“Tutela e controllo per il settore della vigilanza privata” – le parole del segretario regionale Campania Anggi (Associazione Nazionale Guardie Giurate Italia) Luigi Pellegrino.

0
124

Un caso portato agli onori della cronaca, una drammaticità che ogni giorno diventa sempre più evidente, sono queste le parole per descrivere lo stato che negli ultimi mesi gli istituti di vigilanza e nello specifico i lavoratori (guardie giurate) si trovano costretti a fronteggiare.

Più tutela e maggiori controlli, sono le parole  che emergonopiù volte sono emerse anche dall’ultimo congresso che si è tenuto a Roma e organizzato da parte dell’Anggi (Associazione Nazionale Guardie Giurate Italia) lo scorso 8 marzo. Tante le personalità presenti, hanno voluto portare il proprio contributo di idee e di proposte, tra queste la testimonianza del professor Buonincontri che ha evidenziato i problemi psicofisici e mentali cui sono sottoposti i lavoratori della vigilanza e anche le proprie famiglie.

Presenti poi il segretario generale U.N.L (Unione Nazionale Lavoratori) Fabrizio Pochiero, il dottor Bava, che ha posto in risalto le troppe lungaggini burocratiche che rendono i lavoratori della vigilanza troppo spesso vittime del dovere private purtroppo non solo della vita in alcuni casi ma anche della mancanza di una tutela economica per i propri cari , l’avvocato Di Feo, presidente Nazionale Adugi, una Onlus che si occupa della tutela dei cittadini del mondo. Toccante e vibrante anche l’intervento di Ernesto Saturno in rappresentanza dei lavoratori dell’Ipervigile di Nocera Inferiore che da mesi stanno vivendo il problema della mobilità.

Sul tema è intervenuto anche il segretario regionale della Campania Anggi Luigi Pellegrino che ha così commentato: “Sono tante le battaglie che da mesi stiamo portando avanti come associazione, pensate che in provincia di Salerno ci sono 450 guardie giurate in mobilità, un dato preoccupante. E’ tanta la solidarietà che esprimiamo nei confronti dei nostri amici e colleghi dell’Ipervigile e nel convegno grazie anche al supporto di personalità importanti sono state proposte anche soluzioni per un maggiore controllo e tutela per il settore e per i lavoratori in modo particolare. Inoltre voglio sottolineare l’urgenza nel controllare le procedure messe in atto dai network che gestiscono il lavoro in tale settore. Voglio ringraziare infine, il direttivo nazionale Anggi, il professor Alfredo Buoninconti per la sua straordinaria testimonianza, l’Rsa Cisal Ernesto Saturno e all’amico Aniello Milone e a tutti gli amici dell’Ipervigile di Nocera che hanno sostenuto il convegno nazionale delle Guardie Giurate. La lotta continua e continueremo ad andare avanti.”