CAMPAGNA ANTI CICCHE DEI GIOVANI DEL ROTARACT CHE DONANO SEI POSACENERE AI BAR E RISTORANTI SALERNITANI

0
580

 Sei posacenere in acciaio inox, fissi, da esterno, saranno montati a parete sulle facciate di bar e ristoranti salernitani per sensibilizzare i cittadini a non gettare sul suolo pubblico i mozziconi delle loro sigarette, ma a smaltirli correttamente. L’iniziativa fa parte di un progetto messo in campo dai giovani rotariani dei Club Rotaract di Salerno: Rotaract Salerno, presieduto da Anna Gallo; Rotaract Salerno Duomo, presieduto da Raffele De Simone e Rotaract Salerno Campus dei Due Principati, presieduto da Vito Buonomenna, che si sono riuniti al “Bar Avantgarde” di Salerno. “Il progetto parte dalle linee guida del Distretto Rotaract 2100 che prevede la realizzazione del progetto “Smoke Impact” proposto dall’Responsabile Distrettuale, Francesco Saverio Alovisi, con il coordinamento di Cristina Molinaro, che rientra nella terza linea d’azione rotariana, quella di “Pubblico Interesse” – ha spiegato la presidente del Club capofila, Anna Gallo – “Vorremmo sensibilizzare la gente riguardo la problematica legata all’inquinamento che provocano le cicche delle sigarette abbandonate nelle aree urbane e nelle aree naturali. Abbiamo iniziato distribuendo oltre cento posacenere tascabili lavabili e riutilizzabili dove conservare i mozziconi delle sigarette per poi gettarli nella spazzatura e poi, il 24 novembre dello scorso anno, abbiamo organizzato un aperitivo qui all’Avantgarde per raccogliere i fondi necessari per acquistare i posacenere che a partire da questa sera consegneremo ad alcuni dei bar più noti e frequentati del territorio: oltre al Bar Avantgarde consegneremo questo posacenere, che in pratica è una sorta di “ secchiello” che una volta riempito è possibile svuotare con un meccanismo a ribalta, al Bar “Capogiro” di Piazza Sant’Agostino; all’ “Emmanuel Cafe” di Corso Vittorio Emanuele; al “ Surflounge” ubicato nel sotto piazza della Concordia e al ristorante “La Botte Pazza” di Via Giovanni Ruggi D’Aragona, vicino Piazza Portanova”. Il sesto posacenere sul quale, come per gli altri, campeggia il logo del Rotary International, quello del Distretto Rotaract 2100 e i nomi dei tre Club Rotaract proponenti, sarà consegnato anche al ristorante dell’Università di Salerno, come ha spiegato il presidente del Club Salerno Campus dei Due Principati, Vito Buonomenna:” Sensibili alle tematiche ambientali consegneremo uno di questi posacenere al ristorante ubicato all’interno del Campus universitario, vicino alla sede del Rettorato. Un’iniziativa importante che oltre ad invogliare i cittadini a gettare le cicche delle sigarette nei posacenere potrebbe far cominciare a pensare di gettare definitivamente anche la sigaretta che si sta per fumare”. Anche il Presidente del Club Rotaract Salerno Duomo, Raffaele De Simone, ha sottolineato l’importanza del progetto:” Donare dei posacenere, anche tascabili, non è un invito a fumare, ma a spegnere per bene le sigarette e a non gettarle per terra, creando rifiuti indesiderati. Se va rispettata la scelta di chi ha deciso di fumare, i fumatori devono a loro volta rispettare gli atri non gettando le cicche a terra che tra l’altro non sono facili da smaltire”. Soddisfatto il titolare del Bar “Avantgarde”, Luca Bertolini, dove è stato consegnato il primo posacenere: “ Un’iniziativa importante che abbiamo immediatamente sposato. Noi siamo vicini ai ragazzi del Rotaract che realizzano importanti progetti di carattere sociale e di solidarietà”. Bertolini nel suo locale ha sempre anticipato le mode e le tendenze: ” Sia in campo culinario, con una sezione Food and beverage, con cucina internazionale e i favolosi cocktail preparati da Fabio Gallo ed Ettore Di Serio; ed anche musicali, con spettacoli proposti da gruppi selezionati che fanno intrattenimento puro ”. Luca Bertolini accoglie con signorilità e simpatia i clienti nel suo locale di Via Velia, progettato dall’architetto Antonio Lamberti, arredato con gusto insieme al fratello Simone. Alle pareti quadri importanti di arte contemporanea provenienti dalla galleria d’arte “Il Novecento” di Eduardo Bertolini. La colonna sonora della serata è stata affidata al gruppo musicale “ Beatall, Tribute Band dei Beatles” composto da Michele Mennella, al basso; Gianni Di Paolo, alla batteria; Cesare Taglialatela e Marco Della Gatta alle chitarre che hanno cantato i famosi brani dei Beatles coinvolgendo tutti i presenti.

Aniello Palumbo

LASCIA UN COMMENTO