Bianco Tanagro, Il futuro del carciofo bianco nelle giovani generazioni. Largo spazio a laboratori, spazi creativi e contest. Inaugurazione giovedì 30.

0
44

LOCANDINA_BIANCO TANAGRO 15Finalmente, dopo decenni nell’ombra, il settore primario ha riconquistato il suo ruolo principale nell’economia italiana. Siamo un Paese che può vantare una biodiversità infinita, culla della Dieta Mediterranea e terra di grandi cuochi.

Ecco perchè il “food” e l’agricoltura non possono non essere considerati occasione di futuro per i giovani italiani, a maggior ragione se vivono in zone rurali.

Questa la ragione di fondo per cui, all’interno del vasto programma di Bianco Tanagro (sesta edizione della festa del carciofo bianco del basso Tanagro) grande rilievo è stato dato alle giovani generazioni.

Di rilievo il contributo di una coppia con le “mani in pasta”, ovvero gli chef dei grani Helga Liberto e Vito De Vita. Saranno loro a guidare i laboratori di panificazione, gli appuntamenti con la fattoria didattica e ad essere gli ospiti fissi delle Tabernae parlanti. Interessante il loro impegno nel valorizzare e riproporre grani autoctoni ormai dimenticati, che stanno ritornando con grande plauso nella loro cucina.

Riconosciuta la loro bravura nell’avvicinare i più piccoli al mondo degli impasti, interessante la volontà didattica e formativa che si affianca ad ogni loro attività.

Venerdì e sabato, alle 10:30, appuntamento con l’educational “Conoscere, Capire, Impastare” dedicato alla panificazione. A seguire un momento dedicato al carciofo bianco ed alla fattoria didattica, come occasione per avvicinare i più piccoli al mondo contadino.

Si rinnova anche l’appuntamento con il contest “Cucina Identità”. Domenica pomeriggio, alle 18, per 5 dei migliori allievi degli Istituti Alberghieri della provincia di Salerno, sarà possibile confrontarsi su come proporre il carciofo bianco in tavola, attraverso una gara di cucina presieduta dallo chef stellato Vitantonio Lombardo.

Tutte le sere, ed a pranzo l’1, il 2 e 3 maggio, aperte anche le “Tabernae gastronomiche” che permetteranno di degustare le tante declinazioni possibili del bianco del Tanagro.

Dal 30 aprile al 3 maggio il carciofo bianco è di scena nell’accogliente borgo di Auletta (SA).

LASCIA UN COMMENTO