La squadra del “Benevento Rugby” Under 16 vince la quinta edizione del “Memorial Margiotta & Minelli” sul campo di rugby di Ciorani a Mercato San Severino

Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Targago è il nuovo servizio di Autostrade per l’Italia, potrai pagare i pedaggi sulla Tangenziale di Napoli tramite lettura della targa, passando nell’apposita corsia gialla al casello.
Studio di dermatologia e medicina estetica della dottoressa Alessia Maiorino a Salerno

È stata la squadra del “Benevento Rugby” Under 16, a vincere il trofeo della quinta edizione del “Memorial Margiotta & Minelli” tenutosi domenica mattina sul campo di rugby di Ciorani di Mercato San Severino, intitolato ai due giocatori di rugby salernitani scomparsi alcuni anni fa, Antonio Margiotta e Silvano Minelli ai quali è dedicato il Memorial.  La squadra allenata da Mario Caporaso e Osvaldo Russo, che ha ricevuto il trofeo del Memorial dal dottor Giuseppe Calicchio, Presidente del Comitato Campano di Rugby, ha battuto la squadra locale della “Salerno Rugby”, allenata da Antonio Magliacane, che comunque ha giocato con grande determinazione e coraggio. Durante la giornata oltre cento rugbisti di varie età sono entrati in campo passandosi la palla all’indietro, per disputare le partite previste nei   tornei di due diverse categorie: under 14 e under16. Cinque le società rugbistiche che hanno partecipato al Memorial che con i loro atleti si sono sfidate con grande sportività e correttezza: “Hammers Rugby Campobasso”, “Amatori Napoli”, “Benevento Rugby” e “Salerno Rugby”.

A vincere in questa giornata di sport sono stati tutti i rugbisti che hanno partecipato: hanno vinto l’amicizia, l’impegno, la lealtà e il   grande senso di solidarietà che caratterizza tutti i componenti di una squadra di rugby. Ai capitani delle squadre partecipanti sono state consegnate delle meravigliose coppe dalla moglie di Tonio Margiotta: Antonietta Garzillo, dalla moglie di Silvano Minelli: Maria Pia Citro e da Giuseppe Calicchio. Una targa è stata assegnata al settore arbitrale, dedicata al compianto arbitro di rugby Giuseppe D’Andria, ispiratore della sezione arbitri di rugby di Salerno, che è stata consegnata dalla moglie, la signora Stefania Castiello, alla “Giovane Promessa Arbitrale”, il ventitreenne arbitro beneventano del Comitato Campano Rugby, Vincenzo Tomaciello. Consegnate anche delle borse di studio offerte dalla società “Area Finanza Spa” del dottor Giuseppe Alfinito, grazie  ai buoni auspici del dottor Giacomo Gatto, responsabile della comunicazione della “Salerno Rugby”, a sette  ragazzi che frequentano le scuole elementari, medie e superiori che, oltre a far parte dell’associazione sportiva  “Salerno Rugby” , si sono distinti ottenendo degli ottimi risultati a livello scolastico: Benedetto Gasparini, Gerardo Siglioccolo, Myriam Pantuliano, Giulia De Leo, Cosmo Pantuliano, Carlo Senatore. A premiarli sono stati Peppe Calicchio, Antonino Sessa, Angelo Gentile, Fulvio Leo, Luigi Ingenito, Lucio Radetich e Luca Tepedino.

Premio Speciale fedeltà è stato assegnato all’atleta Raffaele Castiello di Battipaglia che per partecipare agli allenamenti percorre ogni volta circa cento chilometri tra andata e ritorno.  Castiello è stato premiato dal Past President del “Rotary Nord” il professor Angelo Gentile, che lo scorso anno ha istituito due borse  di studio  per i ragazzi meritevoli, ha sottolineato l’importanza di coniugare sport e cultura:” Uno sportivo non deve dimenticare mai l’importanza della cultura: questi ragazzi devono impegnarsi nello studio e nello sport per assimilare le regole sociali, fondamentali per imparare a vivere nel rispetto degli altri e per cercare di aiutare i compagni e chi, più in generale, ha bisogno di aiuto”. Il Presidente del “Rotary Club Salerno Nord dei Due Principati”, il professor Antonino Sessa, ha annunciato che anche il prossimo anno il Club rotariano, nel segno della continuità, istituirà due borse di studio per il concorso riservato agli alunni più meritevoli delle scuole del territorio di Mercato San Severino:” Il tema del prossimo bando riservato alle scuole sarà “L’Acqua”. Il Presidente Sessa ha anche ricordato il messaggio del Presidente Internazionale del Rotary: “Il Presidente scozzese Gordon R. McInally chiede ai soci del Rotary di creare speranza nel mondo e che ciascuno di noi “mantenga qualcuno”: un messaggio che ci invita a continuare a fare nostri i princìpi di diversità, equità e inclusione”. Soddisfatto il presidente della “Salerno Rugby”, Giuseppe Forestiero, che ha ricordato gli obbiettivi del sodalizio sportivo:” Sono oltre 100 gli atleti affiliati che hanno un’età compresa tra gli 8 anni, quella   dei giocatori del “Mini Rugby”, agli oltre 46 anni degli “Old”, gli ex giocatori di rugby. Diamo la possibilità a tutti di praticare gratuitamente questo sport”. Il Direttore Tecnico della società, Lucio Radetich, ex giocatore, allenatore federale, già arbitro nazionale di rugby, attuale osservatore nazionale, che ha coordinato e presentato tutte le fasi della premiazione, ha ricordato commosso gli amici Margiotta e Minelli:” Ci hanno lasciati troppo presto: sono stati loro a tracciare il solco; noi stiamo cercando di seguirlo con passione, nonostante le tante difficoltà che incontriamo. Avremmo ancora bisogno di persone come loro”.  Anche il Presidente della FIR Campania, Giuseppe Calicchio, ha voluto ricordare il grande apporto dato al Rugby Campano dai giocatori salernitani Antonio Margiotta e Silvano Minelli:” Hanno dato tanto al nostro rugby e sono ancora un faro per tutti noi”.  Peppe Calicchio ha ricordato che si stanno svolgendo i mondiali di rugby:” L’Italia è la seconda squadra più giovane del mondiale e sta ben figurando: i ragazzi stanno dando il massimo. Siamo orgogliosi dei nostri giocatori campani che stanno partecipando a questo mondiale: il mediano di mischia Alessandro Fusco dell’Amatori Napoli e l’estremo Ange Capuozzo.  Anche nello staff dei mondiali di Rugby ci sono cinque campani tra i quali il sannita, Ferdinando Cusano, che come Match Technology Officer coordina gli ufficiali di gara a bordo campo”. A portare i saluti del Sindaco di Mercato San Severino Antonio Somma, è stato il Consigliere Comunale Luigi Ingenito che ha sottolineato la valenza, non solo sportiva, dell’evento:” Lo sport in generale, e il rugby in particolare, non è solo un’attività agonistica, ma trasmette valori importanti come quelli del rispetto degli altri. L’amministrazione Comunale di San Severino sostiene tutte le iniziative intraprese dalla “Salerno Rugby” alla quale siamo sempre vicini”. Alla fine del torneo tutti i rugbisti hanno partecipato al cosiddetto “Terzo tempo”, mangiando insieme nella “Club House” della “Salerno Rugby”. (Foto di  Lucio Radetich). 

Aniello Palumbo