Pontecagnano, Città Attiva riparte dall’opposizione.

0
919

Città Attiva riparte. Questa mattina a Pontecagnano Faiano, nel corso di una conferenza stampa al Bar Commerciale, sono stati, infatti, presentati la nuova organizzazione e i nuovi obiettivi del movimento.

Coordinatore politico Gianfranco Ferro, presidente Luigi Bellino, vice coordinatore Gennaro Aveta, portavoce Clementina Tozzi.

Questi i vertici del nuovo assetto ufficializzati alla presenza del consigliere comunale e già candidato sindaco della coalizione Francesco Pastore.

A caratterizzare la nuova fase del movimento il lavoro di quattro commissioni tematiche.

La prima (servizi sociali, pubblica istruzione, cultura, sport, turismo, spettacolo, politiche giovanili, volontariato) è composta da Alessandro Mucciolo, Giovanni Latronico, Annamaria Mania, Grazia Giugliano, Noemi Landi, Gennaro Aveta, Osvaldo Sammartino.

Nella seconda (urbanistica, lavori pubblici, edilizia residenziale pubblica, condono edilizio, legge 219, beni patrimoniali) ci sono, invece, Luigi Bellino, Gianfranco Ferro, Alessandro Castellano, Vincenzo Di Giuda, Gianfranco Sorrentino.

La terza commissione (affari generali e istituzionali, personale, decentramento, bilancio, finanze, tributi, trasparenza, contenzioso, vigilanza urbana) è formata da Clementina Tozzi, Michela Gaudino, Valentina Vazinsadeh, Chiara Canero, Pietro Guadagno, Angelo Ansalone, Alessandro Giannattasio, Giuseppe Strianese.

Nella quarta (igiene, sanità, ecologia, ambiente, industria, artigianato, agricoltura, annona, cimitero, demanio), infine, sono presenti Arnaldo Mascia, Francesco Rognetta, Maurizio Orefice, Damiano Buonocore, Marco Bello, Eleuterio Giannattasio, Irene Santimone, Antonio Giugliano, Angelo Grieco.

 «Città Attiva – ha dichiarato il coordinatore e consigliere comunale Gianfranco Ferro – non parte, ma riparte con un ruolo di maggiore responsabilità: come minoranza attenta, vigile, dura quando necessario e, soprattutto, di svolta. La nostra città ha, infatti, bisogno di un’opposizione costruttiva e propositiva che sappia rappresentare ogni istanza e zona. Noi lavoreremo in questa direzione con l’augurio che la maggioranza sappia concretizzare quel cambiamento, di metodo e di sostanza, tanto decantato in campagna elettorale. Ripartiamo forti di un grande risultato elettorale con 1700 preferenze, come prima lista della coalizione, in piena sinergia con tutte le espressioni di minoranza e con la convinzione che il nostro seggio nella massima assise possa rappresentare non un singolo consigliere, ma tutti noi. Ripartiamo con colui che, anche in questa competizione, tanto ci ha trasmesso in termini di umiltà e competenze, ovverosia Francesco Pastore, ripartiamo da donne e uomini liberi che mettono al servizio della comunità la propria professionalità e il proprio impegno. Per quanto mi riguarda, sono orgoglioso di ricoprire questo ruolo, ma mi definisco un coordinatore pro tempore perché nostro obiettivo, in linea con la nuova stagione politica, è l’elezione del direttivo in un’ottica di massimo coinvolgimento».

«Sono davvero orgoglioso – le parole del consigliere comunale Francesco Pastore – di tanto entusiasmo e tanta voglia di andare avanti. Città Attiva si conferma una grandissima forza popolare pronta a ripartire più forte e organizzata di prima. La nostra, come più volte detto, sarà una minoranza collaborativa, ma dura quando necessario. Lo abbiamo subito dimostrato garantendo la massima disponibilità nel condividere l’indicazione e l’elezione del nuovo presidente del consiglio comunale. Sia ben chiaro, non chiediamo nulla, ma riteniamo che sia necessario riprendere celermente il lavoro dell’assise e delle commissioni consiliari. Siamo già impegnati a istituire un comitato che comprenda tutte le forze di minoranza cittadine e coloro che guardano con attenzione al nostro progetto che è fuori dagli schemi tradizionali dell’opposizione perché come priorità vogliamo superare le divisioni e unire la città anche con il coinvolgimento dei rappresentanti dei quartieri. E’ questo il nostro nuovo inizio e mi auguro che la maggioranza possa passare, in brevissimo tempo, dai giusti festeggiamenti ai fatti. Noi siamo pronti a collaborare su tutti i provvedimenti e mettiamo a disposizione la nostra esperienza, ma ci aspettiamo procedure veloci, saggezza, competenze e conoscenza della macchina amministrativa anche da chi ha l’onore di governare dopo aver già svolto per diversi anni un incarico istituzionale. In tal senso, saremo collaborativi nell’interesse della città, ma rigidi quando il manifestato cambiamento assumerà altre connotazioni. Vigileremo che gli impegni assunti in campagna elettorale vengano rispettati e, a tal proposito, attendiamo che la rotazione dei funzionari comunali annunciata dalla maggioranza venga subito attuata. Non tradiremo la fiducia degli elettori e il sostegno di partiti, movimenti e di così tanti cittadini».

«L’amarezza – ha conferma il presidente di Città Attiva Luigi Bellino – ha lasciato subito il posto all’orgoglio per il risultato straordinario del nostro movimento che si candida a rappresentare in maniera ancora più ampia, responsabile e matura tutte le aree del territorio, centrali e periferiche. Il nostro progetto va avanti senza sosta e poteremo tante proposte in Consiglio. Auspichiamo, inoltre, che la filiera politico-istituzionale annunciata da questa amministrazione possa concretizzarsi per il bene del territorio soprattutto in quelle zone che presentano criticità importanti per l’intreccio di competenze tra enti. Noi manterremo fede ai nostri impegni, saremo propositivi e ripartiamo per costruire».

«Città Attiva – ha dichiarato il vice coordinatore Gennaro Aveta – si conferma uno straordinario movimento libero e aperto a tutti e mi preme ringraziare coloro che hanno creduto nel nostro progetto, hanno creduto in Francesco Pastore e continuano a credere in tutti noi. In tal senso, rinnovo l’invito a sostenerci perché la nostra azione politica sarà ancora più convinta e porteremo avanti, attraverso il nostro consigliere comunale Gianfranco Ferro, tantissime istanze a tutela della comunità. Alla maggioranza spetterà, sicuramente, decidere, ma anche rappresentare i motivi di quelle proposte che non intenderà accettare».

Assente per motivi professionali, il neo portavoce Clementina Tozzi non ha fatto mancare, con un messaggio, saluti e ringraziamenti ai presenti evidenziando «l’impegno straordinario di donne e uomini di Città Attiva che sono riusciti a raggiungere un risultato davvero importante e rappresentano la base per andare avanti ancora più convinti e decisi». «Il mio ruolo in questa bella e valida squadra – ha concluso – sarà avvicinare, con la comunicazione, i cittadini alle istituzioni e dare sempre più voce alla gente».

LASCIA UN COMMENTO