan. Si è esibito in Cina, nei Paesi Bassi, in Italia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania e Spagna. Da solista ha suonato con le olandesi Radio Symphony Orchestra e National Youth Orchestra, e con la Chinese National Orchestra. Chun-Chieh Yen ha collaborato con orchestre di tutto il mondo come la Russian National Orchestra, la Staatsorchester Rheinische Philharmonie, la National Symphony Orchestra di Taiwan. Vincitore di importanti concorsi pianistici, ha inciso il suo primo album nel 2007 per la Universal, conquistando il premio come “Best Classical Performer” al 19° Golden Melody Awards di Taiwan.

LASCIA UN COMMENTO